Buonaiuto sorprende l’Entella dell’ex Breda: il Latina espugna Chiavari

Un guizzo dell'ex Perugia regala la vittoria ai pontini che mancava da due mesi. Una vittoria che premia il cuore dei pontini, ma per la salvezza serve un miracolo

Per la salvezza forse è troppo tardi. I playout restano distanti 7 punti, distanza difficile da colmare a quattro turni dalla fine. Ma per lo meno i pontini confermano di volersela giocare fino alla fine, di onorare un campionato sfortunato, di chiudere al meglio una stagione disastrata. Un messaggio all'ambiente e alle prossime avversarie: per battere il Latina bisognerà faticare.

PRIMO TEMPO - Classifica alla mano è una gara che conta quasi esclusivamente per l’Entella. I liguri devono difendere l’ottavo posto, ultimo buono per partecipare ai playoff. I pontini a -9 dalla salvezza, e -8 dai playout hanno poco di che sperare. Ci sono poi le assenze e la condizione fisica di alcuni giocatori tutt’altro che invidiabile a ridurre le cartucce a disposizione di Vivarini. In campo infatti si registrano l’esordio dal 1’ del giovane Di Nardo in avanti, e quello assoluto del centrocampista Maciucca, che si sistema sull’out di sinistra. In difesa manca anche Dellafiore, sostituito da Bruscagin. Nonostante tutto Vivarini riesce a sistemare in campo una squadra competitiva. Una formazione compatta, cui magari manca qualcosa di livello in avanti, ma a livello di volontà e applicazione c’è poco da eccepire. L’Entella è senza dubbio più squadra, e i 20 gol della coppia Caputo-Catellani creano imbarazzo se rapportati all’unico misero centro realizzato da De Giorgio. Eppure il Latina se la gioca. Proprio l’ex Crotone e Insigne sono tra i più intraprendenti, mentre il giovane Di Nardo mostra tanta voglia, palesando nel contempo tanta immaturità. Vivarini, tanto per cambiare, perde subito un giocatore per infortunio, Mariga, rilevato da De Vitis, Alessandro. Precisazione necessaria, perché in panchina c’è anche Antonio De Vitis, giovanissimo classe 2000.

LE PAGELLE DEI NERAZZURRI 

SECONDO TEMPO - Nel computo delle occasioni è l’Entella a rendersi più pericoloso, ma Pinsoglio e la scarsa freddezza degli avanti liguri contribuiscono a mantenere immacolato il punteggio. Le cose cambiano poco nella ripresa. Il Latina resta sul pezzo, pur essendo poco pericoloso in avanti. Con Di Matteo e Buonaiuto Vivarini cerca anche il colpaccio passando al 4-2-3-1. Zaniolo, Di Paola e Puntoriere le scelte di un insoddisfatto Breda. Scontento anche perché i minuti passano e l’Entella non riesce a pungere. Lo fa invece il Latina proprio con Buonaiuto che pesca l’angolino giusto per beffare Iacobucci. È il 39’ della ripresa, per una volta sono i nerazzurri a colpire nel finale.

ENTELLA (4-3-1-2) Iacobucci; Belli, Benedetti, Ceccarelli, Sini; Pecorini (17’st Zaniolo), Palermo, Moscati; Tremolada (36’st Puntoriere); Caputo, Catellani (27’st Di Paola). A disposizione: Paroni, Filippini, Pellizzer, Di Paola, Cleur, Ba, Zaniolo, Ardizzone. All. Breda

LATINA (3-4-3) Pinsoglio; Coppolaro, Garcia Tena, Bruscagin; Nica (18’st Buonaiuto), Mariga (25’pt De Vitis), Bandinelli, Maciucca (8’st Di Matteo); Insigne, Di Nardo, De Giorgio. A disposizione: Grandi, Varga, Pinato, An. De Vitis, Negro, Jordan. All. Vivarini

Arbitro: Marinelli di Tivoli

Marcatori: 39’st Buonaiuto (L)

Ammoniti: Bruscagin (L), Moscati (E), Zaniolo (E)

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alla guida di una Smart a 145 km/h sulla Pontina: patente ritirata a un automobilista

  • Infermiera caposala del Goretti rubava farmaci e ricette, condannata a due anni

  • Fatture false e riciclaggio: la Finanza scopre un'evasione da 100 milioni. Operazione tra Roma e Latina

  • Donna scomparsa da giorni a Doganella, l’appello dei familiari per ritrovarla

  • Aprilia, minacce di morte ai carabinieri in via Francia: convalidati i due arresti

  • I “4 Ristoranti” di Alessandro Borghese sulla Riviera d’Ulisse: trionfa la Ricciola Saracena

Torna su
LatinaToday è in caricamento