Pallanuoto, black out poi la reazione: Latina pareggia in casa con il Pescara

Una partita “sciagurata” dei ragazzi di coach Mirarchi: dopo un parziale di 1-6 nel secondo parziale, l’orgoglio del Latina che rimette in piedi il match

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LatinaToday

Latina pallanuoto - Pescara 9-9 (2-1)(1-6)(4-1)(2-1)
Latina Pallanuoto: Bonito, Simeoni, Giugliano (1), Migliaccio (3), Mauti (1), Falco, Mellacina, Maras (2), Parisi (1), Priori, Barberini (1), Mele, Schettino All. Mirarchi. Pescara: Cappuccio, Di Nardo (1), Sarnicola (1), Di Fulvio (2), De Iorio, Magnante, Giordano (1), Provenzano (1), D'Aloisio (2), Micheletti, Prosperi (1), Febbo. All. Castelli
Arbitri: sigg. Savarese e Anaclerio
Superiorità numeriche: Latina pn 3/9 + 1/1R; Pescara 4/9 Note: nessuno uscito per limite di falli. Uscito Mauti (L) nel 3T per proteste. Andamento partita: 2-0/ 2-6/ 3-6/ 3-7/ 7-7/ 7-9/ 9-9

Si può dare di più. Questa la sintesi in casa neroazzurra di una "sciagurata" partita andata avanti a strappi da ambo le parti con entrambe le squadre con qualcosa da recriminare. Eppure parte bene il team di Mirarchi. Ordine e raziocinio nel primo quarto con Parisi in gol dal centro e Migliaccio al volo su assist di Maras. Poi black out completo ed il Pescara sembra il Recco. Latina molle in difesa e pasticciona in attacco. Il Pescara affonda i suoi colpi come lama nel burro e fa un parziale terribile (1-6) al secondo quarto, con l'unica rete pontina di Giugliano, di rapina sotto porta. Un parziale del genere "ammazzerebbe" chiunque. Il Latina invece mostra la sua parte migliore: nuoto e cuore. Il terzo tempo è tutto suo. Inizia Mauti con tapin in superiorità, poi doppio Maras (uno su tiro di rigore) e l'incredibile pareggio parziale lo sigla Migliaccio. 7-7 partita riaperta. Pubblico finalmente caldo ad urlare Latina. Non basta. Ancora errori ed il Pescara c'è ancora, eccome. Di Nardo dalla media distanza sotto traversa e D'Aloisio ad inizio quarto rimettono le cose in chiaro. Ci vuole ora il grande cuore che ancora pulsa neroazzurro per colmare il nuovo gap. E così è. Barberini su delizioso assist di Priori e Migliaccio (top scorer dell'incontro con 3 reti) con una magica palombella dalla media distanza, fanno alzare tutti sugli spalti. E' nuovamente parità a 54 secondi dal termine. Così rimane il punteggio. Risultato giusto per quanto visto in acqua. Troppi gli errori commessi dal team neroazzurro per sperare in qualcosa di più.

Il commento del coach Mirarchi

Purtroppo con un secondo tempo in cui non siamo scesi in acqua abbiamo quasi compromesso la partita. D' apprezzare la reazione della squadra che stava portando ad una vittoria che forse non avremmo meritato. Ora analizzeremo bene il perché di questo tempo giocato così per fare in modo che non accada più".

Il commento del Presidente Damiani

"Purtroppo abbiamo colto soltanto un pareggio con grande merito del Pescara Nuoto. Un secondo tempo da incubo, perso per 6 ad 1, ha compromesso la vittoria, nonostante la grande rimonta che ci ha portato al pareggio. Troppi errori individuali sia in attacco che in difesa. Una partita che dovrà essere spunto di approfondimento per il tecnico e la squadra. Utile per non commettere gli stessi errori nelle prossime partite. Nulla è perduto, la corsa verso i play off continua ed e' alla nostra portata."
 

Torna su
LatinaToday è in caricamento