rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Attualità

Coronavirus, contagi sotto quota mille ma il rapporto tra positivi e tamponi sale a 2,5%

I dati di oggi, domenica 14 novembre. I decessi sono stati quattro, tra le vittime un 51enne non vaccinato. D'Amato: "Il covid colpisce duro"

Diminuiscono i casi di covid nel Lazio, questa volta sotto la soglia dei mille ma a fronte di un calo dei test, che sono stati complessivamente poco più di 34mila. I contagi dunque sono stati nella regione 867, quattro i decessi e 376 i pazienti guariti. Aumentano ancora i ricoverati, che sono arrivati ora a quota 558 nelle aree covid degli ospedali del Lazio mentre 70 pazienti sono attualmente nelle terapie intensive.

D'Amato: "Il covid colpisce duro"

Il rapporto tra positivi e tamponi sale al 2,5%. "Oggi torniamo sotto la quota dei mille casi giornalieri - commenta l'assessore Alessio D'Amato - Ma non possiamo assolutamente abbassare la guardia. Il covid colpisce duro e mi ha molto colpito il decesso di un uomo di 51 anni nella provincia di Roma, non vaccinato e fumatore".

Il bollettino della Asl di Latina di oggi 14 novembre

La distribuzione dei casi per le province del Lazio

Nella sola città di Roma si contano 297 positività a cui si aggiungono 305 casi rilevati nel resto della provincia di Roma, per un totale di 602 contagi. Nelle altre quattro province della regione i positivi accertati sono stati invece 265, con una prevalenza sempre nella provincia pontina che oggi ne ha contati 109. Segue Frosinone con 87 casi. Rieti e Viterbo registrano invece rispettivamente 34 e 35 nuovi contagi.

Coronavirus Lazio, il bollettino del 14 novembre

Il totale dei casi di covid trattati nel Lazio dall'inizio della pandemia ad oggi sale a 405.238. Di questi,12.758 sono attualmente positivi al covid, 558 ricoverati in area medica, 70 in terapia intensiva, 12.130 in isolamento domiciliare. I deceduti arrivano in totale a 8.882, mentre i cittadini contagiati e poi guariti sono 383.598. 

La campagna vaccinale anti covid

Nel Lazio è stata raggiunta la cifra di 9 milioni di dosi somministrate di vaccini anti covid, pari a oltre il 93% di adulti con doppia dose e oltre l'87% di over 12 che hanno completato il ciclo vaccinale. "E' importante - ribadisce l'assessore D'Amato - prenotare il proprio richiamo dopo i 180 giorni dalla seconda dose, evitando così assembramenti negli hub. Le somministrazioni sono aumentate del 10% rispetto al dato di una settimana fa, in prevalenza si tratta di terze dosi (il 64%), il 24% sono invece seconde dosi, e il 13% prime dosi. Negli hub vaccinali del Lazio si può accedere solo su prenotazione per evitare assembramenti. Le terze dosi somministrate sono state 320mila, oltre il 37% della popolazione over 80".

Il vaccino antinfluenzale

Partono poi le vaccinazioni antinfluenzali anche nelle farmacie, con priorità alla classe di età 60-65 anni. Sono stati già distribuiti 1 milione e 146mila vaccini ai medici di medicina generale e somministrati oltre 667mila. Attivi nella campagna 3.761 medici di medicina generale e 331 pediatri di libera scelta-

14 novembre 2021-2

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, contagi sotto quota mille ma il rapporto tra positivi e tamponi sale a 2,5%

LatinaToday è in caricamento