Volley, Latina ko nel derby. Prandi: «Siamo calati troppo in attacco».

La sfida con la Roma rimane ancora un tabù per i pontini. L'Andreoli torna a casa con un solo punto dopo una lunga battaglia durata cinque set

Maruotti Gabriele, premiato come miglior giocatore in campo

Niente da fare per Latina che anche stavolta esce battuta dal Pala Tiziano di Roma, anche se con onore. Eppure si era messa bene per i pontini che sono andati in vantaggio di due set, lasciando così al tecnico Giani il compito di risolvere il rebus per sbloccare la partita.

Prandi optava inizialmente per Sottile in regia con Troy opposto, Cester e Hardy-Dessources centrali, Roca e Rivera schiacciatori e De Pandis libero; Giani rispondeva con Boninfante al palleggio e Sabbi opposto, Lebl e Bjelica alcentro, Cisolla e Zaytsev di banda, Paparoni libero.

Primo set:  tutto fila via liscio come l’olio, con i pontini che prendono subito il largo (6-11); la reazione romana non si è fatta troppo attendere, e i ragazzi di Giani accorciano sul 13-15. Sarà alla fine un risolutivo Cester, col suo muro impenetrabile, a consentire all’Andreoli di allungare e di chiudere il set sul 18-25.

Secondo set: il secondo parziale sembra la fotocopia del primo. Non basta l’ingresso di Maruotti, Paolucci e Bencs per la Roma, è Hardy a portare Latina subito sul 4-11. Zaytsev e un muro di Paolucci fanno risalire la Roma (9-14), ma rispondono bene per il Latina Cester a muro, e Troy; poi Bencs sbaglia ed è 9-18. Giani chiede tempo, ma non serve; un ace di Bencs, l’invasione a muro dei capitolini e un muro di Cester sono il riassunto del 15-25 finale.

Terzo set: Giani capisce che qualcosa non va, inserisce Maruotti, e fa ruotare la formazione. Il risultato immediato è che si stabilizza la ricezione ed è già un’altra Roma in qeusto parziale. I locali vanno subito avanti (8-3). Ci prova Troy a contrattaccare, ma con un ace di Zaytsev si va sul 15-10; sul 19-13 i pontini chiamano tempo per rischiarirsi le idee: doppio cambio con Jarosz e Guemart in campo per l'Andreoli, ma il canovaccio non cambia. Sul 21-14 sono Zaytsev e Maruotti ad affondare Latina. 25-16 E si chiude il set.

Quarto set: il parziale inizia con il confermatissimo Maruotti in campo (determinante nei fondamentali e soprattutto nel dare la giusta carica ai suoi compagni). Ace di Sabbi ed errore di Troy per il 4-2; sull’8-6 per i pontini entra Fragkos, e Latina sembra rianimarsi: un errore di Sabbi porta il risultato sul 10-9, e un ace di Fragkos pareggia i conti. Ma è un fuoco di paglia. Latina non gira a dovere: il muro di Lebl prima, e l’errore di Cester poi inchiodano i pontini sul 21-16. Il set si conclude a favore di Roma (25-18).

Quinto set: al tie break ci si aspetta la reazione, da una squadra, quella pontina, che ultimamente ha fornito prove di grande sostanza mentale (vedi la rimonta su Piacenza), ma stavolta il miracolo non si avvera. Maruotti guida il contrattacco dei capitolini ed è 3-1; Prandi ferma il gioco. Si riprende con due muri di Bjelica (5-1). Entra Fragkos, ma c’è Zaytsev per l’8-3. Ironia della sorte è proprio l’ex Bielica ad affossare i pontini: i suoi muri dicono no a alla voglia del Latina di sfatare il tabù Roma. La partita termina sul 15-9.
 

COMMENTI

Silvano Prandi  - «Un vero peccato perché Latina aveva iniziato con il passo giusto, poi c’è stato soprattutto un calo nel rendimento in attacco».

Andrea Giani - «Devo dire bravo a Gabriele (Maruotii, premiato come miglior giocatore in campo) per l’aver dato la giusta carica - ha asserito il tecnico capitolino - è stato decisivo in tutti i fondamentali. La nostra pecca è stata l’aver sbagliato, all’inizio, con imprecisioni e troppi errori».

Non si è trattata certo di una debacle per Latina. Tutto sommato un punto muove la classifica (+11), mentre Roma sale a dieci. Ora c’è la sosta e tutto il tempo per riordinare le idee e arrivare preparati alla prossima sfida di campionato che vedrà l’Andreoli impegnata nel difficile match in casa della Bre banca Lanutti Cuneo, il prossimo 8 dicembre.

TABELLINI

M.Roma-Andreoli Latina 3–2 (18-25, 15-25, 25-16, 25-18, 15-9)

M.Roma: Boninfante 3, Zaytsev 22, Lebl 12, Sabbi 6, Cisolla 4, Bjelica 12; Paparoni (L), Maruotti 12, Bencs 3, Paolucci 1. N.e: Passier, Puliti, Corsano (L).

Allenatore: Giani

Andreoli Latina: Rivera 6, Cester 13, Sottile 5, Roca 6, Hardy-Dessources 8, Troy 14; De Pandis (L), Gitto 1, Jarosz 2, Fragkos 3. N.e Guemart, Tailli (L), Galabinov. Allenatore: Prandi

Arbitri: Satanassi, Prandi

Note: spettatori 1948 per un incasso 3023

Roma: battute vincenti 5, battute sbagliate 17, muri 10, errori 16, attacco 53%

Latina: battute vincenti 2, battute sbagliate 14, muri 8, errori 22, attacco 45%


 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso per lavorare in Senato: come candidarsi

  • Torna l’ora solare: lancette dell’orologio indietro, ecco quando spostarle

  • Un uomo colto da infarto in strada: salvato da un medico e dal 118

  • Ritrovato alla stazione Termini Valerio Federici, era scomparso da Aprilia il 15 ottobre

  • Aprilia, scomparso da casa Valerio Federici: l'appello per ritrovarlo

  • Cosa fare nel weekend? Ecco gli eventi a Latina e Provincia

Torna su
LatinaToday è in caricamento