Coronavirus, quattro nuovi casi a Itri: positivo anche un bimbo della scuola dell'infanzia

La comunicazione del sindaco Antonio Fargiorgio, che raccomanda ora ai genitori degli alunni di rispettare l'isolamento domiciliare. Sospesa l'attività didattica nella sezione della scuola

Altri quattro casi di positività accertati dalla Asl nel comune di Itri. A darne notizia è stato il sindaco Antonio Fargiorgio attraverso la pagina facebook istituzionale dell'amministrazione. Si tratta, come precisa il primo cittadino, di persone appartenenti allo stesso nucleo familiare. Per la prima volta però ad Itri si registra un contagiato tra i bambini che frequentano la scuola dell'infanzia.Una circostanza questa che ha indotto il sindaco, in accordo con la dirigente scolastica, a sospendere l'attività didattiva nella sezione di riferimento.

"Per ragioni di doverosa cautela - spiega ancora - invito i genitori dei bimbi frequentanti la stessa sezione (e che sono già stati raggiunti dall’Istituzione scolastica) ad osservare la misura dell’isolamento domiciliare, nell’attesa di effettuare i necessari controlli. Ora più che mai diventa indispensabile ed imprescindibile osservare le regole e le precauzioni di cui da mesi oramai invoco il rispetto. Non è più il caso (e per la verità non lo é mai stato) di assumere atteggiamenti negazionisti o di ritenere che l’utilizzo delle mascherine sia qualcosa di superfluo. All’ordinanza a mia firma, già emessa per il nostro territorio comunale, si aggiunge da oggi quella del presidente della Regione Lazio Zingaretti, e ciò deve indurre tutti a rispettare scrupolosamente le regole. Ne va della salute di ciascuno di noi e nessuno può pensare di essere immune al contagio o porsi al di sopra delle regole e della legge".

"Auspico un comportamento doverosamente corretto da parte di tutti à aggiunge il sindaco di Itri - Il contagio si contiene soltanto attraverso il rispetto delle tre regole auree: utilizzo della mascherina, osservanza del distanziamento evitando assembramenti e frequente lavaggio delle mani o detersione con liquidi disinfettanti. Siamo tutti chiamati ad assumere un comportamento civicamente ed eticamente più responsabile. Ognuno deve fare la sua parte, senza essere preda del panico o di un allarmismo incontrollato. E diffidiamo delle notizie che non pervengono da canali e fonti ufficiali. Rispettiamo le regole ed insieme ce la faremo".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Festa di nozze con 80 invitati, arrivano i carabinieri: tutti multati

  • Coronavirus, allerta arancione nel Lazio: 795 casi. D'Amato: "Si teme un peggioramento"

  • Coronavirus, contagi inarrestabili. Nel Lazio quasi 600 nuovi casi, in provincia 47 in più

  • Coronavirus, l'ondata non si ferma: 64 nuovi contagi, 21 sono a Latina

  • Coronavirus: altri 49 contagi in provincia. I numeri più alti a Latina, Cisterna ed Aprilia

  • Coronavirus, 543 casi nel Lazio su 15.500 tamponi effettuati in 24 ore. Cinque morti, 112 guariti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento