Sabato, 18 Settembre 2021
Attualità

Coronavirus, in un giorno 137 casi e un morto nel Lazio. In provincia allarme per possibili focolai

La situazione dei contagi in provincia e nel resto della Regione. La curva continua a salire

Foto Ansa

La situazione ora torna grave in provincia di Latina, dove si continua a temere per il moltiplicarsi di focolai in diverse zone del territorio e si registra oggi, 21 agosto, un boom di contagi vicino ai dati di marzo e aprile. Sono 26 infatti i tamponi positivi che riguardano pazienti pontini, a cui se ne aggiungono quattro non residenti in provincia. La Asl, attraverso il bollettino giornaliero, comunica che 25 sono trattati a domicilio e uno in fase di valutazione. Quattro contagi riguardano il comune di Aprilia, uno il comune di Cori, tre la città di Fondiuno Gaeta, sei Latina, addirittura 11 il comune di Santi Cosma e Damiano. I casi rilevati sono in gran parte contatti di persone positive già note e rientri dall’estero e dalla Sardegna. In particolare, 13 sono contatti di cluster familiari già noti e isolati. Otto sono casi da rientro (due dalla Spagna, due dalla Sardegna, tre dalla Bulgaria e uno dalla Grecia) mentre per altri sei è in corso un'indagine epidemiologica.

Coronavirus Latina: i contagi schizzano a 686 totali

I nuovi numeri fanno schizzare il dato totale da 660 a 686, con indice di prevalenza (numero di tamponi positivi ogni 10mila abitanti) arrivato a 11,93. Non si registrano nuovi decessi rispetto ai 37 già registrati ma resta fermo anche il numero di guariti (540 in totale). Arrivano poi a 109 gli attuali pazienti positivi, di cui 75 trattati a domicilio.

Coronaivurs Lazio, 137 casi e un decesso

Ancora una nuova impennata nel Lazio, con 137 nuovi casi e un decesso. Di questi, oltre la metà sono casi di rientro e oltre il 35% dalla Sardegna. Gli altri casi di importazione provengono: quattro dalla Grecia, tre dall’Emilia-Romagna, tre da Bulgaria, tre dalla Sicilia, due da Malta, due da Romania, tre dalla Spagna, uno dalla Croazia e uno dall’Argentario. Nelle province si registrano 32 casi e zero decessi nelle ultime 24 ore. 

I numeri del Lazio

Con i nuovi tamponi positivi del 21 agosto, i casi esaminati sono in totale 9548, i guariti arrivano a 7009, gli attuali positivi a 1666 di cui 248 ricoverati non in terapia intensiva, sei in terapia intensiva, 1412 in isolamento. Sono invece 873 i deceduti da inizio pandemia.

Al via i test sierologici al personale scolastico

Nel primo giorno di attività dei test sieroloigici al personale scolastico sono stati già 1.300 i test di sieroprevalenza effettuati. Già ricevute oltre 10 mila prenotazioni. Il test verrà eseguito anche al personale ausiliario, delle mense e del trasporto scolastico. 

Tamponi drive-in: oltre 120 in un giorno a Latina

Un aggiornamento su tamponi eseguiti nelle postazioni drive in allestite nei diversi centri del Lazio è stato fornito anche oggi dall'Unità di Crisi della Regione. In totale nella giornata di ieri sono stati eseguiti 2739 test; 125 quelli effettuati nella postazione di Latina. Tutti gli altri dati: Forlanini 180, Casal Bernocchi 268, San Giovanni 205, Santa Caterina delle Rose 196, Via degli Eucalipti 96, Campus Biomedico di Roma 207, Labaro 205, Santa Maria della Pietà 241, Istituto Zooprofilattico 101, Genzano di Roma 214, Anzio 50, Viterbo Belcolle 59, Rieti 48, Palombara Sabina 124, Colleferro 80, Frosinone 54, Bracciano 225 Civitavecchia 61.

L'assessore D’Amato: “Tornati ai livelli di aprile”

“E’ assurdo tornare ai livelli di aprile per il mancato rispetto delle regole durante la movida, ci si può divertire in sicurezza - ha commentato l’assessore regionale Alessio - Nel monitoraggio settimanale del Ministero e dell’ISS il valore RT del Lazio è in calo a 0.7 e si conferma l’ottimo contact tracing. Ringrazio il nostro personale sanitario per lo sforzo notevole lavorando con le tute a 40 gradi nei drive-in. Chiedo a tutti di rispettare il lavoro di medici e infermieri e l’enorme sforzo che stanno facendo i nostri professionisti sanitari per garantire la tutela della salute pubblica”.

Nuovo Dpcm, vertice in Prefettura: scattano i controlli

Si è tenuta in prefettura una riunione del Comitato per l'ordine e la sicurezza per fare il punto sul nuovo Dpcm del Governo che ha disposto la chiusura delle discoteche e imposto l'uso della mascherina nei luoghi pubblici in cui non è possibile mantenere il distanziamento. Tema centrale la necessità di intensificare i controlli e mettere in campo tutte le iniziative necessarie per assicurare l'osservanza delle nuove prescrizioni (qui la notizia). Il Comune di Latina ha già annunciato l'intensificazione delle verifiche che riguardano manifestazioni pubbliche ed eventi privati (la notizia).

Tamponi a Ponza per turisti positivi al rientro

Si è spostata anche sull’isola di Ponza l’attenzione della Asl nelle ultime ore: accertamenti sanitari sono stati avviati nei confronti del personale di alcune strutture alberghiere per la presenza di turisti che al loro rientro nei comuni di origine sono risultati positivi o in contatto con persone contagiate (qui la notizia). Sul caso di Ponza interviene anche l'ex sindaco Piero Vigorelli: "Avevamo avvertito. Ora dal sindaco solo ordinanze farlocche".

Coronavirus, le altre notizie

Cori: negativi i migranti: 11 espulsi

Sperlonga, violezione delle normative anticovid: chiuso un locale

Terracina, ragazza positiva: scatta la sanificazione allo stabilimento Lido di Enea

Coronavirus Aprilia, sospesa la rassegna estiva "Cinema sotto le stelle"

Coronavirus, un altro contagio a Nettuno

Articolo in aggiornamento

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, in un giorno 137 casi e un morto nel Lazio. In provincia allarme per possibili focolai

LatinaToday è in caricamento