Latina in cerca di punti play off a Tor Sapienza, nell'ennesima prova di maturità

Contro gli ultimi della classe, Maurizi farà a meno di Cunzi, Gaeta, Iorio e Tinti. Alla vigilia il tecnico sugli obiettivi dell'inizio : "Chi ha costruito la squadra aveva dato le sue garanzie..."

Campi collegati

Tra Tor Sapienza e Sassari il Latina aspira al quinto posto esclusivo in classifica. L’obiettivo minimo stagionale,  seppur parziale alla sesta di ritorno, passa per la vittoria sulla squadra di Solimina, ultima in classifica (insieme a Budoni e Ladispoli) ma pronta a vendere cara la pelle, e la contemporanea vittoria del Latte Dolce sul Trastevere. Avversarie quest’ultime, che con i rispettivi passi falsi continuano ad alimentare le speranze play off del Latina.

Senza peccato

E’ la nuova tappa di un campionato senza né capo né coda, del quale, dopo quasi un girone intero da quando ha raccolto l’eredità di Di Napoli, Maurizi non è ancora riuscito a trovare la chiave di volta se non ritornare alle origini, quando ancora non era in sella. “Chi ha costruito la squadra - dice il tecnico - ha dato garanzie che si potesse ottenere un risultato importante. Quando sono arrivato l’obiettivo era molto distante, play off compresi”. Non vuole scaricare responsabilità Maurizio Agenore, ma quando può ricorda sempre la situazione che ha trovato, lasciando intendere le storture di una rosa, che nemmeno il mercato di riparazione è riuscito a raddrizzare. Così si può spiegare l’altalenanza di risultati e prestazioni, oltre che dire: “Per essere una squadra importante ci vuole mentalità da acquisire attraverso il lavoro in campo. Siamo cambiati, perché non subiamo mai, pur non esprimendo a volte un calcio fluido, che può dipendere anche dall’atteggiamento degli avversari”. Ed inoltre: “Non riusciamo sempre ad esprimere le potenzialità, che sono importanti. Il problema è di natura tecnica e mentale”.

Avversario

Argomento Tor Sapienza, che all’andata regalò una della tante delusioni al Francioni. Un girone dopo si gioca al Castelli, contro una squadra sofferente, che dall’ultimo posto cerca una spinta utile ad agguantare i play out. Le motivazioni rischiamo di fare la differenza: “Gli avversari vogliono sempre bella figura e batterci perché siamo il Latina. Per cui dobbiamo fare un’altra battaglia”.

Bollettino

Il Latina non è messo benissimo. Out Cunzi e Gaeta, squalificati Iorio e Tinti (squalifica ridotta a due gare, tornerà in casa con il Muravera e nel frattempo ha giocato con la Juniores Nazionale). Formazione da ripensare più volte. Maurizi non si tira indietro, provando a responsabilizzare i suoi: “Il mio credo è sempre schierare un modulo a due punte, ma mi debbo adattare alle disponibilità dei calciatori. Non siamo al completo nemmeno stavolta se è per questo, anche se con la rosa che abbiamo possiamo fare bene sempre e comunque”.

Juniores

Come la prima squadra, la Juniores Nazionale si trova al sesto posto in classifica, ma a due punti dal quinto attualmente occupato dal Trastevere. In compagnia dei ragazzi allenati da Carlo Graziano, c’è proprio il Tor Sapienza, raggiunto dopo un severo 4-0 inflitto dai pontini sul terreno di gioco, ridotto piuttosto male, della ex Fulgorcavi. Tripletta di Bono, che ha raggiunto quota 13 reti in campionato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due giovani fermati in auto, i parenti raggiungono la Questura e protestano: un agente ferito

  • Latina, due rapine in un'ora: colpiti un alimentari e un tabaccaio. Pestaggio al titolare

  • Cosa fare nel weekend? Ecco gli eventi a Latina e Provincia

  • Pontina, colpito da un malore mentre è alla guida, muore un automobilista

  • Mega incidente sull'Appia a Sabaudia, auto si ribalta: sei feriti

  • Anche Latina avrà la sua festa di Carnevale: i carri sfilano martedì grasso

Torna su
LatinaToday è in caricamento