La cordata c'è, il calcio a Latina è salvo: si ripartirà dalla serie D

Intesa trovata tra gli imprenditori: la nuova società si chiamerà Latina 1932, e il presidente sarà molto probabilmente Fabio Napolitano degli Istituti Steve Jobs

Il calcio a Latina è salvo. Si è finalmente trovata l'intesa tra gli imprenditori che andranno a formare la cordata messa promossa dal sindaco di Latina Damiano Coletta

Si chiamerà Latina 1932, e a costituire la società ci saranno una decina di imprenditori (con quote diverse), che nella giornata di oggi si sono incontrati dal notaio per la prima fase, quella delle firme e dei versamenti delle prime quote. Entro il 31 luglio (ma forse la Figc potrebbe concedere una proroga) si ottempererà agli altri obblighi, tra cui il pagamento della quota di affiliazione alla Figc, la fideiussione e l'iscrizione al campionato. Sarà verosimilmente Fabio Napolitano, direttore degli Istituti Steve Jobs il presidente della nuova società. 

Esaurita la parte economica-burocratica, si potrà pensare alla composizione della squadra, dallo staff tecnico al parco giocatori. E bisognerà essere velocissimi per mettere in piedi una squadra competitiva in breve tempo. Ma la notizia è che il pericolo di veder scomparire il calcio nel capoluogo pontino, sembra definitivamente scampato. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alla guida di una Smart a 145 km/h sulla Pontina: patente ritirata a un automobilista

  • Infermiera caposala del Goretti rubava farmaci e ricette, condannata a due anni

  • Fatture false e riciclaggio: la Finanza scopre un'evasione da 100 milioni. Operazione tra Roma e Latina

  • Donna scomparsa da giorni a Doganella, l’appello dei familiari per ritrovarla

  • Aprilia, minacce di morte ai carabinieri in via Francia: convalidati i due arresti

  • I “4 Ristoranti” di Alessandro Borghese sulla Riviera d’Ulisse: trionfa la Ricciola Saracena

Torna su
LatinaToday è in caricamento