Venerdì, 30 Luglio 2021
Attualità

Coronavirus Aprilia, 100 contagiati in più in due settimane. Il sindaco: “Preoccupazione per Pasqua”

Terra: “Sappiamo di chiedere molto, ma abbiamo tutti bisogno di tenere sotto controllo la diffusione del virus”. Intanto il Comune ha disposto l’acquisito di 100 saturimetri per le persone con difficoltà economiche

In crescita negli ultimi giorni i casi di coronavirus anche nella città Aprilia. Un incremento di circa 100 contagiati nelle ultime due settimane in città dove però è in graduale diminuzione il numero dei cittadini in isolamento preventivo a casa.

Qesto il quadro che emerge dai dati condivisi dalla Asl di Latina con i Comuni della provincia e diffuso dall’Amministrazione. “Allo stato attuale, sono infatti 473 i cittadini positivi al coronavirus, con una flessione del numero delle persone le cui condizioni hanno richiesto il ricovero (27). Mentre oggi sono 243 gli apriliani in isolamento preventivo presso il proprio domicilio (no positivi), perché entrati in contatto diretto con un caso di positività”.

“Anche Aprilia, come tutto il Paese, sta attraversando un momento delicato, con l’incremento dei contagi causato presumibilmente dalle varianti – commenta il Sindaco Antonio Terra – rispetto a qualche settimana fa registriamo un aumento del numero dei contagi, ma anche una diminuzione delle persone in isolamento, probabilmente dovuto all’intensificarsi delle restrizioni, ora che la Regione Lazio è in zona rossa. Ora la preoccupazione maggiore rimane la Pasqua - conclude il primo cittadino -. Sappiamo di chiedere molto, ma abbiamo tutti bisogno di tenere sotto controllo la diffusione del virus, ora che la campagna vaccinale è iniziata e prosegue, anche ad Aprilia, con buono ritmo, forniture permettendo. La mia personale speranza è che con l’avvicinarsi dell’estate e con il procedere dei vaccini, possiamo presto salutare la fine di questa pandemia”.

Intanto il Comune ha disposto l’acquisto di 100 saturimetri destinati a pazienti Covid-19 che versano in situazione di grave disagio economico. La delibera di Giunta è stata approvata qualche giorno fa. “Il saturimetro è uno strumento di facile utilizzo, che consente la misurazione e il monitoraggio dell’ossigenazione nel sangue. Tale apparecchio permette di individuare tempestivamente eventuali compromissioni polmonari, che potrebbero richiedere il trasferimento del paziente in una struttura ospedaliera. Il Covid-19 è generalmente associato a difficoltà respiratorie e, nei casi più gravi, la malattia può determinare polmoniti. Attraverso il saturimetro, i pazienti possono quindi tenere sotto controllo l’ossigenazione del sangue: un livello di ossigeno inferiore al 94% rappresenta un segno clinico importante. In questo caso, occorre consultare il proprio medico di medicina generale per valutare insieme l’opportunità di una verifica in ospedale”.

L’iniziativa dell’Amministrazione di Aprilia – condivisa con Asl, medici di medicina generale, farmacie e comitato cittadino della Croce Rossa Italiana – dispone che i 100 saturimetri preventivamente acquistati siano consegnati alle otto farmacie apriliane che hanno aderito all’iniziativa (Agroverde Farma, Aprilia Nord, Farma Aprilia, Asole, Del Campo, Sant’Antonio, San Giuseppe e Nencini). Saranno proprio le farmacie a distribuire tali strumenti ai pazienti Covid-19 caratterizzati da condizioni di grave fragilità economica, su segnalazione dei propri medici di medicina generale.

“La delibera approvata in Giunta la scorsa settimana – commenta l’Assessora alle Politiche Sociali Francesca Barbaliscia – ci consente di aiutare i medici cittadini nell’opera di prevenzione e cura del Covid19, assistendo le fasce sociali più fragili, in attesa che la campagna vaccinale faccia il suo corso. L’obiettivo è chiaramente quello di poter anticipare possibili complicazioni del quadro clinico di chi viene contagiato e contribuire così ad alleggerire possibili congestionamenti delle strutture sanitarie ospedaliere”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus Aprilia, 100 contagiati in più in due settimane. Il sindaco: “Preoccupazione per Pasqua”

LatinaToday è in caricamento