rotate-mobile
Attualità

Coronavirus, i dati della Fondazione Gimbe: a Latina incidenza di 1.133 casi per 100mila abitanti

Il dato è ancora superiore a mille per 100mila abitanti, ma risulta in lieve calo rispetto a quello emerso nell'ultima rilevazione di una settimana fa

Nuovi dati del monitoraggio indipendente della Fondazione Gimbe, che al livello nazionale rileva nella settimana compresa tra il 23 e il 29 marzo, rispetto alla precedente, una sostanziale stabilità dei nuovi casi (504.487 contro 502.773, pari a +0,3%) e dei decessi (953 contro 924, pari a +3,1%, di cui 64 riferiti a periodi precedenti). In aumento i casi attualmente positivi (1.266.878 contro i precedenti 1.200.607, +66.271, pari a +5,5%). 'Dopo due settimane di netto incremento - dichiara il presidente della Fondazione Gimbe, Nino Cartabellotta - i nuovi casi settimanali sembrano essersi stabilizzati intorno a quota 500mila, con un incremento dello 0,3% e una media mobile a 7 giorni che rimane ferma intorno ai 72mila casi. Tuttavia, in questo momento è difficile fare previsioni, sia per l'eterogenea situazione a livello regionale, sia perché nelle grandi regioni del nord, dove risiede oltre un terzo della popolazione italiana, non si vedono al momento segnali di consistente circolazione virale'. Nella settimana 23-29 marzo si rileva un incremento percentuale dei nuovi casi in 10 regioni.

In 55 province si registra un incremento percentuale dei nuovi casi rispetto alla settimana precedente, in 52 un decremento. Scendono da 38 a 34 le province con incidenza superiore a 1.000 casi per 100.000 abitanti, ma tra queste c'è anche Latina, che registra per la precisione un'incidenza di 1.133 casi ogni 100mila abitanti. un dato comunque in lieve diminuzione rispetto alla rilevazione della settimana precedente, quando l'incidenza era a 1.178 per 100mila abitanti. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, i dati della Fondazione Gimbe: a Latina incidenza di 1.133 casi per 100mila abitanti

LatinaToday è in caricamento