Befana in piazza San Pietro: sfila anche Rocca Massima per portare i doni a Papa Francesco

Il centro lepino rappresentato dall’associazione “La Castagna di Rocca Massima” che con il suo corteo storico ha sfilato in costume d’epoca con il patrocinio comunale

Una giornata speciale quella di oggi, 6 gennaio, anche per Rocca Massima che questa mattina ha preso parte alla 24esima Befana in Piazza San Pietro per portare doni a Papa Francesco 

A rappresentare il centro lepino l’associazione “La Castagna di Rocca Massima”, organizzatrice della tradizionale “Sagra dei Marroni”, che con il suo corteo storico ha sfilato in costume d’epoca con il patrocinio comunale.

Bande musicali, cavalli e scenografie per un totale di circa 1500 figuranti hanno rappresentato la storia, cultura, tradizioni, prodotti e risorse del centro Italia nell’ambito della manifestazione storica folcloristica per riaffermare e tramandare i valori dell’Epifania. Presente una nutrita rappresentanza delle aree terremotate dell’Abruzzo. 

Il corteo ha sfilato lungo via della Conciliazione introdotto da “vecchine” a bordo di auto d’epoca e da un grande striscione con la scritta “Viva la Befana”. Quindi al seguito dei Re Magi ha raggiunto piazza San Pietro per consegnare i tradizionali simbolici doni a Papa Francesco e assistere all’Angelus. 

Presente anche il ministro Matteo Salvini che si è congratulato con il presidente de “La Castagna di Rocca Massima”, Maurizio Cianfoni, sugellando l’incontro con un selfie.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Preso con due etti di cocaina dopo un inseguimento, in lacrime davanti al giudice

  • Furti di auto col trucco dello "spinotto": confessa uno dei ladri della banda

  • Violenta lite all’autolavaggio, tre arresti per tentato omicidio. Pestato un 48enne

  • "Certificato pazzo" in cambio di soldi: un medico della Asl al centro del "sistema"

  • Morto dopo un inseguimento notturno di una ronda, processo davanti alla Corte di Assise per omicidio

  • Processo Alba Pontina, Pugliese racconta: minacce anche per controllare il prezzo del pesce al mercato

Torna su
LatinaToday è in caricamento