menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, Asl di Latina: “Queste le indicazioni per chi rientra dalle zone a rischio”

Le disposizioni che vengono date dalla Azienda Sanitaria pontina

Una serie di disposizioni vengono date dalla Asl di Latina, in merito alla gestione della situazione per la diffusione del Coronavirus, per le persone che rientrano nella provincia pontina dalle “zone a rischio”.

“Tutte le persone presenti nel territorio della provincia di Latina che nei quattordici giorni antecedenti alla data di pubblicazione del decreto del presidente del Consiglio dei Ministri dell’8 marzo hanno fatto ingresso, stanno facendo o faranno ingresso nel Lazio provenienti dalla Regione Lombardia e dalle province di Modena, Parma, Piacenza, Reggio nell’Emilia, Rimini, Pesaro e Urbino, Alessandria, Asti, Novara, Verbano-Cusio-Ossola, Vercelli, Padova, Treviso e Venezia - si legge in una nota -, devono comunicare tale circostanza alla email dedicata rientrozonarossa@ausl.latina.it; indicando i seguenti dati: nome, cognome, codice fiscale, indirizzo, telefono mobile (cellulare), indirizzo email, medico di base e sua email, datore di lavoro e sua email, provincia di provenienza, data di arrivo in provincia di Latina”.

Inoltre, queste stesse persone devono “osservare la permanenza domiciliare, il divieto di spostamenti e viaggi e di rimanere raggiungibile per ogni eventuale attività di sorveglianza fino a 14 giorni dalla data del rientro, salvo comparsa di sintomatologia o diversa  valutazione a cura del Dipartimento di Prevenzione”.

Campagna social della Regione "Io resto a casa"

In caso di comparsa di sintomi, poi, “la persona deve osservare le disposizioni dell’ordinanza 2/2020, qui riportate per comodità di lettura: 
a. avvertire immediatamente il MMG/PLS e l’operatore di Sanità Pubblica che attiva presso il domicilio la procedura di esecuzione del test; 
b. indossare la mascherina chirurgica (da fornire all’avvio del protocollo) e allontanarsi dagli altri conviventi; 
c. rimanere nella sua stanza con la porta chiusa garantendo un’adeguata ventilazione naturale, in attesa dell’eventuale trasferimento in ospedale”.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento