Pisa-Latina, approfondimento e pagelle dei nerazzurri

Una prima di campionato peggiore non si poteva immaginare. I nerazzurri escono dal Romeo Anconetani con le ossa rotte, ma è soprattutto la prestazione che preoccupa

Dario Barraco, il migliore in casa Latina

 

 

 

Un, due, tre e il Pisa cancella il Latina, smorzando sin da subito l’entusiasmo di chi ha inneggiato alla serie B (tanto ha fatto la campagna acquisti nerazzurra). La squadra di Pecchia è stata sin troppo brutta per essere vera; gioco impalpabile e poca incisività in attacco. Per non parlare della sciagurata espulsione di Mingazzini alla mezz’ora del primo tempo. Un evento che non si è riusciti a portare a proprio favore. Pecchia avrà molto da lavorare per cercare di riprendere la retta via. E l’occasione non tarderà ad arrivare; prossima fermata - con immediata possibilità di riabilitazione - al “Francioni” venerdì sera, quando sarà di scena Latina-Catanzaro in diretta tv sui canali di Sportitalia.

 

I LANCI LUNGHI – Pecchia all’Arena Garibaldi ha mandato in campo un 4-2-3-1 che si è dimostrato davvero poco incisivo; eppure la prima mezz’ora era filata liscia come l’olio con i toscani che non si facevano di certo preferire per pericolosità in avanti. Poco movimento sulle fasce da parte dell’undici pontino, e quando anche i lanci lunghi a ripetizione fiondati dalle retrovie alla ricerca dell’ariete Jefferson non vanno a buon segno significa che qualcosa va cambiato. Il Latina ha provato così a scardinare la difesa avversaria e ad insinuarsi nelle sue maglie, ma è stato troppo poco. Pecchia deve necessariamente tirare fuori dal cilindro qualcosa di più.

MINGAZZINI ROSSO – Un evento del genere ha fatto sussultare tutti dalle poltrone, un’occasione irripetibile anche perché avvenuta in un momento nevralgico della partita. E invece accade tutto il contrario; il Latina non ci mette la giusta grinta, ma soprattutto non ci sono idee propositive in campo e il gol di Tulli al 40’ è la giusta e severa punizione che non t’aspetti. Palla lunga dalle retrovie che trova il bravo Perez ad agire bene di sponda per l’accorrente Tulli che addomestica nella tranquillità più totale e con un destro chirurgico imparabile batte Bindi. Il Latina è troppo molle e quasi non reagisce, e Il rigore messo a segno da Favasuli all’11 della ripresa è la mazzata finale che chiude la partita anzitempo.

BARRACO OK! -  Se c’è un giocatore sul quale Pecchia non potrà prescindere quello è Dario Barraco. Il ventisettenne ex Trapani è subentrato dalla panchina e subito ha fatto sentire il suo peso specifico in avanti. Ad inizio secondo tempo parte dal suo destro il cross invitante per Jefferson non capitalizzato a dovere (il brasiliano si fa ipnotizzare da Sepe in quella che è l’azione di giornata più pericolosa del Latina). E poi il gol della bandiera è sempre suo: un destro da posizione impossibile che si infila a campanile dietro le spalle del portiere pisano. Un buon biglietto da visita; c’è da scommettere che venerdì prossimo contro il Catanzaro, il forte centrocampista siciliano sarà dell’undici titolare.

 

PISA – LATINA: LE PAGELLE

 

LATINA

Bindi 6 - Incolpevole sui primi 2 gol. Forse qualche responsabilità sul 3° gol di Babrberis

Milani 6 – Parte bene e con autorità il capitano. Poi si sgonfia come tutta la squadra

Cottafava 5 – La cintura che trattiene Perez sul rigore è da censura. Si dimentica di Barberis sul 3° gol

De Giosa 5 – Si allinea alla giornata no di mezza difesa

Giacomini 5,5 – In fase difensiva chiude bene più di qualche volta. In avanti mancano i suoi cross

Cejas 4,5 - Sbaglia tutto in appoggio e si divora il gol a porta spalancata

Gerbo 6 – Bene in mezzo al campo: è uno dei pochi che ci mette piglio

Angelilli 5 – Mai incisivo in avanti ergo mai in partita. 14 St Agodirin s.v.

Tortolano – 5,5 Si vede che può accendere il gioco, ma in definitiva non lo fa mai

Montalto – 5 Dai suoi piedi una punizione ben neutralizzata da Sepe da posizione defilata. Poi nulla più.  1 St Barraco - 7 è buono l’impatto con la gara e il gol è da cineteca

Jefferson – 5 Sbuffa e fa a sportellate come sempre, ma è ancora lontano dai tempi migliori. Manca il tap in davanti a Sepe. 28 st Tulli – 5,5 Ha dalla sua una buona opportunità che non riesce a capitalizzare

Pecchia 5,5 – Mette in atto le sue idee che al momento non gli stanno dando ragione, ma è giusto aspettare che i frutti maturano

PISA

Tulli 7,5 – Il migliore. È ispiratissimo e fa quel che vuole. Gol da incorniciare e giusta standing ovation per lui a fine secondo tempo

Pane 6,5 – Pur vero che il Latina non fa molto per impensierirlo, ma se vince con un uomo in meno il merito è anche suo

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco la prima mascherina senza elastici: l’idea di un giovane di Priverno

  • Aperte anche le spiagge libere, ecco le regole: bagno fino alle 19 e distanze di sicurezza

  • Tragedia nelle acque del Circeo: sub accusa un malore in acqua e muore

  • Coronavirus Latina: due nuovi casi positivi in provincia. Muore una donna al Goretti

  • Coronavirus: nel Lazio 21 nuovi casi, in provincia 544 contagi totali

  • Coronavirus: salgono a 549 i casi in provincia. Nel Lazio 20 positivi in più, i dati di tutte le Asl

Torna su
LatinaToday è in caricamento