"Per evitare un mare di guai”: a Gaeta ospita la manifestazione sulla sicurezza in acqua

Ad organizzarlo la Federazione Italiana Nuoto. Il momento clou il 5 giugno con la simulazione di un'esercitazione di soccorso in acqua. Massimiliano Rosolino padrino dell’evento

La spiaggia di Serapo a Gaeta

Sarà Gaeta ad ospitare, con l’arrivo della stagione estiva, l'appuntamento della Federazione Italiana Nuoto con il progetto "Per evitare un mare di guai”, tre giornate, dal 4 al 6 giugno, dedicate al nuoto e alla sicurezza in acqua. 

Sarà proprio la "Giornata del Nuoto e della Sicurezza Acquatica” organizzata insieme al Comune di Gaeta il momento più importante del progetto promosso per salvaguardare la vita umana, attraverso la diffusione della cultura dell'acqua, delle discipline natatorie e assicurando la formazione e l'aggiornamento degli assistenti bagnanti che controllano le coste italiane. Il fulcro dell'evento è in programma dunque martedì 5 giugno presso la spiaggia di Serapo fronte Hotel Mirasole, dalle 11.30 alle 13.30, con la simulazione di un'esercitazione di soccorso attraverso l'ausilio di pattini, unità cinofile, moto d'acqua, mezzi navali ed elicottero. Padrino dell’evento saràà Massimiliano Rosolino. 

L’esibizione di "Per evitare un mare di guai" s'inserisce in un contesto di tre giorni, appunto, e coinvolgerà in convegni ed approfondimenti rappresentati istituzionali, delle Capitanerie di Porto, della Protezione Civile, della Guardia Costiera e delle federazioni italiana, europea e mondiale (il programma in basso).

"In Italia ci sono 70.000 assistente bagnanti per 7.500 km di costa e 5 milioni di praticanti - sottolinea il presidente Paolo Barelli - Il tema della sicurezza acquatica è primario per la federazione. Noi sappiamo come formare gli assistente bagnanti, ma il nostro compito è anche educare la cittadinanza. Bisogna avere rispetto e fiducia del mare e degli specchi d'acqua e nel contempo alimentare la percezione del pericolo e la prevenzione assicurando la diffusione di strumenti al servizio della sicurezza. Con questa manifestazione desideriamo sensibilizzare le istituzioni, affinché ogni specchio d’acqua sia controllato da professionisti ben addestrati. La nostra è una funzione educativa, è il cosiddetto salvamento didattico. Mettiamo a disposizione della collettività la nostra professionalità con l'obiettivo di vivere con serenità e coscienza ogni attività in acqua".

"Intendo rivolgere un sentito ringraziamento al presidente FIN l'Onorevole Paolo Barelli - ha detto il sindaco Cosmo Mitrano - per aver scelto Gaeta quale luogo deputato ad ospitare convegni di alto profilo e dimostrazioni in mare finalizzate a salvaguardare la vita umana. Gaeta - prosegue il primo cittadino - è pronta ad accogliere convegnisti, atleti e professionisti provenienti da tutta Italia per una tre giorni all'insegna della diffusione della cultura dell'acqua e delle discipline natatorie". "Inauguriamo nel migliore dei modi la stagione estiva attraverso una manifestazione che si preannuncia ricca di momenti di formazione, ed esercitazioni di soccorso attraverso l'ausilio di pattini, unità cinofile, moto d'acqua, mezzi navali ed elicottero”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente nella notte sull'Appia, un morto e due feriti gravissimi

  • Coronavirus: un nuovo caso in provincia. Rilevati in aeroporto 36 positivi dal Bangladesh

  • Coronavirus, 14 casi nel Lazio. Regione: “A Terracina positivo un uomo del Bangladesh”

  • Coronavirus: nel Lazio 920 casi, 19 in più rispetto a ieri e 709 persone in isolamento domiciliare

  • Coronavirus, quattro nuovi casi positivi a Formia. L'annuncio del sindaco

  • Coronavirus Latina: i contagi crescono ancora, tre nuovi casi in provincia

Torna su
LatinaToday è in caricamento