Andreoli insaziabile, 3-1 a Modena: è semifinale scudetto!

Nella seconda partita dei play-off, l'Andreoli si impone con merito anche su Casa Modena: la favola continua! Prandi soddisfatto: " Decisivo il secondo set, e le battute corte"

la calma e la tenacia di Prandi, essenziali in questa avventura play-off (foto volleyball.it)

 

Incredibile ma vero, l’Andreoli sta continuando a seguire la parabola in ascesa che era iniziata solo l’altro ieri con la sorprendente vittoria sulla più quotata Sisley Belluno, nel primo incontro di questi play-off. Alla squadra di Prandi oggi serviva un solo set per assicurarsi la semifinale scudetto, ma i pontini sono andati oltre, andando ad accapararrsi tutta la posta in palio: “La chiave della partita è stato il secondo set – ha dichiarato Prandi a fine partita -. Noi oggi eravamo pronti a soffrire. Modena ha giocato bene, poi c'è stata la chiave di volta nel secondo set, quando siamo riusciti a metterli in difficoltà con la batuta corta e sono entrati in confusione”. Con questo 3 a 1 Latina ha dimostrato ancora una volta come sia arrivata in grande spolvero atletico a questa volata play-off e di voler rimanere concentrata fino all’ultimo set della competizione. I pontini salgono a 6 punti in classifica dunque! 3 Punti per Belluno (che va di diritto a giocarsi l’Europa nella semifinale per la “Challenger Cup”), e 0 per Casa Modena; ora bisogna segnare in rosso sul calendario alcune date importanti, ovvero 12, 15 e 18 aprile, quando l’Andreoli si giocherà un posto nella finale scudetto con la fortissima Trento: “Noi stasera festeggiamo, ma da domani pensiamo a Trento - ha commentato il capitano Daniele Sottile -. Questo girone ha dimostrato che “regular season” e play-off non sono la stessa cosa. Abbiamo battuto Trento in stagione è vero, ma dobbiamo rimanere con i piedi per terra come abbiamo fatto fino a adesso grazie a  Prandi, che ha infuso in noi la calma necessaria in momenti come questo ad alta tensione, e ai quali non siamo mai stati abituati”. E proprio in vista della partita con Trento, la dirigenza pontina dovrà sciogliere il “nodo struttura”, visto che il “Palabianchini” di via dei Mille, non è abilitato ad ospitare gradi eventi come una semifinale scudetto: “Dobbiamo goderci questo momento – ha detto il presidente Falivene -. Parecchi “Soloni” ci davano per spacciati già a inizio campionato, e io risposi che ce la saremmo giocata partita per partita. Per quanto riguarda la “location” dove disputeremo il match con Trento, ci sono due possibilità: Frosinone o Roma. Solo nei prossimi giorni ci sarà la decisione definitiva”.

 

PRIMO SET – Si inizia all’insegna dell’equilibrio: un errore di Dennis consente a Latina di passare in vantaggio, ma l’italo cubano si fa subito perdonare rispondendo con un contrattacco (ed è 3-4). Si va 8-7 al primo tempo tecnico a dimosrazione di come le due squadre sentano la gara. Sottile è efficace a muro, Dennis dall'altra parte rimette la situazione in parità; Esko e Casoli vanno a segno per Modena, e Prandi chiama tempo sul 13-15. Ma Latina sbaglia ancora, con Rivera, e si torna nuovamente in equilibrio. Intanto Bagnoli inserisce Bellei alla battuta e la scelta si rivela azzeccatassima: l’opposto mette 3 ace di fila che consentono a Modena di prendere il largo sul 17-23. Prandi mette dentro Diachkov e Troy, ma l’inerzia del set non cambia: Anderson chiude il set sul 19-25.

SECONDO SET – Si riparte sempre all’insegna dell’equilibrio. È Jarosz a mettersi in luce per Latina con l’ace del 3-4; poi il muro doppio Rivera- Cester e si va al riposo del primo tempo tecnico sull'8-7. È un batti e ribatti: Dennis - con un ace -, e Casoli aumentano il bottino per Modena; Jarosz e Gitto (con un primo tempo) capovolgono la situazione sul 13-11. Dopo un errore del subentrato Martino, si va al riposo del secondo tempo tecnico sul 16-13 per Latina. L’Andreoli prende il largo con un contrattacco di Fragkos: Bagnoli non può far altro che chiamare tempo. Si riprende con un contrattacco di Jarosz e un muro di Cester (del 22-15); vanno dentro Carletti e Troy in battuta, poi Anderson tenta il recupero e infila due ace di fila. Prandi inserisce Pantaleon, ma è Jarosz a chiudere il set stavolta, sul 25-20, e la semifinale scudetto è ufficialmente acquisita.

TERZO SET – Prandi conferma Troy nel sestetto iniziale e si affida a Tailli (Bagnoli dall’altra parte tiene in campo Martino). Latina è sempre in palla, e non ha intenzione di accontentarsi: bene Troy in contrattacco, e Gitto a muro (per il 4-3 Latina); poi Cester va a segno di prima intenzione e sul suo contrattacco successivo, Bagnoli chiede tempo. Si rientra e Rivera va a segno su ace e poi ancora con Cester per il 12-8. Per Modena Dennis risponde in contrattacco, ma l’Andreoli tiene botta con Troy (sul 15-11) e si va 16-12 al secondo tempo tecnico. Si viaggia in equilibrio: Esko la butta a terra di prima intenzione, Martino e Rivera sbagliano, e sul 19-18 Prandi chiama tempo. Gitto rompe gli equilibri sul 23-21, poi Sala sbaglia in battuta regalando il set ai pontini sul 25-23.

QUARTO SET – Si rientra con Pantaleon in campo. Modena pare accelerare, e sulle prime battute si porta sul 3-0. Ma Latina risale la china: Pantaleon segna un ace (sul 6-7), e si va 6-8 al riposo del primo tempo tecnico. Sottile e Rivera metteono a segno ace uno dietro l'altro. A loro si aggiunge anche il greco Pantaleon, a segno di prima intenzione, e Fragkos. Grazie a un errore di Dennis e un ace dello statunitense Troy, Latina si porta in vantaggio di cinque lunghezze (16-11). Bagnoli allora opera un doppio cambio: dentro Carletti e Bellei. Anderson va a segno su ace e Prandi ferma subito il gioco. Modena si rifà sotto con un contrattacco di Martino e Prandi si gioca la carta Galabinov. Sala pareggia i conti sul 17-17, ma Latina approfitta degli errori avversari e va ancora a segno col bulgaro Galabinov. Sul 23-20 Bagnoli chiama tempo. Modena batte un colpo con Sala a muro, e si rifà sotto sul 24-23. Ma Troy chiude il set sul 25-23, per la gioia immensa dello spogliatoi di Latina e con un Falivene euforico (e invasore di campo!) con tanto di bottiglia di spumante per brindare alla vittoria.

 

PLAY-OFF 2011/2012 | Andreoli Latina-Casa Modena 3-1 (19-25, 25-20, 25-23, 25-23)

 

Andreoli Latina:  Rivera 5, Cester 12, Jarosz 11, Fragkos 7, Gitto 9, Sottile 4; De Pandis (L), Diachkov, Troy 8, Tailli (L), Guemart, Galabinov 1. All. Prandi

 

Casa Modena: Casoli 2, Kadziewicz 7, Dennis 14, Anderson 19, Sala 13, Esko 5; Manià (L), Bellei 3, Carletti, Martino 5. N.e. Castellani (L). All.: Bagnoli

 

Arbitri: La Micela, Saltalippi

 

Note: 980 spettatori, 4690 ­euro d’incasso

 

Durata set: 27‘, 28‘, 27‘, 28. Tot. 1h50’

 

Andreoli Latina: Battute vincenti 7, battute sbagliate 17, muri 10, errori 21, Attacco 54%

Modena: bv 9, bs 22, m 7, e 32, a 51%

 

MVP: Daniele Sottile

 

 

 

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 4 nuovi casi: uno è un autista dei bus. La Asl: "Rischio diffusione per presenza di asintomatici"

  • Coronavirus, molti pazienti ex covid presentano sindrome post traumatica da isolamento

  • Coronavirus Anzio, tornano i contagi: tre nuovi casi registrati in città

  • Coronavirus: nel Lazio 12 nuovi casi. In provincia positiva una donna rientrata dal Brasile

  • Aggressione sulla pista ciclabile, l'arrestato al giudice: "Le ragazze mi avevano rubato il telefono"

  • Coronavirus: nessun caso in provincia, 13 nuovi pazienti nel Lazio e 58 guariti

Torna su
LatinaToday è in caricamento