Attualità

Coronavirus, nel Lazio meno tamponi e meno contagi: sono 1044. Altri 28 decessi

I dati aggiornati di oggi: nel territorio pontino nuovi casi in calo, sono 76. Nel Lazio tornano a crescere le terapie intensive e sorpattutto i ricoveri

Poco più di 500 test, tra molecolari e rapidi, effettuati in provincia di Latina. I nuovi casi di covid sono 76, mentre il giorno prima erano 144. Nel bollettino di oggi, 1 marzo, sono 19 i comuni coinvolti, con i dati più alti ad Aprilia e a Latina, rispettivamente con 15 e 14 contagi.

Il bollettino Asl del 1 marzo

Il mese di febbraio si è chiuso con un totale di 2820 casi tra i residenti del territorio pontino e 62 decessi, mentre a gennaio i dati erano rispettivamente di 5mila casi e 96 morti. Il nuovo mese si apre poi con 1763 guariti, un'impennata che la Asl spiega come il risultato di un lavoro di riallineamento dei numeri delle settimane pregresse. Un nuovo decesso infine nella giornata di oggi: un paziente che era residente a Latina e che porta a 37 il numero delle vittime nella città capoluogo dall'inizio dell'anno.

I dati nazionali del bollettino del 1 marzo

Al via le vaccinazioni a Ponza: le dosi arrivano sull’isola

Vaccinazioni al via sull’isola di Ponza. Nella giornata di ieri, domenica 28 febbraio, il Reparto operativo aeronavale della Guardia di finanza di Civitavecchia, grazie all'impiego degli elicotteri della sezione aerea di Pratica di Mare, ha effettuato il primo trasporto speciale delle dosi destinate agli abitanti delle isole pontine, fondamentale per poter avviare le somministrazioni vaccinali programmate dal Ministero della Salute nell’ambito della lotta alla pandemia (qui la notizia). 

Coronavirus Lazio: contagi sempre sopra quota mille

Calano i tamponi nel Lazio e calano anche i nuovi casi che rimangono comunque sopra quota mille. Nelle scorse 24 ore in tutto il territorio regionale sono stati registrati 1044 i contagi; i test sono stati oltre 15mila di cui oltre 6mila antigenici e oltre 9mila tamponi, con circa 6mila molecolari in meno rispetto al giorno precedente. Il rapporto tra positivi e tamponi è a 11%, ma se si considerano anche gli antigenici la percentuale è sotto al 6%. E se diminuiscono i contagi giornalieri sono aumentati invece i decessi 28 oggi (+16); 1094 i guariti. Aumentano anche le terapie intensive (+10) ma soprattutto i ricoveri (+73 in 24 ore), un segnale quest’ultimo, ha commentato l’assessore regionale alla Sanità Alessio D’Amato, “di forte attenzione”.

Coronavirus: i dati di oggi in tutta Italia

Coronavirus Lazio: i casi nelle singole province

Nella Capitale sono 517 oggi i nuovi casi, 305 nel resto della provincia di Roma. Nelle altre 4 province i positivi in più nelle ultime 24 ore sono 220, di cui appunto 76 nel territorio pontino. Sempre attenzionata la provincia di Frosinone, da oggi in zona arancione, dove sono stati 97 i contagi; 41 i  casi infine in quella di Viterbo e solo 6 in quella di Rieti.

Coronavirus Lazio: il bollettino del 1 marzo

Sono quasi 36mila gli attuali positivi in tutta la regione con 1840 persone che sono ad oggi ricoverate; sono 223 le terapie intensive occupate. In quasi un anno di pandemia hanno superato la soglia dei 235mila i contagiati totali; sono 193mila le persone che sono poi guariti; 5911 i decessi. 

coronavirus_lazio_1_03_21-2

Tutte le novità sui vaccini: categorie vulnerabili e over 70

Da giovedì 4 marzo partiranno le prenotazione per la somministrazione dei vaccini anti Covid per i soggetti estremamente vulnerabili (individuati dal piano vaccini del Ministero della Salute). Per la prenotazione sarà necessario il codice esenzione per patologia e la tessera sanitaria e si potrà effettuare sulla piattaforma on line https://prenotavaccino-covid.regione.lazio.it/welcome: Per quanto riguarda gli over 70 invece le prenotazioni partiranno venerdì 5 marzo per le classi d'età 79 e 78 anni (nati nel 1942 e 1943). Entrano in gioco anche i medici di medicina generale (tutti i dettagli su come prenotare). Intanto nella gironata di oggi registrato il record di vaccinazioni: 15mila le dosi somministrate in tutto il Lazio (qui la notizia)

D'Amato: "Concreto rischio di chiusura delle scuole"

"Il rischio di chiusura delle scuole c'è sempre, perché dipende da come corre il virus e dal valore dell'indice Rt. Già sono stati adottai provvedimenti nelle zone rosse e nell'intera provincia di Frosinone”. Lo ha dichiarato l’assessore regionale alla Sanità Alessio D’Amato che, a margine dell'avvio oggi dei tamponi per gli studenti dell'Università Sapienza di Roma, ha risposto ad una domanda dei giornalisti sull’ipotesi della chiusura delle scuole e della ripresa della didattica a distanza per gli studenti. “Noi speriamo di no, ma il rischio è concreto", ha aggiunto (qui la notizia).

La provincia di Frosinone diventa arancione

Il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti,ha firmato un'ordinanza per istituire la zona arancione nei comuni della provincia di Frosinone a causa della forte incidenza e crescita dei casi da Covid 19. Restano ferme le misure già dettate per i Comuni di Torrice e Monte San Giovanni Campano (zona rossa). Le disposizioni dell'ordinanza entrano in vigore dal 1 marzo e per i 14 giorni successivi. 

A Roccagorga zona rossa prorogata di sette giorni

E' stata invece prorogata per ancora una settimana la zona rossa nel comune pontino di Roccagorga. Il presidente Zingaretti ha firmato venerdì il provvedimento che era stata richiesto dalla Asl di Latina proprio in ragione dei contagi che nel paese continuano ad essere registrati, anche legati a nuovi link epidemiologici (qui la notizia).

Coronavirus, le altre notizie

Estate con il covid: è già boom di case in affitto sul litorale laziale

La Guardia di Finanza trasporta le fiale di vaccino sull'isola

Casi più che dimezzati a febbraio a Minturno: il punto

Al Goretti 120 ricoverati covid: "Ancora nel pieno della seconda ondata"

Coronavirus Nettuno: 47 morti da inizio pandemia

Nuovo decreto: divieto di spostamento tra regioni fino al 27 marzo

Articolo aggironato alle 19.50

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, nel Lazio meno tamponi e meno contagi: sono 1044. Altri 28 decessi

LatinaToday è in caricamento