Domenica, 17 Ottobre 2021
Attualità

Roma-Latina: rinviato il Tavolo Tecnico. Presidio della Cisl sotto il Comune

L'incontro posticipato dall’Amministrazione per la concomitanza con il Consiglio regionale. La Cisl intanto scende in piazza il 7 novembre affinché si inizino i lavori: “Basta la politica del non decidere”

Previsto per mercoledì 7 novembre, è stato rinviato il Tavolo Tecnico sull’autostrada Roma Latina. A darne notizia il Comune del capoluogo pontino. 

La riunione è stata posticipata alle 16 del prossimo 15 novembre. Sempre il 7 novembre, infatti, è in calendario la seduta del Consiglio regionale, da qui il rinvio, spiegano da piazza del Popolo, “al fine di consentire la partecipazione dell’assessore ai Lavori pubblici della Regione Lazio, Mauro Alessandri, e dei consiglieri regionali interessati”. Si ricorda che all’incontro sono stati invitati il presidente della Provincia di Latina, p Carlo Medici, e i sindaci dei Comuni interessati dal progetto (Anzio, Aprilia, Ardea, Cisterna di Latina, Nettuno, Pomezia). 

La manifestazione della Cisl

E proprio per il 7 novembre è in programma una manifestazione della Cisl di Latina: il sindacato ha annunciato che mercoledì ci sarà un presidio sotto il Comune perché “la città capoluogo della nostra provincia deve far sentire chiara la sua voce”, per sollecitare le istituzioni affinché “si inizino i lavori per l’autostrada Roma-Latina, che, come si ricorderà, prevede forti investimenti che darebbero anche lavoro al territorio per alcuni e, soprattutto, lo farebbero uscire dall’isolamento infrastrutturale in cui si dibatte da troppo tempo”.

Quella del presidio, è una “proposta avanzata dalla Cisl a tutte le altre organizzazioni sindacali e datoriali della provincia di Latina nella speranza che tutti facciano fronte comune, come accaduto recentemente nell’incontro avvenuto in Regione con il Presidente Zingaretti, che si è impegnato ad andare avanti sul progetto dell’autostrada, avviandone quanto prima i cantieri”.

“Ancora una volta ci troviamo di fronte alla politica del non decidere, della melina a tutto campo su di un tema che si trascina da troppi decenni senza vedere soluzioni concrete - commenta Roberto Cecere segretario generale della Cisl di Latina -. La messa in sicurezza della Pontina è un atto, dovuto, di buona amministrazione e gestione della cosa pubblica sulla quale la Regione si è impegnata, ma rappresenta solo un aspetto della vicenda nel suo complesso. Ci auguriamo una presa di posizione dei sindaci civici che non rappresenti, in campo locale, lo specchio di quanto sta accadendo nella politica nazionale, dove il non decidere sulle opere infrastrutturali strategiche al Paese, lo stanno rapidamente portando verso un ancor maggiore declino sociale ed economico. E questa provincia non se lo può più permettere. Il 7 novembre saremo in presidio, come lo siamo stati a Borgo Piave il 26 giugno ed il 28 novembre dello scorso anno, sotto il comune di Latina, per chiedere agli amministratori locali di assumersi, finalmente, le loro responsabilità”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma-Latina: rinviato il Tavolo Tecnico. Presidio della Cisl sotto il Comune

LatinaToday è in caricamento