La cordata c'è, il calcio a Latina è salvo: si ripartirà dalla serie D

Intesa trovata tra gli imprenditori: la nuova società si chiamerà Latina 1932, e il presidente sarà molto probabilmente Fabio Napolitano degli Istituti Steve Jobs

Il calcio a Latina è salvo. Si è finalmente trovata l'intesa tra gli imprenditori che andranno a formare la cordata messa promossa dal sindaco di Latina Damiano Coletta

Si chiamerà Latina 1932, e a costituire la società ci saranno una decina di imprenditori (con quote diverse), che nella giornata di oggi si sono incontrati dal notaio per la prima fase, quella delle firme e dei versamenti delle prime quote. Entro il 31 luglio (ma forse la Figc potrebbe concedere una proroga) si ottempererà agli altri obblighi, tra cui il pagamento della quota di affiliazione alla Figc, la fideiussione e l'iscrizione al campionato. Sarà verosimilmente Fabio Napolitano, direttore degli Istituti Steve Jobs il presidente della nuova società. 

Esaurita la parte economica-burocratica, si potrà pensare alla composizione della squadra, dallo staff tecnico al parco giocatori. E bisognerà essere velocissimi per mettere in piedi una squadra competitiva in breve tempo. Ma la notizia è che il pericolo di veder scomparire il calcio nel capoluogo pontino, sembra definitivamente scampato. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fase 2, arriva l'ordinanza per le spiagge: si apre il 29 maggio. Ecco le regole

  • Chiede la mascherina al datore di lavoro: licenziato, picchiato e poi gettato in un canale

  • Coronavirus Priverno, cluster al centro dialisi: 14 i positivi. La Asl fa il punto della situazione

  • Coronavirus: un morto in provincia, sette nel Lazio e 18 positivi in più

  • Coronavirus, tre nuovi casi in provincia: tutti relativi al cluster di Priverno

  • Fase 2, la nuova ordinanza nel Lazio: dal 25 maggio riaprono le palestre, dal 29 gli stabilimenti

Torna su
LatinaToday è in caricamento