menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, boom di contagi nel Lazio: 68 in un giorno. Partiti i test all’aeroporto

Il punto sull'andamento della situazione epidemiologica in provincia di Latina e nel Lazio. L'allarme per una nuova impennata di casi

Tre contagi nel bollettino di sabato 15 agosto diramato dalla Asl pontina, mentre oggi, 16 agosto, schizzano a 12. Il bollettino riporta infatti nuovi contagi nei comuni di Aprilia (2), Cisterna (1), Gaeta (4), Sezze (5). A questi si aggiunge un paziente trattato dalla Asl ma residente a Roma. Si tratta nel dettaglio di un ragazzo di rientro da Malta, mentre i due casi di Aprilia sono relativi a un cluster familiare di rientro dall'Ucraina. C'è poi una donna tornata dalla sardegna e ora ricoverata allo Spallanzani, i casi un cluster familiare di Gaeta con link già noto e isolato e infine i contagi registrati in una casa famiglia a Sezze Scalo.I casi totali arrivano 654, con 79 attuali positivi, 40 dei quali trattati a domicilio. Stabile il numero di guariti (538) e quello dei decessi (37).

Coronavirus Lazio: 68 casi in un giorno

Sono invece 68 i casi del Lazio nelle ultime 24 ore e zero i decessi. Sono invece 126 i tamponi positivi registrati negli ultimi due giorni. Di questi, circa 1/3 riguardano un cluster in una casa di cura (alla Asl Roma 1) e 1/3 sono casi di importazione o riguardano giovani di rientro da vacanze: sette casi di rientro da Malta, tre casi da Croazia, tre casi da Ucraina, tre casi da Spagna (uno da Formentera), tre casi da Grecia (Corfu’), un caso da Romania e un caso da Libano.

Partiti i test all’aeroporto di Fiumicino

Sono partiti questa mattina i test all’Aeroporto di Fiumicino che è il primo scalo internazionale italiano a partire con i test e voglio ringraziare ADR e il Ministero della Salute. Da domani al via i test anche a Ciampino. “Si tratta – ha spiegato l’assessore alla Sanità della Regione Lazio Alessio D’Amato - di uno sforzo straordinario poiché stiamo parlando della metà dell'intero traffico italiano. Chiediamo comprensione per le attese, da domani migliorerà la performance e martedì andremo a pieno regime”.

Coronavirus Lazio: 1284 pazienti positivi

Gli attuali casi positivi nel Lazio sono saliti dunque a 1284, con 204 ricoverati non in terapia intensiva e 9 in terapia intensiva, gestiti invece in isolamento domiciliare ci sono 1071 paziente. I decessi complessivi dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono 870, il totale dei guariti ammonta a 6973 mentre il numero dei casi trattati è di 9127.

L'assessore D’Amato: “Siamo tornati ai livelli di maggio”

“Siamo tornati ai livelli di maggio - ha commentato l'assessore alla Sanità della Regione Lazio Alessio D'Amato - se continua così si rischia di pregiudicare l’apertura delle scuole in sicurezza. Occorre il rispetto delle misure di prevenzione e lo stop agli assembramenti e l’obbligo di mascherina nei luoghi di maggior frequentazione. Occorre la limitazione dei viaggi nelle aree a rischio".

Il presidente Zingaretti: "Rischio di un ritorno indietro"

“In prima fila per il controllo e la prevenzione - ha aggiunto il presidente della Regione Nicola Zingaretti - Ci saranno 40 operatori solo a Fiumicino, 120 operatori sanitari coinvolti nei drive in attivi per i tamponi. Faremo di tutto per difendere le persone, ma occorrono comportamenti responsabili". Poi un appello alla responsabilità dei cittadini, ai sindaci e ai prefetti: "Il rischio di un ritorno indietro è reale" (qui la notizia).

Sabaudia, premio "Duna d'oro" a medici e infermieri per la lotta al Covid

La città di Sabaudia ha voluto premiare i medici e gli infermieri che in questi mesi si sono dedicati alla lotta al Covid-19 senza badare ad orari di lavoro e vita privata. Per ringraziarli per l’importante lavoro svolto, la città ha voluto consegnare il Premio Duna d’Oro all’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri e all’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Latina. (la notizia).

Coronavirus Latina, la Asl scrive ai sindaci: evitare assembramenti ed eventi

Un invito rivolto ai primi cittadini, in previsione delle festività del Ferragosto, ad evitare assembramenti e feste che possano aumentare i rischi di una diffusione del virus: il direttore sanitario della Asl Giuseppe Visconti ha indirizzato a tutti i sindaci della provincia nei giorni scorsi una lettera sulle misure di contenimento del contagio, in vista di questo fine settimana (qui la notizia).

Coronavirus: le altre notizie

Coronavirus, stretta del Governo: chiuse le discoteche

Coronavirus, Confcommercio preoccupata: "Occorre maggiore responsabilità"

Sermoneta torna Covid-free

Ferragosto ai tempo del Covid: intensificati i controlli

Ferragosto ai tempi del Covid: le ordinanze dei sindaci 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento