Il Latina sbatte contro Vigorito. Pari a reti bianche a Vicenza

Paolucci si fa parare il rigore dal secondo portiere vicentino (entrato dopo l'espulsione di Bremec), che poi salva il risultato in altre tre occasioni. Nella ripresa, i padroni di casa si chiudono bene, i pontini non trovano sbocchi

Il rigore fallito da Paolucci

Un bel Latina solo a metà, si fa imbavagliare da un generoso Vicenza, che resiste per ottanta minuti in inferiorità numerica e porta a casa un pareggio sofferto quanto meritato. Tanti rimpianti per i pontini, che dopo dieci minuti avrebbero potuto stravolgere il match a proprio favore, se Paolucci avesse realizzato il rigore da lui stesso procurato, e che aveva portato all’espulsione del portiere Bremec. Il resto lo fa Vigorito, con almeno altri tre interventi determinanti nel primo tempo, e l’ottima difesa dei vicentini che chiudono ogni varco ai nerazzurri incapaci di costruire occasioni significative nella ripresa. Un pareggio dal doppio significato: un punto guadagnato per il Vicenza, due persi per il Latina.  

MINI TURNOVER - Ci sono alcune novità in formazione da ambo le parti. Lopez (squalificato e sostituito in panchina da Praticò, ndr) si affida ad un elastico 3-5-2, scegliendo Spiridonovic come partner in attacco di Cocco, e consegnando le chiavi del centrocampo a Di Gennaro. Beretta invece oltre all’annunciato esordio di Valiani, cambia due terzi della difesa, schierando Brosco e Cottafava al posto di Bruscagin ed Esposito. Il Latina prende subito il comando delle operazioni, tenendo il baricentro alto, con le due mezzali in costante appoggio alle due punte, anch’esse piuttosto attive in fase di non possesso. Il Vicenza prova a difendersi e ripartire, affidandosi esclusivamente alla delicatezza di tocco di Di Gennaro, dai cui piedi partono tutte le azioni dei padroni di casa.
L’aggressività delle mezzali pontine però, porta i frutti già all’8’, quando Crimi ruba palla sulla destra, e scodella in mezzo un bel pallone che Pettinari gira di testa a lato di poco. Due minuti dopo, il match viene stravolto dall’espulsione di Bremec, che esce per bloccare Paolucci lanciato a rete e lo atterra, forse. Le immagini non accertano l’esistenza del tocco, né l’entità dello stesso. Fatto sta che il direttore di gara Abbattista concede il penalty al Latina, esibendo il rosso al portiere. Praticò rinuncia alla punta Spiridonovic per inserire Vigorito, il quale subito si rende protagonista, prima neutralizzando il rigore di Paolucci, poi respingendo, un paio di minuti dopo, una deviazione dello stesso attaccante, su conclusione di Crimi. Da lì in poi è un monologo del Latina, che si spinge in avanti, senza tuttavia trovare sbocchi invitanti. Serve un tiro alla “carlona” di Dellafiore dalla sua trequarti per impensierire Vigorito, il quale si rifugia in angolo, e subito dopo è fenomenale sul colpo di testa di Cottafava. Più passano i minuti, più si assiste ad una sfida tra il tra Latina e Vigorito.

SECONDO TEMPO – Quello che doveva rappresentare un vantaggio per il Latina, la superiorità numerica, paradossalmente diventa un freno. Con il suo 4-4-1, Praticò riesce a ricompattare la sua formazione, limitando gli spazi per ragionare, e impedendo di fatto ai pontini di proporre una manovra pulita ed incisiva. L’ingresso di Sforzini per Paolucci, crea sì qualche apprensione in più, specie quando gli esterni nerazzurri vanno sul fondo e crossano al centro, ma non a sufficienza per mettere seriamente sotto pressione Vigorito. E’ anzi il Vicenza a mettere a referto due potenziali occasioni, pur se su calcio piazzato. Beretta inserisce anche Sbaffo, sistemando i suoi con un 3-4-3, con il numero dieci e Pettinari ai lati di Sforzini. Praticò inserisce Alhassan al posto di un esausto e generoso Di Gennaro, oltre a Maritato al posto di Cocco. I minuti passano, e Beretta le prova tutte, inserendo anche Petagna per Cottafava, chiudendo con il 4-2-3-1. Non accadrà più nulla. Il taccuino di Abbattista si riempie nella casella degli ammoniti, resta bianca quella dei marcatori. Il Latina si fa bloccare dal Vicenza, e porta a casa un pareggio pieno di rimpianti.  

VICENZA (4-4-2) 1 Bremec; 7 Brighenti, 26 Camisa, 23 Gentili; 27 Laverone, 20 Sbrissa, 21 Di Gennaro (22’st – 6 Alhassan), 8 Cinelli, 3 D’Elia; 19 Cocco (30’st – 9 Maritato), 11 Spiridonovic (10’pt – 22 Vigorito). A disposizione: 5 El Hasni, 10 Giacomelli, 14 Garcia, 16 Gerbaudo, 18 Sciacca, 24 Urso. All. Praticò (Lopez squalificato).

LATINA (3-5-2) 1 Farelli; 23 Brosco, 4 Cottafava (36’st – 11 Petagna), 15 Dellafiore; 6 Angelo, 8 Crimi (24’st – 10 Sbaffo), 5 Bruno, 18 Valiani, 29 Rossi; 20 Pettinari, 9 Paolucci (1’st – 32 Sforzini). A disposizione: 1 Spilabotte, 3 Bruscagin, 11 Petagna, 16 Milani, 21 Almici, 27 Esposito, 28 Ricciardi, 32 Sforzini. All. Beretta

Arbitro: Abbattista di Molfetta

Ammoniti: Di Gennaro (V), Gentili (V), Dellafiore (L), Angelo (L), Valiani (L), Cocco (V), Rossi (L), Laverone (V)

Espulsi: 10’pt Bremec per interruzione di chiara occasione da gol

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sull'Appia tra un'auto e un camion: la vittima è Maria Angela Parisella

  • Maltempo, tragedia sfiorata: cade un albero su un'auto in transito

  • Gatto incatenato e maltrattato: la segnalazione a Latina

  • Due rapine in un'ora a Latina: bandito a segno in via Cisterna, il colpo salta a Santa Maria

  • Tragedia a Latina: un uomo si toglie la vita sparandosi con un'arma da fuoco

  • Tragico incidente a Terracina, auto contro un camion: muore una donna

Torna su
LatinaToday è in caricamento