Attualità

Coronavirus Lazio, nuovi casi a quota 792. Sale l'incidenza, si abbassa l'età media dei contagi a 23 anni

Il bollettino della regione del 22 luglio. D'Amato: "Le aggregazioni incontrollate sono la benzina nel motore del virus"

Sono 30mila oggi, 22 luglio, i test effettuati nel Lazio, che hanno portato a scoprire poco meno di 800 nuovi positivi: 792 per la precisione, 176 in più rispetto al giorno precedente. Un solo decesso nelle ultime 24 ore e 274 pazienti guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi sale a 7,5% ma se si considerano anche gli antigenici la percentuale scende a 2,6%. I ricoverati sono al momento 150, i posti letto covid in terapia intensiva 29.

D'Amato: "Incidenza in aumento. Il virus circola fra i giovani"

"In aumento l'incidenza - spiega l'assessore alla Sanità Alessio D'Amato - che si attesta su 52 casi ogni 100mila bitanti, nel 90% si tratta di fasce di età giovanili. L'età media dei contagi scende a 23 anni. La pressione sugli ospedali per il momento resta scarsa, con un'occupazione in area medica del 2% e del 3% in terapia intensiva. Si conferma in questa fase che la circolazione del virus legata prevalentemente ai giovani, ai quali rinnoviamo l'invito a vaccinarsi".

I casi per provincia

Salgono ancora i casi registrati nella città di Roma che oggi arrivano a quota 519, nel resto della provincia di Roma sono invece 171. Nelle altre quattro province del Lazio si contano invece 102 positività, oltre la metà delle quali (56) arrivano dalla Asl di Latina. Frosinone registra invece 17 contagi, Rieti 6 e Viterbo 23.

Il bollettino del Lazio del 22 luglio

Il numero totale dei positivi nel Lazio supera ora le 5mila unità (5.081), di cui 150 ricoverati in area medica, 29 in terapia intensiva e 4.92 in isolamento domiciliare; 351.937 sono invece i casi complessivi trattati nella regione dall'inizio della pandemia ad oggi, 8.389 i decessi, 338.467 i guariti.

Il punto sui vaccini

Oggi, con oltre 6,4 milioni di somministrazioni di vaccino, il 62% dei cittadini adulti del Lazio ha di fatto completato il percorso vaccinale con due dosi di siero anti covid. "Il Lazio - commenta ancora D'Amato - è la prima regione in Italia per la copertura degli over 60 secondo i dati elaborato dal Sole 24 Ore. Le aggregazioni incontrollate sono benzina nel motore del virus. Non bisogna abbassare la guardia: si avvicina l'obiettivo del 70% della popolazione adulta vaccinata con doppia dose entro la prima settimana di agosto. Non vanifichiamo gli sforzi".

22 luglio-2

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus Lazio, nuovi casi a quota 792. Sale l'incidenza, si abbassa l'età media dei contagi a 23 anni

LatinaToday è in caricamento