Lega Dna, 12^giornata: per la Benacquista l'imperativo è vincere

Domani pomeriggio i nerazzurri ospitano la Bawer Matera e puntano a un solo risultato. L'assistant coach Marco Polidori si appella al tifo: "Dovete accorrere numerosi"

Marco Polidori. Campione d'Italia 2008-09 con gli u21 della Tiber Roma

IL FATTORE TIFO – Non ci si può nascondere dietro un dito. Questo periodo della stagione è favorevole alla Benacquista Latina, che macina gioco con un manipolo di “ragazzi terribili” (che si sono abituati molto bene alle insidie della categoria) e che ora raccolgono i frutti del duro lavoro partito quest’estate, quando sul parquet del Palabianchini si iniziava a testare la tenuta atletica contro compagini d’alto rango, come le squadre dei college americani (ndr). Ne è passata di acqua sotto ai ponti ... Intanto una considerazione: improponibile il paragone con la situazione della scorsa stagione. Un roster super blasonato che aveva causato la depressione di più di qualche tifoso. Oggi le cose stanno diversamente, e nessun giorno all’infuori di domani sarebbe più azzeccato per vedere una degna cornice al palazzetto, semplicemente per premiare l’abnegazione profusa da squadra e staff tecnico per i colori della città; una squadra che potrebbe dare ancora di più se sospinta dal tifo delle grandi occasioni.

POLIDORI: “AVERE LE IDEE PIÙ CHIARE DEGLI ALTRI” – L’assistant coach Marco Polidori in conferenza stampa ha espresso il suo punto di vista riguardo al pubblico: “La gente di Latina deve accorrere numerosa perché questi ragazzi sono giovani, e l’apporto dei sostenitori diventa fondamentale”. Poi ha dato alcune delucidazioni tattiche riguardo al match: “In questa Dna non ci sono partite facili. Matera è una squadra che se gioca a ritmi alti riesce ad ottenere belle vittorie (come successo a Trento). Vanno presi con le molle – prosegue – e bisogna fare la massima attenzione al calibro dei loro giocatori che è elevatissimo; inoltre hanno idee offensive molto chiare, ergo noi dovremo essere bravi ad avercele più chiare di loro. Se non riusciamo a limitarli il rischio è di subire un break importante. Occorre prestare molta attenzione fin dall’inizio”.

ECCO MATERA – L’Olimpia basket Matera non è avversario da prendere con le molle dunque. I lucani, nella conference di sud-ovest, staccano Latina di sole due lunghezze (8 punti) e presentano elementi nell’organico di prospettiva (Martone è di scuola Montpaschi), e gente che conosce molto bene la categoria come Grappasonni, Vico, La Gioa, e gli ex di turno Pilotti e Cantagalli.

QUALCOSA È CAMBIATO - Evidenttemente qualcosa è cambiato in casa Latina, e Polidori ne ha dato conferma proprio durante la conferenza stampa di ieri mattina: “Stiamo cercando di raccogliere i frutti della semina estiva. Ci stiamo concentrando sullo studio tattico e sui 24 secondi, lavorando tantissimo con il prezioso aiuto tattico che ha apportato Mattia Ferrari, e atletico con il preparatore Paolo Paoli. Un lavoro che spero – ha continuato Polidori – ci possa dare quei preziosi 2 punti che meriteremmo”. A breve intanto ci saranno i temuti impegni con Napoli e Capo D’Orlando. Non si può non dire che la stagione sia arrivata ad uno snodo cruciale, ma per Polidori la ricetta rimane sempre la stessa: ”Non dobbiamo intimorirci per questi impegni difficili che verranno, l’importante è continuare a lavorare  con calma, un passo alla volta”.

LA CARICA DI GAZZOTTI – In corso di conferenza stampa è intervenuto anche il nuovo acquisto in casa Latina, l’ala pivot Giulio Gazzotti, che ha detto la sua sul match: “Dobbiamo sfruttare la spinta emotiva che solo il nostro pubblico ci può dare. Con Matera bisogna costruire gioco partendo dalla fase difensiva, in modo tale da costruire al meglio i nostri attacchi. E inoltre dovremo andare al tiro con maggiore responsabilità”. Per l’impegno di domani intanto recuperano in pieno Plateo e Tavernelli; gli arbitri dell’incontro saranno Paglialunga di Massafra e Cilento di Napoli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, arriva l'ordinanza della Regione Lazio: misure di prevenzione e profilassi

  • Perdono il posto di lavoro: licenziate dopo 20 anni per "mancato superamento del periodo di prova"

  • Incidente sulla Pontina: perde il controllo dell’auto, muore un uomo di 39 anni

  • Coronavirus, Comune di Sezze: “Due pullman in arrivo da Venezia. Situazione monitorata”

  • Accoltellato alla giugulare: salvato dalla Stradale sulla Pontina e soccorso dall'eliambulanza

  • Coronavirus, Regione: “Scuole chiuse nel Lazio e manifestazioni pubbliche vietate? Fake news”

Torna su
LatinaToday è in caricamento