Lezione speciale per i ragazzi del Mattei con il campione paraolimpico Andrea Devicenzi

Tappa a Latina di “Progetto 22”, l’iniziativa che porta il campione paraolimpico di triathlon nelle scuole del Paese per confrontarsi con i più giovani e trasmettere loro un importante insegnamento

Partecipazione e grande emozione durante l’incontro tra i ragazzi dell’istituto Enrico Mattei e il campione paraolimpico di triathlon Andrea Devicenzi. 

Ha fatto tappa anche nel capoluogo pontino “Progetto 22”, il giro formativo nelle scuole del Paese nato dall’idea del campione paraolimpico con la collaborazione di Laura Barbieri, global family banker di Banca Mediolanum del professor dell’istituto Mattei Carlo Sbandi. Due gli incontri che hanno scandito la mattinata di martedì 30 gennaio dell’istituto di Latina a cui hanno preso parte anche il sindaco Damiano Coletta e gli assessori allo sport Felice Costanti e alla Cultura e all’Istruzione Antonella Di Muro. 

Progetto 22

Il 44enne atleta emiliano, che a soli 17 anni ha subito l’amputazione della gamba a causa di un grave incidente in moto, visita gli istituti italiani per far riflettere i giovani sui “22”  valori a cui si richiama il nome del progetto ma soprattutto per trasmettere loro un insegnamento: tutti possono ambire al successo nella propria vita, anche chi ha una gamba in meno, ma affinchè questo accada occorre abbattere non solo le barriere fisiche ma ancor più quelle mentali che risiedono non solo nei pregiudizi altrui ma soprattutto nella testa di chi non ha il coraggio di dare un senso alla propria vita dopo un grave trauma o perché semplicemente si sente inferiore agli altri. 

L’incontro con i ragazzi del Mattei

Nelle vesti di “mental coach” Devicenzi ha esortato i ragazzi ad avere fiducia nei propri talenti sottolineando però che la strada verso il successo, accessibile a tutti e che cambia da individuo a individuo, ha un minimo comune denominatore: il sacrificio. Insomma, ognuno di noi deve accettare la sfida che la vita gli mette davanti e deve provare ogni giorno a vincerla. A tutti i costi e con passione. 

Al termine dell’incontro i ragazzi del Mattei si sono trattenuti con Andrea Devicenzi chiedendo autografi e soprattutto consigli di vita. Per le classi quinte, che devono affrontare tra pochi mesi la prova conclusiva, l’incontro è stato entusiasmante e significativo in quanto dalla testimonianza di Devicenzi hanno capito che nulla è impossibile a chi si impegna con passione e slancio. L’esempio di Devicenzi è stato, inoltre, rassicurante per tutti gli alunni BES (con Bisogni Educativi Speciali) perchè grazie alla sua voglia di vivere e di giungere al traguardo nel modo migliore possibile hanno imparato a non sentirsi diversi e perciò  inferiori agli altri ma a saper sfruttare i propri talenti facendosi apprezzare per quello che sono e che sanno fare.

La lettera di una professoressa del Mattei

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spaccio di droga e corruzione: 34 arresti a Latina. Coinvolti due agenti della polizia penitenziaria

  • Droga e corruzione in carcere, i nomi dei 34 arrestati dell'operazione "Astice"

  • Astice e cocaina in carcere: in cambio di favori soldi e droga agli agenti corrotti

  • Corruzione in carcere, il detenuto parla dell'ispettore: "Quando vuole mangiare fallo mangiare subito"

  • Latina, giallo in via Sabaudia: trovato il cadavere di un uomo in auto

  • La buona sanità a Formia, bimbo cade e si rompe la milza: il chirurgo torna in ospedale e lo salva

Torna su
LatinaToday è in caricamento