Pallavolo, Andreoli batte Vibo Valentia e vola terza in classifica

Tre punti importanti quelli conquistati ieri dalla compagine pontina che rifilando un secco 3 a 0 ai calabresi li supera in classifica scavalcando anche Cuneo sconfitta da Modena

Partita e giornata perfetta per l’Andreoli. La squadra pontina non solo ha superato la la Tonno Callipo Vibo Valentia, ma ha conquistato anche tre punti importantissimi che le permettono di scavalcare i calabresi e, approfittando del passo falso di Cuneo a Modena, anche di agguantare la terza posizione in classifica.

Un secco 3 a 0 degli uomini di Prandi al Vibo Valentia, ottenuto giocando nei momenti cruciale della gara in maniera quasi impeccabile.
In generale è stata una gara ben disputata da entrambe le squadre che si sono affrontate a viso aperto per tutta la gara. Ma è stato l’attacco, 63% contro il 53% l’arma in più dei pontini con Rauwerdink quasi imprendibile (ha chiuso con l’81%) eletto MVP dell’incontro. Se a questo si aggiungono gli errori, 8 in attacco per Vibo e solo uno per Latina, si può avere un quadro sui livelli espressi in campo.

Silvano Prandi schiera Sottile in regia e Jarosz opposto, Gitto e Verhees centrali, Rauwerdink e Noda schiacciatori e Rossini libero. Gianlorenzo Blengini risponde con Coscione al palleggio e Klapwijk opposto, Buti e Barone al centro, Urnaut e Kaliberta di banda, Farina libero.

PRIMO SET - Muro di Barone (0-1), contrattacco di Urnaut (2-4), ancora Urnaut di prima intenzione (4-7) per il 5-8 del primo tempo tecnico. Contrattacco di Rauwerdink ed errore di Urnaut (11-11), errore di Klapwijk per il 16-15 del secondo tempo tecnico. Battuta insidiosa di Jarosz, Klapwijk manda out il 18-16 e Blangini chiama tempo. Muro di Buti (18-18) e timeout per Prandi. Si torna in campo con un altro muro di Buti e contrattacco di Urnaut (18-20), difesa di Rossini e contrattacco di Rauwerdink (20-20), muro di Gitto (22-21) e Vibo chiama tempo. Ace di Rauwerdink che chiude il set sul 25-23

SECONDO SET – In campo i sestetti iniziali ma con Vibo che ruota la formazione, ace di Verhees, muro di Sottile, errore di Buti (7-4) per l’8-5 del primo tempo tecnico. Ace di Buti 9-8, contrattacco di Noda, 12-9 e Blengini chiama tempo. Errore di Jarosz (14-13), il polacco contrattacco il 16-13 del secondo tempo tecnico. Dentro Cisolla per il servizio e muro di Verhees (19-15) la Tonno Callipo ferma il gioco. Si torna in campo con un’atra battuta insidiosa di Cisolla messa a terra da Verhees (20-15), dentro prima Forni, poi Badawi, contrattacco di Jarosz (23-17), azione da “spettacolo puro” con salvataggio di Gitto e contrattacco di Rauwerdink per il 25-18.

TERZO SET – Il parziale si apre con un muro di Buti (0-1), errore di Urnaut e contrattacco di Jarosz (3-1), errore di Klapwijk (6-4), doppio ace dell’opposto calabrese, 7-8 per il primo tempo tecnico. Muro di Gitto (11-10), contrattacco di Kaliberda (13-14), contrattacco di Rauwerdink (15-14) per il 16-15 del secondo tempo tecnico. Muro di Gitto, 18-16 e Vibo ferma il gioco. Muro di Urnaut (18-18), fallo di seconda linea di Klapwijk, 20-18 e Blengini chiama tempo. Dentro Cisolla per il servizio e contrattacco Jarosz (22-19), dentro Guemart, errore Klapwijk (24-20), contrattacco Kaliberda (24-22) e Prandi chiama tempo. Si torna in campo con un errore al servizio di Buti che mette fine alla gara sul 25-22.

COMMENTI

Silvano Prandi: “Ora possiamo sognare di fare la Coppa Italia tra le prime quattro. Certo dobbiamo seguitare a giocare bene. Oggi non c’è stata una sola situazione che ha determinato il risultato, diciamo che noi abbiamo giocato bene. I nostri obiettivi rimangono entrare nel tabellone di Coppa Italia e fare i playoff tra le prime otto, per la Coppa Cev dobbiamo pensare partita dopo partita”.

Jeroen Rauwerdink: “Meglio di così non si poteva immaginare. Tutti abbiamo giocato ad alto livello di mostrando di essere una grande squadra. È importante per noi perché questa vittoria è avvenuta contro una squadra che ci precedeva in classifica. Abbiamo dimostrato di avere una grande costanza di gioco”.

Manuel Coscione: “Noi abbiamo giocato bene ma questa sera abbiamo incontrato una squadra che ha giocato meglio di noi. Non ci hanno regalato niente e ci hanno messo una grande pressione in tutti i fondamentali ad iniziare dalla battuta. Sapevamo come giocavano ma il loro mano-fuori ci ha spazientito”.

ANDREOLI LATINA-TONNO CALLIPO VIBO VALENTIA 3-0 (25-23, 25-18, 25-22)

Andreoli Latina: Rauwerdink 14, Gitto 7, Jarosz 17, Noda 9, Verhees 5, Sottile 2; Rossini (L), Fragkos, Guemart, Cisolla. N.e. Patriarca, Troy, M.Prandi (L). All. S.Prandi

Tonno Callipo Vibo Valentia: Kaliberta 13, Barone 6, Coscione, Urnaut 10, Buti 8, Klapwijk 11; Farina (L), Cortellazzi, Forni, Badawy. N.e. Rocamora, Montesanti (L). All. Blengini

Arbitri: Padoan, Sobrero

Note: Spettatori 6768 per un incasso di 1148 euro

Durata set: 28‘, 30‘, 29‘. Tot. 1h27’

Andreoli Latina: Battute vincenti 2, battute sbagliate 11, muri 5, errori 12, attacco 63%  

Vibo Valentia: bv 3, bs 13, m 53, e 21, a 53%

MVP Rauwerdink

L’INNO -  È stato lanciato l’inno ufficiale della Top Volley Latina. Prima della gara di campionato con Vibo, il cantautore Franco Mercuri ha cantato “Anima BiancoBlu” prodotto dalla Top Volley Latina su progetto di Radio Antenne Erreci 97.300, e produzione esecutiva della “Punto e Virgola Comunicazione”.

I RECORD DELL'ANDREOLI LATINA

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aprilia, in due tentano di investire i carabinieri: i residenti lanciano vasi contro i militari

  • Aprilia, minacce di morte ai carabinieri in via Francia: convalidati i due arresti

  • Fatture false e riciclaggio: la Finanza scopre un'evasione da 100 milioni. Operazione tra Roma e Latina

  • Si spara con la pistola di ordinanza: muore finanziere in servizio a Gaeta

  • Minacce di morte ai carabinieri: Giorgia Meloni in visita alla caserma di Aprilia

  • Cosa fare nel weekend? Ecco gli eventi a Latina e Provincia

Torna su
LatinaToday è in caricamento