Attualità

Coronavirus: prima dose di vaccino al 70% dei detenuti del Lazio, al 54% a Latina

I dati resi noti dal Provveditorato regionale dell’amministrazione penitenziaria di Lazio, Abruzzo e Molise che ha fatto il punto anche sugli attuali positivi: sono 17 nelle carceri di tutta la regione, nessuno a Latina

Il 70% dei detenuti nei 14 istituti di pena del Lazio ha ricevuto la prima dose del vaccino contro il coronavirus Moderna, vale a dire 3954 su 5648. Il dato, aggiornato al 6 maggio, è stato reso noto del Provveditorato regionale dell’amministrazione penitenziaria di Lazio, Abruzzo e Molise.

La maggiore percentuale di somministrazioni effettuate riguarda il Mammagialla di Viterbo, con il 98,5% di persone vaccinate (589 detenuti vaccinati su 598), seguito da Cassino, con il 92,1% (164 su 178), e dalla Casa di reclusione di Rebibbia con l’87,7% (286 su 326). Nella casa circondariale di Latina somministrata la prima dose a 67 detenuti sui 124 al momento presenti, vale a dire il 54%.

“Si tratta di un significativo successo della campagna vaccinale predisposta dalla Regione Lazio che ancora può crescere in occasione delle seconde somministrazioni previste in questo mese di maggio. A questo punto si apre il tema della ripresa in condizioni di sicurezza delle attività trattamentali e dei colloqui in presenza con i familiari. Attendiamo al più presto indicazioni in tal senso da parte dell’Amministrazione penitenziaria” ha commentato il Garante delle persone sottoposte a misure restrittive della libertà personale della Regione Lazio, Stefano Anastasìa.

coronavirus_vaccini_carceri_lazio_12_05_21-2

Per quanto riguarda, invece le persone attualmente positive al coronavirus, secondo quanto comunicato al Garante dalla Direzione regionale salute e integrazione sociosanitaria – Area rete integrata del territorio, il numero si riduce: a fronte dei 40 casi della scorsa settimana, oggi si registrano 17 casi in tutto: 14 detenute positive al coronavirus nel carcere femminile di Rebibbia (la scorsa settimana erano 33), un caso a Civitavecchia Nuovo complesso, due casi a Rieti. Nessun caso al momento è registarto invece nella struttura di via Aspromonte a Latina.

coronavirus_contagi_carceri_lazio_12_05_21-2

Procede, infine, anche il piano delle vaccinazioni dirette al personale di polizia penitenziaria e del comparto delle funzioni centrali: “la situazione attuale evidenzia che più del 50% degli appartenenti al comparto sicurezza e a quello delle funzioni centrali risulta essere stato avviato alla vaccinazione: 20.332 agenti di polizia penitenziaria (su quasi 37 mila in servizio) e 2.173 fra personale dirigenziale e amministrativo (su circa 4 mila che operano negli istituti)”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus: prima dose di vaccino al 70% dei detenuti del Lazio, al 54% a Latina

LatinaToday è in caricamento