Attualità

Coronavirus: nel Lazio 38 nuovi casi, molti di rientro dalle vacanze. In provincia due positivi

Allarme per chi rientra dall'estero. I dati della Asl di Latina e del Lazio. L'assessore D'Amato: "Siamo circondati da Paesi ad alta incidenza. Se non rispettiamo le misure ci ritroveremo come loro"

Sono due oggi, 10 agosto, i nuovi casi di covid in provincia, entrambi nella città di Fondi. Si tratta di due ragazze legate al ragazzo trovato positivo nei giorni scorsi a Lenola. I contagi totali, secondo il bollettino Asl, salgono complessivamente a 627, con indice di prevalenza di 10,90. Nessun guarito nelle ultime 24 ore (il totale resta 533), nessun decesso (37 da inizio emergenza). Gli attuali pazienti positivi salgono a 57, di cui 26 trattati a domicilio. Otto nuovi contagi si sono registrati nel solo fine settimana in provincia di Latina. Il bollettino Asl di ieri, 9 agosto, ha segnalato quattro casi nei comuni di Latina, Pontinia e Formia Tra i positivi un uomo rientrato dalla Romania, una persona con un link familiare con i casi di Formia di rientro da Milano, un cittadino indiano con link a un caso già noto e isolato e infine  un uomo tornato da Milano che ha fatto tappa anche a Zurigo e Napoli. Al momento sono tutti trattati a domicilio.

Coronavirus Lazio: 38 casi nuovi: 13 di un Cas e 9 di rientro dalle vacanze

Ancora casi in forte crescita in tutto il Lazio: 38 nuovi contagi e un decesso. Dei nuovi pazienti, 13 provengono dal Cas Mondo Migliore di Rocca di Papa e 9 sono di importazione: due i casi di rientro da Ibiza, due casi da Malta, due dall'Ucraina, due dal Pakistan e uno dalla Romania. "Siamo circondati da Paesi a maggiore incidenza del virus- ha detto l'assessore alla Sanità regionale Alessio D'Amato - Rispettiamo ora le misure di prevenzione o ci troveremo presto come loro. Siamo al lavoro per organizzare i test per chi ritorna dai Paesi ad alta incidenza". Nella Asl Roma 1 sono due i casi nelle ultime 24 ore entrambi a domicilio con link a casi già noti e isolati. Nella Asl Roma 3 sono 10 i casi e tra questi un caso di un uomo di 47 anni di rientro da una vacanza ad Ibiza; un caso di una donna di 58 anni di rientro dall'Ucraina per il quale è in corso il contact tracing internazionale. Sono cinque i casi di un cluster familiare su segnalazione del medico di medicina generale. Un caso di un ragazzo di 19 anni di rientro dalla vacanza a Malta, legato a un cluster già noto. Un caso di un uomo di 39 anni di rientro dal Pakistan ora ricoverato allo Spallanzani. Nella Asl Roma 4 il caso di un uomo di 39 anni di Civitavecchia di rientro da Malta, avviato il contact tracing internazionale. Nella Asl Roma 5 sono due i casi nelle ultime 24 ore e tra questi un uomo di Guidonia di rientro da Ibiza, in corso l’indagine epidemiologica. Nella Asl Roma 6 sono due i casi nelle ultime 24 ore: un uomo di rientro dal Pakistan avviato il contact tracing internazionale e un caso di una donna di 35 anni di rientro dall’Ucraina e ora ricoverata allo Spallanzani. A questi casi si aggiungono 13 casi positivi registrati al Cas, il centro di accoglienza di Rocca di Papa, è in corso l’indagine epidemiologica. Infine per quanto riguarda le province si registrano otto casi e zero decessi nelle ultime 24h. Nella Asl di Rieti sono cinque i casi e, tra questi, i  casi di due suore e due maestre con link al cluster del centro estivo per il quale è in corso l’indagine epidemiologica. Due i casi nella Asl di Latina a Fondi con link ad un caso già noto e isolato. Un caso nella Asl di Viterbo di una donna di rientro dalla Romania, in corso il contact tracing internazionale.

Nel Lazio 1081 attuali positivi

Crescono gli attuali positivi nella regione, arrivati a quota 1081, con 195 ricoverati non in terapia intensiva, 8 in terapia intensiva, 878 sono in isolamento domiciliare. Il numero complessivo di guariti arriva a 6912, mentre il totale dei casi esaminati è di 8860. Dall'inizio della pandemia i pazienti deceduti per covid sono 867.

Lazio: dal 1° settembre ripartono gli eventi sportivi e riaprono i nidi

Ripartono nel Lazio, a partire dal 1° settembre gli eventi sportivi e riaprono gli asili nido. La Regione Lazio, sulla scorta delle direttive nazionali, ha emanato una nuova ordinanza e specifiche linee guida. Per quanto riguarda lo sport si tratta però di eventi con un massimo di 1000 spettatori per stadi all'aperto e di 22 per le strutture al chiuse (qui la notizia). Per i nidi invece, tra le misure anticovid che verranno adottate, ci saranno ingressi e uscite su turni, test sierologici al personale, sanificazione degli ambienti (la notizia).

In provincia controlli sulla movida e mascherine obbligatorie al Circeo

Sul territorio pontino quello appena trascorso è stato un fine settimana di controlli anti covid. A Gaeta il commissariato di polizia con i carabinieri e la polizia locale e il supporto del reparto Prevenzione crimine Lazio ha setacciato le zone della movida per verificare il rispetto delle norme sul distanziamento sociale. Il bilancio è di cinque locali chiusi per non aver attuato i protocolli di sicurezza e diversi giovani multati perché non indossavano la mascherina all'interno dei locali (qui la notizia). Intanto a San Felice il sindaco ha emesso un'ordinanza in vigore dal 10 al 31 agosto che impone l'obbligo del dispositivo di protezione anche all'esterno nelle zone del centro e della movida (leggi qui la notizia)

Coronavirus: le altre notizie

Unità di crisi: positive due ragazze a Fondi

Coronavirus e movida: controlli ad Anzio e Nettuno

Coronavirus Latina: chiusa una palestra

Coronavirus Aprilia: gli aggiornamenti

Coronavirus Lazio: campagna sull'uso della mascherina rivolta ai giovani

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus: nel Lazio 38 nuovi casi, molti di rientro dalle vacanze. In provincia due positivi

LatinaToday è in caricamento