menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, appello al Comune: si riaprano i cimiteri anche con accessi controllati

La richiesta di Massimo De Simone: "In altre città è stato già fatto, è possibile anche a Latina con le dovute cautele"

Riaprire i cimiteri di Latina, come è accaduto in altri Comuni, adottando le cautele richieste dalla situazione. Questa la richiesta inoltrata al sindaco Damiano Coletta e all’assessore ai lavori pubblici Emilio Ranieri da Massimo De Simone.

 “Le visite e la memoria dei propri defunti – sottolinea nell’istanza inviata a piazza del Popolo - costituiscono parte essenziale della vita nostra società e servizio indispensabile a favore della collettività. Tali forti restrizioni del pubblico alla cittadinanza sono giustificate allorché vi sia in atto una vera e propria emergenza, attuale, immediata e cogente. Ad oggi, in un contesto regionale già molto buono, la città di Latina risulta riscontare negli ultimi tempi in media un caso di Covid19 al giorno e anche la provincia risulta avere ormai non più di qualche caso giornaliero”.

De Simone sottolinea come basterebbe permettere l’entrata per un familiare alla volta e comunque consentire un’affluenza massima in relazione all’area ed un minimo di controllo per averne la certezza. “Molti Comuni – ricorda - non hanno ordinato la chiusura delle strutture cimiteriali e altri, dopo un primo periodo di chiusura, stanno ora riaprendo al pubblico, adottando le misure cautelative che maggiormente ritengono adeguate al caso specifico del loro territorio. Ad oggi – conclude – la chiusura dei cimiteri sine die come prevista dall’ordinanza del 20 marzo scorso non appare più coerente né indispensabile né logica, pertanto si chiede all’amministrazione, dopo aver messo a punto eventuali misure cautelative, l’emissione di nuova Ordinanza per la riapertura delle strutture cimiteriali al pubblico”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento