Pallavolo, niente da fare poer la Top Volley, cede in 3 set ai campioni d'Italia di Perugia

Prima sconfitta casalinga nel palazzetto di Cisterna per Latina: registrato il nuovo record di pubblico nella struttura di via delle Province

Niente da fare per la Top Volley Latina uscita sconfitta dalla partita di Santo Stefano giocata contro i campioni d’Italia della Sir Safety Conad Perugia. Gli umbri si impongono in tre set - stesso risultato dell’andata -, in un’ora e venti minuti di gioco, con gli uomini di coach Tudertini che incassano la prima sconfitta casalinga nel palazzetto di Cisterna. Arriva una battuta d’arresto per i pontini che restano a quota 16 nella classifica della Superlega mentre Perugia consolida il primato in graduatoria dopo aver conquistato il titolo di campione d’inverno. La nota positiva è il nuovo record di pubblico nel palazzetto dello sport di Cisterna: sono stati 2.386 gli spettatori ad assistere a questa sfida.

Coach Tubertini nel dopo gara

“I nostri avversari non ci hanno concesso nulla e hanno fatto una grande prestazione, certo è evidente che si può sempre fare qualcosa di più e noi dobbiamo continuare a lavorare in questo senso per proseguire il nostro percorso di crescita - ha spiega il coach Lorenzo Tubertini - Contro una squadra organizzata come Perugia abbiamo inciso molto con la battuta e per questo i nostri avversari si sono trovati spesso a giocare con la palla staccata da rete, senza raccogliere con la difesa. Tuttavia contro queste squadre devi fare il massimo e sperare che ti concedano qualcosa: noi non siamo stati brillantissimi sul cambio palla e di conseguenza siamo stati in sofferenza per tutta la partita, giriamo velocemente pagina e pensiamo alla prossima partita con la consapevolezza che sarà sicuramente di un livello importante e quindi dobbiamo arrivare preparati al meglio”.

La partita

Con Tosi ancora out il coach Lorenzo Tubertini deve continuare ad affidarsi a Parodi come libero. In avvio di gara la Top Volley Latina scende in campo con il capitano Daniele Sottile in regia opposto in diagonale a Toncek Stern, di banda Ezequiel Palacios e Swan Ngapeth, al centro Carmelo Gitto e Andrea Rossi con Simone Parodi libero. Nel corso del match spazio anche per Gavenda, Barone, Pei Huang e anche per il nuovo arrivato Ziga Stern, schiacciatore e fratello dello sloveno Toncek. 
PRIMO SET - Inizia fortissimo Perugia che dalla linea dei nove metri si rende subito incisiva specie con Atanasijevic mentre la Top Volley Latina cerca di limitare i danni e si affida a Ngapeth, come sempre molto positivo. Dal 6-10 la formazione umbra mantiene sempre un margine di vantaggio (9-12) che poi aumenta a metà set costringendo coach Tubertini a interrompere il gioco con un time-out (12-17). Leon sbaglia tre volte dalla linea dei nove metri ma anche Podrascanin è pericoloso e Latina non riesce a ricucire fino al 17-25. 
SECONDO SET - Perugia vince anche il secondo set (17-25) ma Latina dà più filo da torcere del set precedente e impatta sull’11-11: sul 15-18 i campioni d’Italia devono ricorrere al time-out. Al ritorno in campo Perugia fa valere i suoi fenomeni e mette un margine di vantaggio che la porta a chiudere il set 19-25. Intanto un boato del pubblico ha accolto l’annuncio del nuovo record di pubblico: dopo i 1.516 in casa con Padova ora l’asticella è salita a quota 2.386. 
TERZO SET - La Top Volley Latina inizia bene il terzo set, riesce anche a mettere il naso avanti in un paio di occasioni ma la qualità di Perugia si fa sentire: finisce 20-25.

I tabellini

TOP VOLLEY LATINA - SIR SAFETY CONAD PERUGIA 0-3
TOP VOLLEY LATINA: Gavenda 1, Parodi (lib.), Caccioppola ne, Gitto 2, Sottile 1, Z. Stern 2, Ngapeth 7, Barone, Tosi ne, Rossi 3, T. Stern 9, Pei Huang 1, Palacios 11. All. Tubertini
SIR SAFETY CONAD PERUGIA: Piccinelli, Hoag 2, Hoogendoorn ne, Bucciarelli, Della Lunga, Seif, Leon 15, Lanza 11, Galassi 5, Colaci (lib.), Atanasijevic 18, De Cecco 1, Podrascanin 9. All. Bernardi
Arbitri: Canessa (Bari) e Zavater (Roma)
Parziali: 17-25 (22’), 19-25 (25’), 20-25 (26’)
Note: Latina: ricezione 47% (19%), attacco 47%, ace 1 (err.batt. 9), muri pt. 5; Perugia: ricezione 47% (35%), attacco 56%, aces 7 (err.batt. 15), muri pt.15;
Mvp: Atanasijevic
Spettatori: 2.386

I commenti

“Abbiamo battuto bene e anche difeso ma ci è mancato un po’ di contrattacco, un po' di sangue freddo nelle palle rigiocate ma questo succede a tutte le squadre che li affrontano - spiega Carmelo Gitto, centrale della Top Volley Latina - ci hanno messo in difficoltà con le loro armi migliori: la battuta e l’attacco. Adesso pensiamo alla sfida di Monza dove per noi sarà una gara complicata ma abbiamo il dovere di cercare punti in ogni partita”. 
Luciano De Cecco (Sir Safety Conad Perugia): “Siamo stati attenti oggi, non abbiamo fatto giocare il nostro avversario e siamo consapevoli che per continuare il nostro percorso di crescita dovremo lavorare ancora di più sull’aspetto della concentrazione. Si sa che in questo periodo dell’anno i ritmi sono questi, a volte viaggiamo molto ma fa parte del gioco. Sono contento che la Top Volley Latina abbia il nuovo palazzetto anche se il PalaBianchini mi è rimasto nel cuore perché ho giocato a Latina e quell’impianto lo ricordo sempre con piacere perché lì abbiamo conquistato in casa una splendida promozione”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sull'Appia tra un'auto e un camion: la vittima è Maria Angela Parisella

  • Maltempo, tragedia sfiorata: cade un albero su un'auto in transito

  • Gatto incatenato e maltrattato: la segnalazione a Latina

  • Due rapine in un'ora a Latina: bandito a segno in via Cisterna, il colpo salta a Santa Maria

  • Tragedia a Latina: un uomo si toglie la vita sparandosi con un'arma da fuoco

  • Maltempo a Gaeta, “La Signora del Vento” danneggiata dalla forte mareggiata

Torna su
LatinaToday è in caricamento