Andreoli: dopo il bronzo nella World League, Rossini torna a Latina

Prima conferenza stampa dell'Andreoli della stagione 2013/2014; protagonista il libero della nazionale al centro del mercato di quest'estate

Salvatore Rossini con la maglia della nazionale italiana di pallavolo

Prima conferenza stampa della stagione 2013/2014 per l’Andreoli. Protagonista assoluto della giornata Salvatore Rossini, al centro del mercato della squadra pontina e confermato solo sul fil di lana. Insieme a Rossini, presente alla conferenza stampa con al collo la medaglia di bronzo della World League conquistata domenica a Mar del Plata (Arg) con l’Italia di Mauro Berruto, pronti a fare gli onori di casa, il presidente Gianrio Falivene, il ds Candido Grande.

Cominciamo questa nuova stagione da Salvatore Rossini che è reduce del viaggio Latina-Trento-Latina ma grazie alla volontà di tutte le parti, Trento compresa, si è risolta con il ritorno tra noi" ha commentato il presidente Gianrio Falivene.

Credo che i tifosi di Latina siano contenti di questo. Siamo sicuri che lo è Santilli, che l’aveva messo come prima scelta. Siamo l’unica squadra che può vantare entrambi i liberi del territorio, è un motivo d’orgoglio per noi e per la tutta provincia. C’è stato ovviamente un lavoro oscuro del direttore sportivo, che ringraziamo per quest’opera di cesello che si è conclusa con il riuscire ad accontentare tutti. Aspettiamo ora solo di partire con la preparazione ad agosto, siamo coscienti di aver fatto una buona squadra. Questo è il presupposto per un anno da protagonisti su più fronti”.

“La trattativa è stata lunga – gli fa eco il ds Grande. Quando il giocatore ha espresso la volontà di rimanere, ci siamo messi a lavoro per cercare la soluzione possibile. Siamo contenti di esserci riusciti, ma anche di aver confermato alcuni atleti della scorsa stagione. Credo che i nuovi siamo dei buoni elementi per una squadra che un mix di esperienza e gioventù.
Rossini sicuramente è uno dei migliori al mondo in questo ruolo, è il libero della nazionale, ha delle qualità enormi e ancora margine di crescita. Credo che lui lo sappia e quest’anno dia il massimo ad ogni allenamento per migliorarsi.”

“Appena c’è stata la possibilità, vuoi caso Farina, vuoi caso Trento, ci siamo adoperati tutti per cercare una soluzione – ha invece commentato Salvatore Rossini -. Ringrazio Candito, il presidente e Golden che hanno fatto di tutto per trattenermi. Sono contento per i tifosi e sono sicuro che sarà una stagione positiva per noi. Avevo scelto di lasciare Latina solo per far parte di una società che avesse potuto farmi vincere tutto, nel momento che Trento ha ridimensionato i suoi obiettivi, questo è caduto.

Per quanto riguarda le nostre avversarie di campionato penso che Macerata e Piacenza siano le squadre da battere, a seguire ci sono Cuneo e Trento. Poi una serie di squadre, tra cui metto all’inizio Modena, del nostro stesso potenziale. Per me la rosa che abbiamo è molto competitiva, Skrimov in Argentina mi è sembrato molto motivato, è un giocatore molto tecnico che ha delle potenzialità enormi, speriamo che a Latina vengano fuori. L’Andreoli ha dimostrato anche a livello europeo di essere una società importante, non si può ritenere una squadra ‘provinciale’ ma una realtà importante nel mondo della pallavolo.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Novembre 1985: l'atroce delitto di Rossella Angelico. Latina la ricorda intitolandole una rotonda

  • Maltempo, tragedia sfiorata: cade un albero su un'auto in transito

  • Due rapine in un'ora a Latina: bandito a segno in via Cisterna, il colpo salta a Santa Maria

  • Tragedia a Latina: un uomo si toglie la vita sparandosi con un'arma da fuoco

  • Operazione Astice secondo atto: nuovi arresti a Latina

  • Maltempo a Gaeta, “La Signora del Vento” danneggiata dalla forte mareggiata

Torna su
LatinaToday è in caricamento