“Andreoli-sorpresa” a Belluno: una vittoria dedicata a Rondoni

L'Andreoli sorprende tutti e in quel di Belluno si impone 3 a 0 sui padroni di casa. Semifinale ipotecata: si gioca lunedì con Modena. Falivene: "Questa vittoria è per Roberto"

 

L’Andreoli riesce a incassare 3 punti pesantissimi al “Palaverde” di Belluno, nella partita inaugurale di questa fase play-off, rifilando ai padroni di casa un pesante quanto netto 3-0. I pontini si presentano come outsider in questa competizione e qualsiasi esito arriverà, sarà ben accolto; intanto un ostacolo è stato aggirato e lunedì ci si gioca la leadership del girone con Casa Modena (diretta tv su rai sport1, ore 17.30). Anche se dovesse arrivare una sconfitta bisognerà guardare all’esito della partita di domani, quando a misurarsi saranno Modena e Belluno. Difficile comunque  fare calcoli: se la Sisley avrà la meglio, alla truppa di Prandi lunedì potrebbe anche bastare una sconfitta al tie-break per la certezza del primo posto (in caso di “miracolo”, l’Andreoli sarebbe la protagonista inattesa della semifinale scudetto). Col secondo posto in tasca invece, si apriranno le porte della semifinale per la “Challenger cup”. Nonostante la vittoria Prandi non si esalta: “Un risultato bello, dice il tabellino. La Sisley doveva vincere e noi non abbiamo svolto la parte dell’agnello sacrificale. Siamo riusciti a fare la nostra parte pur non disputando una grande partita”. Proprio al "professore", va rivolto un piccolo augurio, visto l'ormai prossimo raggiungimento - nella sfida di lunedì con Casa Modena - delle 1000 panchine nel campionato italiano. E sulla vittoria odierna è intervenuto serafico anche il primo tifoso gialloblu Falivene, ricordando il dirigente pontino Roberto Rondoni, recentemente scomparso: “Questa è la vittoria per Roberto!”

 

PRIMO SET - I pontini iniziano inseguendo il 2-0 dei padroni di casa, che vanno a punto grazie a un errore di Rivera e un muro di Horstink; poi tocca a Fei sbagliare e Rivera segna in contrattacco sul 2-3. Belluno si riporta in vantaggio sul 6-4, sfruttando un quattro occhi di Latina e un errore dell’ucraino Diackov, ma il polacco Jarosz risponde prontamente di prima intenzione e poi con Diachkov; Suxho mette a terra un muro e si va sull’8-7 al primo tempo tecnico. Gitto e Rivera si comportano bene a muro e costringono Piazza a chiamare tempo (sul 9-11). Poi Kohut e Horstink ristabiliscono la parità a muro e Prandi chiama tempo. Fei risponde a Gitto e si riferma il gioco sul 21-20 per i padroni di casa. Si rientra e Kohut allunga a muro, ma con un pipe di Diachkov i pontini non mollano e agguantano il 24 pari. Ci pensa Jarosz a segnare il sorpasso; poi Sottile  chiude la “pratica primo set” con il muro del 26-28.

SECONDO SET - Inizia il secondo set con gli stessi sestetti iniziali ed è Jarosz ad aprire le danze con un doppio ace che porta i pontini sul 3-5. Subito dopo infortunio in casa Andreoli: Prandi è costretto a sostituire Diachkov col greco Fragkos. Si va al riposo del primo tempo tecnico sul 7-8; la partita è in bilico con capovolgimenti da una parte e dall’altra: De Togni va a segno a muro, Gitto sbaglia, ma Jarosz ristabilisce il pareggio sul12-12. Poi Cester va a segno a muro (sul 15-16) e si va al riposo del primo tempo tecnico. Si riparte con un muro di Ogurcak e un errore di Rivera, e stavolta è Prandi a fermare il gioco. Il “prof.” inserisce Troy e la scelta si rivela azzeccata: prima va a segno Jarosz in contrattacco - e Piazza chiama tempo – poi lo statunitense con un ace (ed è 19-22). Va dentro Abdelaziz, e Prandi chiama time-out. Jarosz mette a segno un altro ace, e Fei risponde da par suo, e il risultato è in bilico sul 23-24. Il set si chiude con un servizio di Fei che va out, sul 23-25.

TERZO SET – Nel terzo set nessuna rivoluzione: il solo Fragkos rimane in campo al posto dell’infortunato Diachkov (che precedentemente aveva accusato un calo di zuccheri). Jarsoz porta avanti Latina, ma il vantaggio viene subito vanificato da Kohut, ed è 2 pari. Lo sloveno mette a segno altri due contrattacchi e Prandi chiama tempo. I padorni di casa allungano sul 7-4; poi Fragkos accorcia sul 7-6, e si va 8-6 al primo tempo tecnico. Le due squadre si danno battaglia punto a punto; Jarosz per Latina è in gran serata e mette a segno due ace, portando Latina sul 14-16. Piazza è costretto a chiedere tempo sul 17-14. Si riprende con Gitto a segno in contrattacco; Piazza inserisce Antonov che accorcia al servizio, sul 19-22. La gara si chiude su un servizio sbagliato dei locali sul 21-25.

 

 

PLAY-OFF 2011/2012 | Sisley Belluno-Andreoli Latina 0-3 (26-28, 23-25, 21-25)

 

Sisley Belluno: Suxho 2, Ogurcak 6, De Togni 5, Fei 16, Horstink 10, Kohut 10; Farina (L), Abdelaziz 1, Dolfo, Antonov 1. n.e: Szabò, Curti, Sorato (L). All. Piazza

 

Andreoli Latina: Gitto 8, Sottile 2, Rivera 2, Cester 7, Jarosz 27, Diachkov 6; De Pandis (L), Fragkos 4, Troy 1, Pantaleon. N.e Guemart, Galabinov, Tailli (L). All. Prandi

 

Arbitri: Santi, La Micela

 

Note: spettatori 1290

 

Durata set: 31‘, 30‘, 29‘. Tot. 1h30’

 

Belluno: Battute vincenti 2, battute sbagliate 14, muri 10 

Andreoli Latina: bv 8, bs 13, m 7

 

MVP: Jakub Jarosz

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Novembre 1985: l'atroce delitto di Rossella Angelico. Latina la ricorda intitolandole una rotonda

  • Maltempo, tragedia sfiorata: cade un albero su un'auto in transito

  • Operazione Astice secondo atto: nuovi arresti a Latina

  • Cosa fare nel weekend? Ecco gli eventi a Latina e Provincia

  • Maltempo a Gaeta, “La Signora del Vento” danneggiata dalla forte mareggiata

  • Incidente sulla Pontina, maxi tamponamento fra 8 veicoli: code e traffico in tilt

Torna su
LatinaToday è in caricamento