menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, nessun nuovo caso in provincia, 80 invece nel Lazio. Superata quota 100mila tamponi

Continuano a crescere i guariti sia nel Lazio che sul territorio pontino. Nei giorni scorsi però due decessi: un anziano a Fondi e un militare ad Aprilia

Nessun nuovo caso positivo in provincia di Latina. E' la buona notizia di oggi, 21 aprile, riportata nel bollettino diramato dalla Asl pontina. E' la prima volta dopo un mese di notizie negative e conteggio di tamponi positivi e arriva dopo giorni di contagi in frenata. Nel bollettino della Asl del 20 aprile c'erano stati 5 nuovi tamponi positivi, distribuiti tra i comuni di Fondi e Aprilia e uno relativo a un paziente di Anzio, mentre nel bollettino precedente i positivi erano stati invece 7. Ad oggi dunque il totale dei pazienti Covid trattati da inizio emergenza resta di 471 ma cala il numero dei pazienti ricoverati arrivando a 66. Aumenta parallelamente il numero di negativizzati di ben 16 unità, raggiungendo quota 159. Nonostante l'ottimo risultato della giornata odierna la Asl raccomanda comunque ai cittadini di tutta la provincia di rispettare rigorosamente le disposizioni ministeriali in materia di mobilità delle persone. Intanto, sul territorio pontino 170 persone sono uscite dall'isolamento domiciliare e si sta attivando il laboratorio per il test sierologico.

Coronavirus Lazio, 80 nuovi positivi 

Per quanto riguarda il Lazio, per il terzo giorno consecutivo contagi al di sotto delle 100 unità. Il 20 aprile erano stati 60, oggi 80 ma con un trend che resta comunque all'1,3%. "Dobbiamo proseguire - commenta l'assessore alla Sanità D'Amato - e stabilizzare questa discesa. Aumentano i controlli sulle Rsa e le strutture socio-assistenziali private accreditate. Sono ad oggi sono state 472 le strutture per anziani ispezionate su tutto il territorio. Oggi inoltre sono giunti i primi pazienti nei nuovi 20 posti di terapia intensiva della struttura di Alto Bio-Contenimento dell’Istituto nazionale di malattie infettive Lazzaro Spallanzani. L’Istituto ha avuto a disposizione i locali dalla Protezione Civile Nazionale meno di un mese fa e siamo riusciti ad allestirli con tutte le dotazioni tecnologiche in meno di 3 settimane". Per quanto riguarda i guariti salgono di 29 unità nelle ultime 24 ore per un totale di 1.130, ementre sono 14 i decessi in più rispetto a ieri. Superata la soglia dei 100mila tamponi e di questi oltre 9 su 10 negativi.  Sono 4402 gli attuali casi positivi, di cui 2792 in isolamento domiciliare, 1380 ricoverati non in terapia intensiva, 184 in terapia intensiva, 363 sono i pazienti deceduti. Esaminati in totale 5985 casi. 

Coronavirus, due vittime a Fondi e Aprilia

Il bilancio delle vittime pontine si era aggravato negli ultimi due giorni in provincia con la morte di un militare di 56 anni residente ad Aprilia, risultato positivo al Covid e ricoverato all’ospedale Goretti dal 18 marzo scorso. Per la città di Aprilia si tratta della seconda vittima dall’inizio dell’epidemia. Nella provincia pontina invece il numero complessivo di morti è arrivato a 22, con il decesso di un altro paziente di 84 anni, originario di Fondi, avvenuto la sera di domenica al Goretti. Proprio sulla morte del militare di Aprilia è arrivato il messaggio di cordoglio del ministro della Difesa Lorenzo Guerini, seguito da quello del sottosegretario di Stato alla Difesa Giulio Calvisi. "Il primo luogotenente Mario Serpillo  - ha detto il ministro - ha dedicato la sua vita proprio al dovere e alle istituzioni e per questo non posso che rivolgergli un ricordo carico di gratitudine". 

Coronavirus Cisterna, positivo al Covid girava in auto

Denunciato a piede libero un uomo a Cisterna che, pure essendo positivo al Covid, girava tranquillamente in auto. Si tratta di un 25enne, sorpreso dalla polizia locale mentre faceva rientro a casa. Gli agenti si erano recati in zona le Castella proprio per controllare che tutti i componenti del nucleo familiare rispettassero la quarantena. Ma l'unico positivo, il figlio, non era in casa (qui la notizia).

Coronavirus Sabaudia, dimesso il medico ed ex sindaco Schintu

Notizia positiva da Sabaudia, dove ieri ha potuto tornare, dopo un ricovero durato ben 37 giorni, l’ex sindaco e medico Salvatore Schintu. La notizia delle dimissioni dall’ospedale è stata data dai figli del medico attraverso la pagina Facebook, in cui riportano anche un messaggio del padre.

Zingaretti: "Riaprire e riaprire in sicurezza"

"Riaprire e riaprire in sicurezza". Queste la parole d'ordine ribadite dal presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti che, insieme al  suo vice Daniele Leodori, ha incontrato in una video-call le associazioni di rappresentanza del mondo produttivo, i sindacati e i prefetti del Lzio per definire le linee guida della Regione necessarie per prepararsi alla futura Fase 2. "Il documento che stiamo redigendo insieme – ha spiegato Zingaretti– avrà l'obiettivo di fornire indicazioni che serviranno ad accompagnare il ritorno alle normali attività di lavoro, quando le condizioni di emergenza saranno ufficialmente considerate passate da parte degli organismi competenti. Un vademecum – ha aggiunto – chiaro e pratico che sarà utile ai cittadini e ai lavoratori di tutti gli ambiti per garantire sicurezza nella ripresa".

"Latina per Latina": il Comune stanzia 1.700.000 euro per famiglie e imprese

Nel bilancio di previsione 2020 del Comune di Latina intanto arriva il “Fondo Latina per Latina” con uno stanziamento iniziale di 1.700.000 euro. Fin da ora è possibile donare (qui la notizia).

Coronavirus, le altre notizie

Coronavirus, lavoratori di Acqualatina in cassa integrazione: interrogazione parlamentare

Coronavirus, Castelforte azzera i contagi

Sabaudia, le Fiamme Oro consegnano tablet agli studenti

Coronavirus Lazio, in Regione parte il confronto sulla fase 2

Latina, appello al Comune: si riaprano i cimiteri con accessi controllati

Coronavirus Latina, la crisi degli asili: incontro tra Comune e gestori dei nidi privati

Coronavirus Lazio, l'analisi dei dati: il 24% è ricoverato

A Latina la colazione arriva a domicilio

Cena tra vicini di casa nel cortile del condominio: tutti multati

Misure per le imprese: intasata la piattaforma FareLazio

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cucina

    La tradizione in tavola: la Carbonara

  • Cucina

    La tradizione in tavola: la pastiera napoletana

Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento