I tifosi del Latina 'disertano' il minuto di silenzio per Anna Frank, la società: "Comportamento inaccettabile"

Dura presa di posizione della dirigenza pontina dopo la decisione della Curva Nord di entrare allo stadio dopo il minuto di silenzio richiesto e condiviso dalla Lega di Serie D

Non solo calcio giocato al 'Francioni'. A mitigare la felicità per la vittoria con il San Teodoro, la decisione da parte della Curva Nord di accedere allo stadio dopo il minuto di silenzio in onore di Anna Frank , disposto dalla Lega Dilettanti.

L'iniziativa della Lega Nazionale Dilettanti segue la scia di quanto visto sui campi di Serie A, B e C, per stigmatizzare la diffusione di alcuni adesivi che ritraevano la ragazza tedesca, morta nel campo di concentramento di Bergen-Belsen, con la maglia della Roma. 

La decisione della Curva Nord non è però piaciuta alla società pontina, che con una breve nota apparsa sulla pagina Facebook ufficiale ha stigmatizzato il comportamento dei propri supporter: "Si stigmatizzano certi atteggiamenti e crediamo che lo sport e il tifo debba vincere sopra ogni cosa, per questo non possiamo condividere il gesto messo in atto da alcuni tifosi che non hanno voluto partecipare al minuto di raccoglimento. Lo sport deve insegnare ad aggregare e soprattutto combattere ogni tentativo di violenza e divisione. Per noi la domenica si celebra una festa e come tale va vissuta con i suoi momenti anche di riflessione come quello di oggi (ieri, ndr) in cui siamo stati consapevoli e rispettosi di un messaggio di pacificazione passato attraverso il simbolo di Anna Frank". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Pontina: perde il controllo dell’auto, muore un uomo di 39 anni

  • Coronavirus, arriva l'ordinanza della Regione Lazio: misure di prevenzione e profilassi

  • Coronavirus, Comune di Sezze: “Due pullman in arrivo da Venezia. Situazione monitorata”

  • Coronavirus, Regione: “Scuole chiuse nel Lazio e manifestazioni pubbliche vietate? Fake news”

  • Sette etti di cocaina e un revolver nascosti in casa: blitz e arresto della squadra mobile

  • Camionista di Sezze denunciato dai carabinieri a Pordenone: guidava in stato di ebbrezza

Torna su
LatinaToday è in caricamento