rotate-mobile
Attualità

Caldo record, temperature torride e allerta massima a Latina: l’appello della sindaca

Celentano richiama l’attenzione dei cittadini e ricorda loro le raccomandazioni che erano state già diffuse della Protezione Civili in questi giorni di bollino rosso

Latina oggi è una delle 16 città in Italia dove l’allerta è massima per il caldo. Bollino rosso che, secondo l’ultimo bollettino del Ministero della Salute - quello di venerdì 14 luglio - era previsto per tutto il fine settimana. 

Resta quindi alta l’attenzione anche nel capoluogo pontino dove oggi è intervenuta anche la sindaca Matilde Celentano. “Ci troviamo in piena emergenza caldo, con un’allerta da bollino rosso che investe la nostra città, con temperatura massima percepita di 39 gradi, nella sola giornata di oggi. Queste condizioni fanno scattare lo stato di allerta per la prevenzione degli effetti delle ondate di calore sulla salute” ha detto Celentano richiamando l’attenzione dei cittadini sull’argomento, invitandoli ad osservare le raccomandazioni, già diffuse nei giorni scorsi attraverso un avviso della Protezione civile comunale, consultabile anche sul sito dell’Ente. Regole semplici di prevenzione, cautele, come quella di limitare al massimo le uscite nelle ore più calde, di assumere liquidi, di permanere nei luoghi freschi e ventilati.

“Le particolari condizioni di eccessivo caldo – afferma il sindaco Celentano – pongono ad elevato rischio la popolazione più anziana, verso la quale dobbiamo prestare il massimo dell’attenzione. Mi appello al senso civico dei miei concittadini, affinché si adoperino con gesti solidali. Ci sono molti anziani che vivono da soli, nostri vicini di casa, ai quali possiamo chiedere se hanno bisogno di aiuto. Bastano gesti semplici, mettersi a disposizione per fare la spesa e soprattutto assicurarsi che bevano acqua. L’idratazione è fondamentale, in particolar modo se gli stessi assumono farmaci diuretici. Bere molta acqua e mangiare frutta fresca è una misura essenziale per contrastare gli effetti del caldo. Soprattutto per gli anziani è necessario bere anche se non si sente lo stimolo della sete”.

La prima cittadina precisa, come raccomandato dal Ministero della Salute, che tuttavia esistono particolari condizioni cliniche che potrebbero controindicare l’eccessiva introduzione di liquidi, pertanto è sempre opportuno consultare il proprio medico di base. La sindaca Celentano, inoltre, avvisa la comunità che è attivo il numero 1500 di pubblica utilità a cui rivolgersi in caso di problemi legati alla salute. “In una nota informativa diffusa dalla Asl di Latina - avverte il sindaco Celentano - oltre all’indicazione del numero di pubblica utilità, viene riportato che in caso di malore improvviso è necessario chiamare il Servizio di emergenza sanitaria, al numero 118. La raccomandazione è, che in attesa che arrivino i soccorsi, è necessario mantenere la persona in un luogo fresco e ventilato, cercare di raffreddare il corpo ventilandolo o utilizzando acqua fresca, far bere molti liquidi, e non somministrare antipiretici. In caso di bisogno durante le ore notturne e nei giorni festivi e prefestivi è attivo il servizio di continuità assistenziale (ex guardia medica) della Asl di Latina, raggiungibile al numero 0773- 520888”.

Tra le raccomandazioni della Asl anche quella di consultare il medico di famiglia “in quanto conosce tutte le problematiche di salute, le malattie e il tipo di farmaci assunti dai propri assistiti”. “Controllare spesso la pressione arteriosa e la frequenza cardiaca è importante – conclude il sindaco Celentano – Come importante è non modificare mai di propria iniziativa la posologia dei farmaci che si stanno assumendo, ma chiedere sempre al proprio medico curante”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caldo record, temperature torride e allerta massima a Latina: l’appello della sindaca

LatinaToday è in caricamento