rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Attualità Aprilia

Coronavirus, allerta per i contagi di Aprilia: tre medici di base sospesi perché non vaccinati

Verifiche sugli assistiti dei tre sanitari che hanno rifiutato la dose. D'Amato: "Situazione monitorata per l'elevata incidenza dei casi"

Continua a preoccupare la situazione del comune di Aprilia, dove i contagi da covid continuano ad aumentare e la curva sale ormai da molte settimane. Anche oggi, 14 novembre, il bollettino dell'azienda sanitaria di Latina ha segnalato 33 nuovi positivi. Nei giorni scorsi a fare il punto era stato il sindaco Antonio Terra, che aveva parlato di una "situazione critica" spiegando che in città i positivi attuali erano a quota 423 (ulteriormente saliti nel corso degli ultimi giorni) e il numero dei vaccinati sotto la media nazionale.

Intanto anche oggi l'assessore alla Sanità regionale Alessio D'Amato ha ribadito che il caso del comune di Aprilia "continua ad essere monitorato per l'elevata incidenza dei contagi". Secondo quanto si apprende, se la curva continuerà a salire, non si escludono nel comune misure più drastiche, come l'obbligo delle mascherine all'aperto. Al momento esiste uno stato di "pre allert". La Asl è in costante contaggo con il Comune e la situazione è sotto stretta osservazione anche della prefettura di Latina. 

La situazione di Aprilia, che conta l'80% della popolazioen vaccinata, inferiore appunto alla medica nazionale, è finito anche al Tg1. Sono ora in corso attività di verifica sulle coperture vaccinali degli assistiti di tre medici di famiglia della città di Aprilia che hanno rifiutato di vaccinarsi e che sono stati sospesi dall'azienda.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, allerta per i contagi di Aprilia: tre medici di base sospesi perché non vaccinati

LatinaToday è in caricamento