menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Maira Pacini. Foto fatta con l'autoscatto, nel residence studentesco di Milano in cui vive

Maira Pacini. Foto fatta con l'autoscatto, nel residence studentesco di Milano in cui vive

Laurea ai tempi del coronavirus, così Maira diventa dottoressa a Milano. Il suo racconto

La 23enne di sermoneta è rimasta nel capoluogo lombardo dopo l’annuncio del lockdown. E’ stata dichiarata dottoressa via mail. I complimenti del sindaco: “Un esempio per tutti”

A completamento del ciclo di studi è stata una laurea particolare anche quella conseguita da Maira Pacini, 23enne studentessa di Sermoneta. Una destino che accomuna molti studenti che in queste settimane stanno coronando i loro sogni nel periodo più difficile dal secondo dopoguerra ad oggi, in cui tutti siamo chiamati a combattere la difficile battaglia contro quel nemico invisibile che è il coronavirus.  

Maria nei giorni è stata dichiarata “via mail” dottoressa in management pubblico dall’Università di Milano, con una tesi sulla gestione della prevenzione e della cura dei disagi mentali. Non la discussione né la cerimonia, dunque, ma una formale comunicazione scritta per evitare ogni tipo di assembramento o spostamento. “Non sono tra quelli che, la sera dell’annuncio del lockdown, hanno preso il treno e sono tornati a casa – spiega Maira – ma sono rimasta a Milano, chiusa in casa. Mi avrebbe fatto piacere tornare a Sermoneta, ma non potevo farlo: la mia generazione ha la consapevolezza che solo restando a casa possiamo superare questa difficoltà”.

“A Milano è tutto chiuso, tutti i giorni alle 18 facciamo il flash mob dai balconi. La nostra generazione vive di ansia, ma sappiamo adattarci a ogni cosa. Ai miei concittadini dico: state a casa, non per paura ma per migliorare la situazione. La paura non aiuta, l’autoconsapevolezza sì. E ai ragazzi della mia età, studenti che stanno vivendo questi disagi, non posso che rassicurarli: andrà tutto bene, tutti gli sforzi che stiamo facendo ci torneranno indietro”.

“A nome della comunità di Sermoneta mi congratulo con Maira – spiega il sindaco Giuseppina Giovannoli –: nonostante il periodo di difficoltà e di emergenza ha portato a termine il percorso di studi e, con grande maturità, ha rispettato le regole per il bene suo e della sua famiglia. Un esempio per tutti i suoi coetanei e concittadini, a cui continuo a ripetere: stiamo a casa, la battaglia contro il coronavirus la vinceremo solo se rispettiamo le regole”.

Coronavirus Latina e provincia: le notizie di oggi

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento