Venerdì, 24 Settembre 2021
Attualità

Coronavirus, ancora 27 positivi. La Asl: tre nuovi drive-in fissi in altri tre comuni pontini

Conferenza stampa della Asl sull'emergenza epidemiologica. In atto la riorganizzazione dell'ospedale Goretti per i posti letto covid. Partita la campagna per la vaccinazione contro l'influenza

Sono oggi 27 i nuovi positivi in provincia di Latina. Lo ha annunciato il direttore generale della Asl Giorgio Casati nel corso di una conferenza stampa insieme al direttore sanitario Giuseppe Visconti, al direttore dell'assistenza primaria Loreto Bevilacqua e alla dirigente del reparto Malattie Infettive del Goretti Miriam Lichtner. Ancora una volta oltre la metà dei nuovi contagi sono registrati a Latina e Aprilia, che rappresentano le due aree maggiormemente interessate dalla diffusione: 10 a Latina, cinque ad Aprilia, due a Sezze, tre a Sabaudia, tre a Santi Cosmi e Damiano, due a Itri, uno a Cisterna. 

Le aree più rischio: Aprilia, Cisterna e Latina

"I dati dei drive-in di Formia, legati al caso dell'imprenditore ittico - spiega Casati - sono molto confortanti perché nelle ultime due sedute non sono emerse nuove positività. Ora la situazione è più tranquolla delle scorse settimane anche se non si può dire che sia risolta perché il covid ha comunque un trascinamento nel tempo per l'incubazione di due settimane. Le aree più a rischio sono oggi Aprilia e Cisterna in rapporto ai positivi per numero di abitanti. E poi c'è Latina che, pur avendo un alto numero di positività, ha comunque una popolazione maggiore". I dati del drive-in di Aprilia non sono invece altrettanto confortanti e mettono in evidenza un elevato numero di risultati positivi al tampone rapido. Di fronte a un quadro complesso e a numeri importanti (una media di 150 casi a settimana), il risvolto positivo è che la gran parte sono pazienti gestiti a domicilio. 

Come si riorganizza l'ospedale Goretti

Lo spiega il direttore sanitario Visconti: "Abbiamo attivato 17 posti letto in medicina covid e c'è un secondo reparto già disponibile per altri 17 posti letto. Stiamo riattivando i sei posti letto di terapia intensiva covid come richiesto dalla Regione Lazio nell'ambito di una riorganizzazione della rete ospedaliera. E stiamo rafforzando il rapporto dell’ospedale con il territorio e la centrale di monitoraggio per gestire pazienti che non hanno bisogno del ricovero ospedaliero".

Tre nuovi drive-in fissi in provincia

Altro punto affrontato dal direttore Casati è quello dei tamponi. Casati ha annunciato la creazione di tre nuovi drive-in fissi:: uno sarà organizzato ad Aprilia, uno a Priverno e un terzo collocato a Gaeta o a Formia. Con quello di Latina ci saranno dunque quattro drive-in permanenti. Latina continuerà a funzionare dalle 9 alle 18 tutti i giorni e la domenica fino alle 14, mentre gli altri tre funzioneranno solo dalle 9 alle 14. Quanto ai tempi di attivazione, Aprilia e Priverno presumibilmente prenderanno il via da martedì prossimo, nel Golfo il servizio sarà invece attivato qualche giorno dopo, ma comunque entro la settimana prossima. "Per fare questo - ha precisato il direttore della Asl Casati - è stata firmata ordinanza per chiudere nelle ore notturne i Pat, che funzioneranno solo dalle 8 alle 20. In cambio di questo riusciamo a liberare risorse e a rendere operativo un numero di drive-in coerente con le necessità del territorio. Appena si riuscirà a frenare la diffusione del virus come fatto nel periodo di massima acuzia torneremo ad aprire i Pat per 24 ore".

Accesso al drive-in: necessaria la prenotazione

L’accesso ai drive in permanenti o strutturali sarà con ricetta medica o invio diretto da parte del dipartimento di prevenzione che ha una prelazione tutti i giorni sulla base delle scadenze dei tamponi di controllo. Uniche eccezioni sono rappresentate da coloro che tornano da aree a rischio esibendo un titolo di viaggio valido, così come coloro che devono partire per destinazioni per le quali è previsto il tampone. Da qualche giorno è stato attivato il meccanismo della prenotazione, introdotto per evitare le code e dare maggiori garanzie all'utenza e ora a tutti gli effetti obbligatorio. L’applicativo accoglie un certo numero di tamponi giornalieri compatibile con l’attivitò del personale. Con la prenotazione arriva un sms di conferma che indica la fascia oraria per presentarsi al drive. Le persone che non possono recarsi al drive -in devono contattare il dipartimento di prevenzione per stabilire una modalità diversa. "Tendermo a non accettare le persone che si presentano al drive senza prenotaazione - spiega ancora Casati - Proseguiremo ancora nel drive straordinari dove si renderà necessario per screenare la popolazione nelle aree a rischio. E da domani ripartiremo potenziando le attività dei tamponi domiciliari".

Coronavirus, lo screening nelle scuole

Altro tema importante riguarda le scuole, per le quali è stato individuato un referente unico: un dirigente, Arcangelo Maietta. Saranno avviate attività di tamponi rapidi attraverso un piano e un calendario concordato con i vari istituti, partendo dalle scuole superiori. “Sarà un'operazione lunga - aggiunge il direttore della Asl - perché parliamo di 80mila ragazzi ma ci impegniamo a farlo e cercheremo di farlo nei tempi più veloci possibili”.

Campagna di vaccinazione antinfluenzale

E' partita da tempo e 180mila dosi stanno raggiungendo la provincia pontina per vaccinare la popolazione contro l'influenza. Un'arma in più per distinguere i sintomi del covid da quelli dell'influenza, importante anche perché l'influenza stessa riduce le difese immunitarie nella fase di recupero. L'obbligo è per gli over 65 e per il personale sanitario (chi non si sottopone al vaccino potrà essere sospeso dall'attività lavorativa), mentre è fortemente raccomandato per i soggetti a rischio e per i bambini nella fascia dai 6 mesi ai sei anni". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, ancora 27 positivi. La Asl: tre nuovi drive-in fissi in altri tre comuni pontini

LatinaToday è in caricamento