Studenti di Roccagorga ad Auschwitz per le celebrazioni della Giornata della Memoria

Il viaggio dei ragazzi dell’istituto Anna Franck con il sindaco Piccaro: “Siamo qui per non dimenticare mai”. Partiti anche i 38 studenti di Aprilia che vivranno la significativa esperienza della visita ai campi di sterminio

Una giornata dal grande significato quella di oggi per gli studenti della scuola secondaria Anna Frank di Roccagorga che hanno partecipato questa mattina alle celebrazioni della Giornata della Memoria che si sono tenute ad Auschwitz, nei pressi dell’ex campo di sterminio. Un viaggio particolarmente significativo e dall’alto valore educativo, a cui ha preso parte anche il sindaco Nancy Piccaro che ha voluto accompagnare i ragazzi in questa tappa così importante dal punto di vista educativo.

“Questa esperienza rappresenta un forte richiamo contro ogni forma di sopruso dell’uomo sull’uomo e contro ogni forma di violenza – ha detto il sindaco questa mattina rivolgendosi agli studenti nell’ambito delle cerimonie in corso ad Auschwitz – Ritengo sia importante condividere questi momenti con voi, i giovani della mia comunità. Oggi siamo qui a rappresentare Roccagorga, l’istituto scolastico Anna Frank e tutto il nostro territorio. I nostri occhi sono i vostri occhi e insieme respiriamo il dolore, l’orrore che aleggia in questo terribile luogo. E’ importante per i ragazzi della scuola ‘Anna Frank’ conoscere il passato ed il contesto storico in cui è maturata la tragedia di Anna Frank. Siamo qui per ribadire fermamente la condanna verso ogni forma di sopruso e di prevaricazione e perché è importante tenere viva la memoria in noi e soprattutto nelle nuove generazioni, affinché ognuno di noi sia soggetto attivo nel processo di diffusione di una cultura di pace e di rispetto nei confronti di tutti e di tutte le forme e declinazioni delle più svariate differenze che possano esistere nel genere umano. Siamo qui per combattere il male dell’indifferenza, che forse è uno dei sentimenti peggiori che possono albergare nelle nostre coscienze. Oggi siamo qui per non dimenticare mai”. 

Studenti di Sabaudia ricordano la Shoah

Il viaggio ad Auschwitz rientra nel programma delle manifestazioni promosse dal Comune di Roccagorga in occasione della Giornata della Memoria, che prevede anche due altri momenti culturali e di ricordo che saranno celebrati oggi a Roccagorga all’interno dell’auditorium comunale di piazza Marconi. Il primo è una interessante mostra sull’Olocausto, un progetto a carattere multimediale; il secondo è rappresentato da una serie di letture di diari, poesie e testimonianze di deportati di Roccagorga, che sarà aperto da un videomessaggio del sindaco Nancy Piccaro da Auschwitz.

Viaggio della Memoria a Berlino per gli studenti di Latina 

Il viaggio degli studenti di Aprilia

Come anche i ragazzi di Cori e Sermoneta, gli studenti di Aprilia, 38 in totale, sono partiti ieri per il loro Viaggio della Memoria che li porta a visitare il campo di concentramento di Auschwitz-Birkenau in occasione della giornata commemorativa del 27 gennaio. I ragazzi, studenti di terza media degli Istituti Comprensivi G. Pascoli, G. Matteotti, A. Toscanini, A. Gramsci e G.Menotti Garibaldi (l’Istituto “G.Orzini” non ha preso parte al progetto perché quest’anno non ha classi terze), rientreranno ad Aprilia il prossimo 30 gennaio.

Presente alla partenza l’assessore alla Pubblica Istruzione Elvis Martino che ha salutato i giovani studenti, raccomandando loro di far tesoro di un’esperienza formativa ed umana essenziale: “Sono certo che i 38 studenti rientreranno ad Aprilia diversi da come sono partiti: più consapevoli non solo delle atrocità che sono state commesse in nome della razza e dell’intolleranza, ma anche del loro compito di sentinelle della pace, della libertà e della difesa dei diritti dei più deboli”. Il Comune anche quest’anno ha voluto sostenere l’iniziativa contribuendo alle spese di viaggio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“I viaggi della Memoria rappresentano un passaggio importante per la nostra comunità cittadina, quasi un rito di passaggio – ha commentato il sindaco di Aprilia Antonio Terra – sia i docenti che gli studenti che hanno preso parte a questa esperienza negli anni passati, ci riportano il racconto di un momento fondamentale non solo per i percorsi formativi individuali ma anche per la costruzione di un’identità collettiva. L’Amministrazione sostiene con forza e convinzione questa esperienza: come detto qualche giorno fa, la nostra Città e il mondo in cui viviamo hanno bisogno di tutta la determinazione e tutto il coraggio di cui i giovani sono capaci, per evitare che le atrocità commesse in un passato non troppo lontano si ripetano anche oggi. Un pensiero, infine – ha concluso il primo cittadino – va a Liliana Segre e Sami Modiano, due dei 13 italiani ancora viventi scampati ai campi di concentramento, a cui il Consiglio comunale ha conferito la cittadinanza onoraria di Aprilia lo scorso 10 dicembre. I nostri ragazzi sono cresciuti ascoltando i loro racconti e ripercorrendo il loro dolore: la cittadinanza onoraria, arrivata poche settimane prima del 75° anniversario dalla liberazione di Auschwitz, è il giusto riconoscimento al loro ruolo nella formazione delle coscienze individuali e collettive, anche nel nostro territorio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Latina: 341 positivi in provincia. Nel Lazio 157 contagi in più in un giorno

  • Coronavirus Latina: salgono a 359 i positivi in provincia. Nel Lazio 123 casi in un giorno

  • Coronavirus Latina, 373 i casi totali in provincia, nel Lazio 3.300 ma 500 guariti

  • Coronavirus Latina: due morti e 20 contagi in più in provincia, nel Lazio 167 nuovi casi

  • Botte e pugni alla moglie, costretta a servire in tavola e a restare in piedi: arrestato

  • Coronavirus, l’appello: “Chiudere negozi alimentari e supermercati a Pasqua e Pasquetta”

Torna su
LatinaToday è in caricamento