menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, impennata di casi in provincia: 12 in 24 ore in quattro diversi comuni

Quattro pazienti a Cisterna, altri cinque a Sezze. Sono 79 gli attuali positivi

Un'impennata di casi in provincia di Latina. Sono ben 12 oggi, 16 agosto, i nuovi tamponi positivi registrati dal bollettino diramato dalla Asl. Due di questi sono relativi al comune di Aprilia, uno al comune di Cisterna, quattro quello di Gaeta e cinque infine sono stati registrati a Sezze. Non si registrano, come ormai avviene da circa due mesi, nuovi decessi. Ma il totale dei pazienti pontini trattati da inizio pandemia arriva ora a 654 con un indice di prevalenza (pari al numero di positivi ogni 10mila abitanti) che continua ad aumentare e che arriva a 11,37.

I pazienti guariti restano fermi a 538 mentre gli attuali positivi schizzano a 79, di cui 40 trattati a domicilio. Dei 12 casi tre sono relativi a rientri dall’estero, in particolare da Malta e dall’Ucraina, i restanti nove sono invece contatti di pazienti già conosciuti e in isolamento. A questi si aggiunge un altro caso trattato dalla Asl di Latina ma residente a Roma. Nel dettaglio, come spiega l'assessorato alla Sanità della Regione Lazio, c'è il caso di un ragazzo di rientro da Malta, due casi ad Aprilia relativi a un cluster familiare di rientro dall'Ucraina, una donna di ritorno dalla Sardegna ora ricoverata allo Spallanzani, quattro casi a Gaeta in am,bito familiare e con link a un caso già noto e isolato. I casi di Sezze sono invece relativi a una casa famiglia che ha già ricevuto disposizioni restrittive da parte della Asl che ha avviato un'indagine epidemiologica. 

L’azienda sanitaria locale comunica che sono in corso le indagini epidemiologiche di ricerca di tutti i contatti dei pazienti positivi individuati.

“Al fine di evitare possibili nuove ondate di diffusione del Covid-19 e i conseguenti provvedimenti, si raccomanda vivamente a tutta la popolazione, in special modo ai giovani – spiega la Asl - di non abbassare il livello di attenzione nel contrasto alla pandemia, rispettando rigorosamente le vigenti prescrizioni in ordine al divieto di assembramento, alla mobilità delle persone, al frequente e corretto lavaggio delle mani, all’utilizzo delle mascherine e al rispetto delle distanze minime di sicurezza”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento