menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Innovazione digitale in sanità: Asl di Latina tra i vincitori del Premio del Politecnico di Milano

L’Azienda sanitaria locale pontina premiata nella categoria “Gestione dell’emergenza Covid in ospedale e sul territorio” per un protocollo di tele-monitoraggio domiciliare per i pazienti

La Asl di Latina è tra i vincitori dell’11esima edizione del Premio Innovazione Digitale in Sanità della School of Management del Politecnico di Milano.

Il riconoscimento dell'Osservatorio Innovazione Digitale in Sanità punta, è stato spiegato, “a creare occasioni di conoscenza e condivisione dei migliori progetti della Sanità digitale in Italia per capacità di utilizzare le tecnologie digitali come leva di innovazione e miglioramento”. A seguito delle valutazioni di una giuria qualificata è stato assegnato alle realtà che si sono maggiormente distinte nella capacità di utilizzare le moderne tecnologie digitali, selezionate tra i 17 finalisti. Il premio è stato consegnato nel pomeriggio di ieri in occasione del convegno online “Rivoluzione Connected Care: se non ora, quando?”.

“I progetti premiati e menzionati sono esempi virtuosi di come il digitale può contribuire a rendere il sistema sanitario più connesso e personalizzato sulla base delle esigenze del paziente - ha spiegato Cristina Masella, Responsabile Scientifico dell'Osservatorio Innovazione Digitale in Sanità –. Si tratta di casi che sfruttano tecnologie di frontiera come l’Intelligenza Artificiale, raccolgono, integrano e valorizzano i dati provenienti dai pazienti e dalle strutture e impiegano strumenti di Telemedicina per potenziare la medicina sul territorio, semplificare l’accesso dei cittadini ai servizi sanitari e monitorare il paziente da remoto. L’obiettivo del premio è valorizzare queste esperienze di successo, affinché diventino best practice a vantaggio dell’intero sistema sanitario nazionale”.

Il progetto della Asl di Latina

La Asl di Latina, insieme alla Fondazione Poliambulanza di Brescia, è risultata vincitrice nella categoria “Gestione dell’emergenza Covid in ospedale e sul territorio”. E’ stata premiata per un protocollo di tele-monitoraggio domiciliare per i pazienti Covid-19 che “ha permesso di intercettare precocemente eventuali situazioni di peggioramento clinico, di erogare servizi di cure a domicilio per i pazienti positivi con sintomatologia non grave e di garantire una risposta sanitaria territoriale in linea con le direttive regionali. La centrale di monitoraggio è composta da personale infermieristico dedicato, con consulenze specialistiche pneumologiche di supporto e interazione con Medicina del Territorio. I pazienti ricevono un kit di tele-monitoraggio con cellulare hub e le relative misurazioni da svolgere negli orari prestabiliti. Tra il 28 marzo e il 15 settembre sono stati gestiti da remoto 325 pazienti”.

Tutti i vincitori

Questi gli altri vincitori: l’ASL Roma 3 nella categoria “Servizi per l’integrazione ospedale-territorio”, l’ASL di Verbano Cusio Ossola nell’area “Servizi per la presa in carico domiciliare di patologie specifiche”, l’ASST di Vimercate nella categoria “Gestione di processi clinici e assistenziali ospedalieri”, l’APPS di Trento nell’area “Servizi al cittadino”. 
A questi vincitori si aggiunge l’ASST di Lodi, premiata dalla Federazione Italiana Aziende Sanitarie e Ospedaliere (FIASO) per un progetto di Tele-monitoraggio domiciliare dei pazienti malati di Covid19, basato in parte su algoritmi di Intelligenza Artificiale. Una menzione speciale, infine, è andata all’AUSL Reggio Emilia, per il progetto “PosDeb-Concentratore posizioni debitorie e ottimizzazione pagamenti nella PA”, AUSL di Bologna, per un progetto di Continuità Assistenziale ospedale-territorio, Istituti Clinici Scientifici Maugeri, per il progetto “Personalized Rehabilitation Program digitalization”, ASST di Monza, per il progetto “Covid ZeroCoda”,Cooperativa Cosma, per un’iniziativa di Telemedicina e ambulatorio mobile organizzato nella Provincia di Lecco, Campus Bio-Medico, per il progetto “COVID-IT-NET”, Regione Veneto, per un Sistema di Biosorveglianza in emergenza Covid, Policlinico San Matteo con ICS Maugeri e Università degli studi di Pavia, per il progetto “ALFABETO”.


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento