Pallavolo, sfatato il “tabù” Monza: la Top Volley vince la gara al tie-break

Prima vittoria stagionale per gli uomini di coach Tubertini. Van Garderen: “Abbiamo giocato una partita con grande cuore”

Prima vittoria stagionale per la Top Volley che sfata anche il “tabù” Monza: nella gara giocata al palazzetto dello sport di Cisterna e valida per la quarta giornata di campionato, gli uomini di coach Tubertini superano i lombardi per 3-2 interrompendo così la striscia di sette sconfitte consecutive negli ultimi anni, tanto che l’ultimo successo pontino risaliva al 2017.

Meglio in attacco la Top Volley (59% contro il 53% dei monzesi) e in ricezione (55% a 47%) al termine di una sfida vibrante che ha visto la formazione pontina sbagliare anche meno in attacco, mentre Monza è stata più incisiva al servizio (6 aces a 3) e a muro (11 a 10). Il pubblico ha apprezzato.

Commenti nel post gara

“Abbiamo giocato una partita con grande cuore e il secondo set è stata la chiave di tutto perché lo abbiamo strappato a Monza che fino a quel momento stava giocando meglio di noi ma questa sfida era da tie-break, siamo una squadra che ha superato momenti difficili e questa vittoria vuol dire tanto per noi” ha chiarito a fine match Maarten Van Garderen, Mvp della partita. Un altro grande protagonista è stato Bartosz Kurek che ha aggiunto: “Dispiace per la sconfitta, abbiamo giocato una partita sempre punto a punto, dire alla pari, poi alla fine non siamo riusciti a chiuderla. Non mi aspettavo una partita così tirata ma continuando a lavorare così sono sicuro che le vittorie arriveranno e ci toglieremo le nostre soddisfazioni”.

La partita

In avvio di match coach Lorenzo Tubertini schiera Sottile in palleggio opposto in diagonale a Patry, di banda Karliztek e Van Garderen, al centro Szwarc e Rossi con Cavaccini libero, poi nel corso del match c’è stato spazio anche per Peslac (per Sottile), Palacios (per lo schiacciatore tedesco) e per il centrale Elia.
PRIMO SET - La Top Volley perde il primo set 18-25 ma l’avvio è tutto dei pontini che pungono con la battuta costringendo Calligaro ad aggiustare spesso una ricezione con palla piuttosto staccata (8-6, 11-9) anche se dal 12-12 le cose cambiano radicalmente e Monza prima trova le contromisure e poi una striscia di muri vincenti che si rivela letale e le permette di staccarsi: sette muri vincenti nel primo parziale (di cui tre consecutivi fino al 13-17) spaccano letteralmente in due il parziale. Tubertini getta nella mischia Palacios ma Monza mantiene il margine di vantaggio a suon di muri tanto che chiude con due block di fila fino al 18-25 e con un Kurek molto ispirato capace di ben sette punti personali. 
SECONDO SET - Ma la sfida è aperta e la Top Volley ruggisce e vince il secondo set 25-23 con il 60% in attacco (sei punti percentuali in più di Monza in questo fondamentale) e con il 67% di ricezione (contro 42%), Patry ne piazza sei a terrra, Kurek si ripete con altri sette punti. Dal 17 pari la Top Volley macina gioco e si stacca: sul 21-19 Fabio Soli prova a spezzare l’inerzia dei pontini con il time-out ma il set ormai è in ghiacciaia nonostante qualche errore di troppo dai nove metri per la Top che chiude al secondo tentativo 25-23. 
TERZO SET - Nel terzo parziale Monza vince 19-25 ma suda un po’ nel finale. La Top Volley subisce parecchio (troppo) e cala fino al 12-22, poi però si riaccende la luce e piazza un parziale di 5-1 che sembra riaprire il set, prima del pasticcio che porta i lomabrdi 18-24, preludio al 19-25. 
QUARTO SET - Il match è ancora aperto perché sotto 1-2 il quarto spicchio di gara diventa fondamentale per la Top Volley che se lo porta a casa con cattiveria agonistica e livello di gioco molto intenso. Finisce 25-15 con Szwarc protagonista, Patry incisivo (5 punti nel set), e Van Garderen il migliore a referto (7 punti), dall’altra parte della rete il solito Kurek con i consueti sette punti. La Top Volley è sempre avanti (13-10, 16-11): Tubertini schiera Peslac in palleggio e la Top Volley continua a macinare punti si arriva al 21-14 e si chiude con l’ace di Van Garderen. 
QUINTO SET - Il tie-break la Top Volley lo strappa con grinta (15-11) anche se Monza era partita meglio (4-6, 7-8), cruciale il muro vincente di Sottile e gli attacchi vincenti di Patry (13-19). Il pubblico in delirio, tutto in piedi, si gode il 15-11 finale che vale la prima vittoria stagionale dei pontini.

Il tabellino

Top Volley - Vdero Volley Monza 3-2
TOP VOLLEY: Peslac, Szwarc 10, Cavaccini (lib.), Van Garderen 23, Sottile 1, Rossato ne, Patry 24, Karliztek 15, Elia, Rossi 7, Palacios, Onwuelo, Rondoni ne. All. Tubertini.
VERO VOLLEY MONZA: Kurek 31, Calligaro 3, Dzavoronok 15, Federici, Louati 14, Biasotto ne, Goi (lib.), Galassi 2, Yosifov 5, Beretta 8, Capelli ne, Giani, Sedlacek. All. Soli
Arbitri: Maurizio Canessa e Giorgio Gnani
Parziali: 18-25 (26’), 25-23 (31’), 19-25 (26’), 25-15 (23’), 15-11 (18’)
Spettatori: 1.215
Statistiche: Top Volley: ricezione 55% (37 %), attacco 59 %, aces 3 (err.batt. 14), muri pt. 10; Monza: ricezione 47% (25 %), attacco 53 %, aces 6 (err.batt. 15), muri pt. 11.
Spettatori: 1.215
MVP: Van Garderen

Il tour de force

Sette partite aepttano ora la Top Volley in 21 giorni. Ci sarà pochissimo tempo per ripensare a questa partita per la Top Volley che nelle prossime settimane giocherà praticamente ogni due giorni: mercoledì 13 novembre alle 20:30 sarà già a Modena nel turno infrasettimanale valido per la quinta giornata e domenica 17 novembre alle 18 di nuovo in campo al palasport di Cisterna per la partita con il Consar Ravenna, match valido per il sesto turno di Superlega. Ma non finisce qui perché il tour der force prevede che il derby con il Sora si giochi a Veroli appena tre giorni dopo la sfida con il Ravenna, ovvero mercoledì 20 novembre, e il sabato successivo (23 novembre) è previsto l’anticipo di Padova alle 18 in diretta su Rai Sport, quindi mercoledì 27 novembre il turno infrasettimanale casalingo con il Trento e la domenica successiva (1 dicembre) la trasferta di Verona.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Usura e spaccio, Antonio Di Silvio intercettato: "Io non sono uno zingaro come gli altri"

  • Usura, estorsione e spaccio: otto arresti. In carcere anche Antonio Di Silvio

  • Preso con due etti di cocaina dopo un inseguimento, in lacrime davanti al giudice

  • Furti di auto col trucco dello "spinotto": confessa uno dei ladri della banda

  • Cinque chili di droga nascosta nell’armadio, impossibile dimostrare che era sua: assolto

  • Dramma a Terracina: uomo si toglie la vita impiccandosi a un ponte

Torna su
LatinaToday è in caricamento