Attualità

Coronavirus, due empori di Gaeta al lavoro per produrre mascherine per i cittadini

Raccolto l'appello del sindaco Mitrano agli artigiani per creare una rete locale

L’appello lanciato pochi giorni fa dal sindaco di Gaeta Cosimino Mitrano a costruire una rete fatta di persone di buona volontà, piccoli e medi artigiani, volontari, giovani ed adulti, casalinghe e tutti coloro che sono capaci di produrre mascherine di protezione individuale è stato raccolto. A darne notizia è lo stesso sindaco il quale ha comunicato che due empori gaetani - Filitalia e Svago – si sono già messi al lavoro e entro i prossimi giorni ci sarà la distribuzione delle prime 1000 mascherine che l’amministrazione comunale di Gaeta provvederà a distribuire gratuitamente a tutti coloro che ne hanno bisogno. Ed è sempre il Comune a sostenere tutti i costi di approvvigionamento delle materie prime, di confezionamento e di distribuzione.

“Ringrazio infinitamente i titolari delle due aziende Antonella Spinello e Luigi Passeggio – commenta il primo cittadino - per la loro generosità e sensibilità così come voglio ringraziare l'associazione "AbbelliAmo" ed il suo presidente Gennaro Romanelli.

Il progetto “Ripartiamo con i nostri artigiani” è finalizzato a mettere insieme le imprese locali, gli artigiani e tutte quelle persone in grado di produrre mascherine in TNT (tessuto non tessuto) per far fronte alla crescente richiesta. Obiettivo creare una grande sartoria che da Gaeta abbraccia tutto il Golfo e mettere in rete tutti i piccoli artigiani di quel territorio e i volontari che dedicheranno il loro tempo ad una giusta causa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, due empori di Gaeta al lavoro per produrre mascherine per i cittadini

LatinaToday è in caricamento