menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus: nel Lazio 1281 nuovi contagi in un giorno, 61 decessi. Casi in aumento in provincia

La situazione aggiornata sulla base dei dati di Asl e Regione. Oltre 4mila contagi nel territorio pontino a gennaio, nel Lazio in calo terapie intensive e ricoveri

Non accenna a migliorare la situazione covid in provincia di Latina, dove anche oggi, 20 gennaio, i casi accertati e riportati nel bollettino della Asl sono ben 254, quattro invece i decessi. 

Il bollettino della provincia di Latina

La distribuzione dei nuovi casi riguarda 24 comuni pontini e una crescita particolarmente importante ha interessato la città di Fondi, che conta 30 contagi, 32 invece Latina, 28 Aprilia, 26 Formia, 21 Terracina. I tamponi positivi dall'inizio di gennaio sono arrivati a 4.036, mentre nei dieci mesi di pandemia si sono contagiati complessivamente 18.580 cittadini della provincia.

Coronavirus Latina, il bilancio dei guariti e dei decessi

La buona notizia di oggi arriva invece dai guariti: sono 2165, un numero particolarmente elevato dovuto a recuperi di dati precedenti. Sono però ancora quattro le vittime del covid: due pazienti di Latina, uno di Priverno e uno di Terracina, che fanno salire a 60 il numero dei decessi a gennaio e a 311 quello totale dall'inizio dell'emergenza sanitaria.

Coronavirus Lazio, contagi in aumento

Contagi in aumento anche nel Lazio nelle ultime 24 ore: sono stati 1281 i nuovi casi (+181) a fronte di oltre 12mila tamponi nel Lazio (-278) e oltre 16mila antigenici per un totale di quasi 29mila test. I decessi sono stati 61 (+2) e 3267 i guariti. “Aumentano i casi e i decessi, mentre diminuiscono i ricoveri e le terapie intensive - comunicano dall'Assessorato alla Sanità della Regione -. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 10%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale scende a 4%”.

Coronavirus: i dati in tutta Italia

Coronavirus Lazio: i dati nelle singole province

Nella Capitale i casi sono sopra quota 500 (sono 520), mentre nel resto della provincia se ne contano 246. Nelle altre quattro province sono stati registrati 515 i nuovi contagi di cui 254 appunto nel territorio pontino; altri 134 sono poi a Frosinone, 65 in quella di Viterbo e 62 in quella di Rieti.

Coronavirus Lazio: il bollettino del 20 gennaio

Ad oggi sono quasi 193mila i contagiati totali da inizio pandemia nel Lazio; oltre 115mila persone sono poi guarite, sono 4535 i decessi. Allo stato attuale sono più di 73mila le persone ancora positive, 2735 i ricoveri (ieri erano 2768) e 288 le terapie intensive (ieri erano 305). 

coronavirus_lazio_bollettino_20_01_21-2

In provincia due nuovi focolai: Villa Silvana e Icot

La Asl pontina fa i conti con due nuovi cluster scoperti negli ultimi giorni. Il primo riguarda la Rsa della Casa di cura Villa Silvana ad Aprilia, dove è stata riscontrata la positività di oltre 50 persone tra operatori sanitari e degenti. La struttura sanitaria ha fornito chiarimenti e spiegato che i positivi sono stati isolati, alcuni trasferiti in altri ospedali e nei prossimi giorni verranno ripetuti tamponi molecolari a tutta la popolazione della Casa di cura (qui i dettagli). Un altro focolaio importante ha interessato invece l'ospedale Icot di Latina, in particolare le aree di Ortopedia e di medicina universitaria, con un totale di 20 contagiati. 

Contagi nelle Rsa: le richieste dei sindacati

Sui contagi all'interno delle Rsa intervengono anche i segretari di Spi Cgil Beatrice Moretti e Raffaele D'Ettorre, di Fnp Cisl Umberto Coco e Giuseppe Di Prospero, Uilp Uil Carlo Pezzoli e Valerio Natale, che hanno sollecitato la Asl, il prefetto di Latina e il sindaco Damiano Coletta a riattivare il tavolo di confronto con le organizzazioni sindacali dei pensionati. I segretari in particolare chiedono adeguate misure di prevenzione e una riorganizzazione generale complessiva delle residenze per anziani (la notizia). 

Si torna a scuola, gli studenti scioperano poi incontrano il prefetto

Rientro a scuola in presenza ieri anche per gli studenti della provincia di Latina. Ma lo stesso giorno, il 18 gennaio, è coinciso anche con l'inizio della protesta dei ragazzi che hanno partecipato ad una mobilitazione indetta a livello nazionale. Diverse le problematiche non solo quelle legate al rischio di un aumento dei contagi, ma anche quelle relative al doppio orario di entrata ed uscita da scuola e ai trasporti. Proprio di questi temi una delegazione degli studenti di Latina ha discusso con il prefetto (qui i particolari del'incontro).

Vaccini agli ultra 80enni: ecco come fare per prenotarsi

Partiranno dall'inizio di febbraio le somministrazioni dei vaccini agli anziani over 80 del Lazio. L’Unità di crisi della Regione ha indicato quali sono le modalità attraverso cui sarà possibile prenotarsi. “Il taglio nelle forniture da parte di Pfizer ha imposto una rimodulazione del piano vaccinale per gli over 80 anni così, dopo una prima fase positiva di sperimentazione svolta presso l’Istituto Spallanzani e il Campus Bio-Medico di Roma, da lunedì 25 gennaio gli over 80 anni potranno prenotare il proprio vaccino anti Covid sul sito SaluteLazio.it (PrenotaVaccinoCovid) basta solo il codice fiscale - viene spiegato dall’Unità di Crisi -. Si potrà scegliere uno dei 100 punti di somministrazione diffusi sul territorio regionale. In alternativa si potrà chiedere il vaccino al proprio medico di famiglia (ecco quali sono le modalità di prenotazione).

Coronavirus, le altre notizie

Ad Aprilia positivo l'assessore Martino

Il sindaco di Terracina: "Dopo 53 giorni finalmente negativa"

Nuovi buoni spesa a Cori

Coronaviru Pomezia, contagi e decessi: gli aggiornamenti

Positiva da Formia arriva a Frosinone: fermata e multata

Coronavirus Terracina: attivo il drive in permanente

Nuove regole sugli spostamenti: quando serve l'autocertificazione

La dottoressa Lichtner: "Qui non è mai finita la prima ondata"

Latina, festa di compleanno in un circolo privato: locale multato

Formia, la storia della libraia malata di covid che regala libri ai medici delle corsie

Gli effetti della pandemia sui lavoratori: lo studio della Uil

L'infermiera sente piangere il paziente, si ferma e lo rassicura. Lo scatto virale

Articolo aggiornato alle 19.35

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento