menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus: 39 casi in più nel Lazio, i guariti sono il triplo dei nuovi positivi

“Non bisogna abbassare la guardia e mantenere tutte le misure di sicurezza” ha detto l’assessore D’Amato. In provincia 3 nuovi contagi, tutti a Priverno; sono 400 i negativizzati

Sono saliti a 533 i casi di positività al coronavirus nella provincia di Latina. L'ultimo aggiornamento è stato fornito nel pomeriggio di oggi, 18 maggio, dalla Asl con il consueto bollettino. Sono 3 i nuovi positivi confermati, tutti a Priverno e tutti trattati a domicilio. Da quanto si apprende i contagi sono riconducibili al link dei tre casi accertati negli ultimi giorni nel comune lepino. Dopo il ricovero di sabato di un cittadino risultato positivo al Covid-19, un dializzato che ha frequentato il centro dialisi di Priverno, sono stati effettuati molti tamponi sia ai suoi familiari, sia al personale e ai pazienti della stessa struttura. In queste ore stanno dunque arrivando i risultati di questi tamponi. Quindi, con questi tre casi di positività, sale a 5 il numero di persone di Priverno contagiate, più una di Roccagorga (qui la notizia).

Il dato di oggi è dunque in linea con quello di ieri - 4 i casi acccertati -. Per il sesto giorno consecutivo, però, non sono stati registrati decessi, che restano 32 in tutta la provincia. Aumentano ancora i guariti arrivati a quota 400, 6 in più rispetto a ieri, mentre diminuiscono i ricoverati che sono 33, nessuno nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale Santa Maria Goretti di Latina. Gli attuali positivi in carico alla Asl sono ad oggi 101.

Coronavirus Lazio, 39 nuovi casi

Sono stati registrati 39 casi in più in tutto il Lazio nella giornata di oggi, di cui 19 a Roma. Il numero dei guariti è cresciuto di 117 unità e si confermano circa il triplo dei nuovi positivi. Il totale ad oggi è di 3.031. “Non bisogna abbassare la guardia e mantenere tutte le misure di sicurezza. Il modello Lazio che stiamo mettendo in campo attraverso l’integrazione dei test sierologici e i tamponi sta funzionando. Circa il 30% dei positivi è asintomatico e questo significa che il sistema è in grado di andare a scovare anche i casi più complessi come appunto gli asintomatici” ha commentato l’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato. I decessi sono stati 6 nelle ultime 24h; i tamponi totali eseguiti sono stati circa 210 mila.

Coronavirus Lazio: i numeri aggiornati

Con i nuovi casi confermati oggi, sono 7485 quelli totali dall’inizio della pandemia nel Lazio; gli attuali positivi sono 3826, di cui 2616 sono in isolamento domiciliare, 1137 ricoverati non in terapia intensiva e 73 ricoverati in terapia intensiva. Ad oggi sono 628 i pazienti deceduti. I casi finora confermati sono così distribuiti: il 39% è residente a Roma città, il 32,2% nella Provincia, l’8,4% a Frosinone, il 5,2% a Rieti, il 6% a Viterbo e il 7,6% a Latina. L’1,5% proviene da fuori Regione.

Coronavirus: primo caso a Roccagorga

Un primo caso positivo dall'inizio della pandemia è stato accertato ieri anche a Roccagorga, ed è legato a quelli del Centro dialisi di Priverno. “Si tratta di una persona già ospedalizzata, i cui contatti familiari sono stati informati dalla Asl che ha attivato, come da protocollo, tutte le misure di sorveglianza sanitaria - ha spiegato attraverso un post su Facebook il sindaco Nancy Piccaro -. Auguriamo una pronta guarigione alla persona colpita dal virus. Invitiamo la popolazione a non diffondere panico, ma nello stesso tempo richiamiamo al rispetto delle regole e a non abbassare la guardia mantenendo le distanze di sicurezza, adottando adeguate misure di protezione ed evitando spostamenti non strettamente necessari. Ricordiamo che esistono anche persone positive asintomatiche, questo rende molto più difficile prevenire il contagio. Continuiamo a dimostrare il grande senso civico che ci ha contraddistinto finora e che deve necessariamente accompagnarci ancora perché l’emergenza non è finita”.

Inizia la nuova "fase 2": anche Latina riparte

Inizia oggi, 18 maggio, una nuova fase che segna davvero la fine del lungo lockdown. Con un po' di timori ma con una gran voglia di ripartire, questa mattina anche a Latina si sono rialzate le saracinesce dei bar e dei negozi, estetiste, parrucchieri, ristoranti. Abbiamo fatto un giro in centro città per vedere come è andato questo primo giorno della nuova fase 2 (qui la notizia).

Coronavirus, postazioni per tamponi drive-in a Latina e Gaeta

A Latina e Gaeta sono pienamente operative le due postazioni per effettuare il tampone drive-in. La procedura per effettuare l'esame senza scendere dall'auto dopo aver effettuato un test sierologico. Le novità per lo screening nel capoluogo e nel sud pontino (qui la notizia).

Test sierologica al via in provincia

Come annunciato ieri dall’Assessorato alla Sanità della Regione, è previsto per oggi il via nella provincia di Latina ai test per l’indagine sierologica che interesseranno il personale sanitario, medici di medicina generale, pediatri di libera scelta e farmacisti. 

Coronaviru, le altre notizie

Fase 2 ad Aprilia: lettera del sidnaco alla città

Tiziano Ferro: tour estivo rinviato al 2021

La proposta: "Saldi straordinari per tutta l'emergenza Covid"

Fase 2: le regole per i mercati all'aperto

Fase 2: regole per centri commerciali e negozi di abbigliamento

Fase 2: misure di sicurezza per estetiste e parrucchieri

Fase 2: regole per i ristoranti

Coronavirus Neettuno: positiva una bambina

Articolo in aggiornamento

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento