menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, nel Lazio 1263 nuovi casi ed un indice Rt a 0.73. Picco di contagi in provincia

Nel territorio pontino altri 273 casi, 6 i decessi che nel Lazio sono in totale 43. D’Amato: “I tassi di occupazione dei posti letto totali di terapia intensiva e di area medica tornano entrambi al di sotto della soglia di allerta”

C'è un nuovo picco di casi in provincia di Latina, che torna a superare di molto il muro dei 200 contagi. Sono infatti 273 oggi, 28 gennaio, i nuovi positivi, con una distribuzione preoccupante in 25 comuni. Ancora sei i decessi.

Coronavirus Latina: 5225 contagi a gennaio

Ben 60 nuovi casi riguardano la città di Latina, ma c'è anche un sensibile aumento a Terracina, che conta 29 contagi, ad Aprilia, che ne conta 28, e a Cisterna e Fondi, rispettivamente con 25 e 23 casi. Il mese di gennaio, con 5225 contagi accertati, supera anche quello di dicembre che ne ha avuti invece in tutto 4.880. I guariti nelle ultime 24 ore sono stati 83.

In provincia 339 vittime da inizio pandemia, 88 a gennaio

Tre pazienti deceduti a Latina, due nel comune di Terracina e uno ad Aprilia, che portano a 88 il numero delle vittime di gennaio e a 339 il conto totale dei decessi dall'inizio della pandemia a marzo. La città che ha pagato il prezzo più alto dei contagi è stata proprio Latina, che solo a gennaio ha registrato 28 morti, 14 invece la città di Terracina.

Coronavirus Lazio: 1263 nuovi contagi

In leggero calo i casi giornalieri rispetto alle scorse 24 ore nel Lazio: sono oggi 1.263 (-75) a fronte di oltre 13mila tamponi (+881) e oltre 17mila antigenici per un totale di oltre 30mila test. I numeri diffusi dall’Assessorato regionale alla Sanità che riferisce anche di 43 decessi (-19) e 1.481 guariti. Il valore Rt è a 0.73 in calo rispetto ad una settimana fa (il precedente della scorsa rilevazione era 0.94). “Diminuiscono i casi, i decessi e i ricoveri e sono stabili le terapie intensive - aggiunge l'assessore D'Amato -. Il rapporto tra positivi e tamponi è a 9%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale scende a 4%”.

Coronavirus: i dati di oggi in tutta Italia

Coronavirus Lazio: i numeri nelle singole province

Sono sotto quota 500 i contagi giornalieri nella Capitale (sono 490), mentre se ne contano altri 355 nel resto della provincia di Roma. Nelle altre quattro province i nuovi positivi sono 418, di cui la maggior parte concentrati nel territorio pontino; nella provincia di Frosinone ne sono stati infatti riscontrati 79, in quella di Viterbo 26 e in quella di Rieti 40.

Coronavirus Lazio: il bollettino del 28 gennaio

Sono oltre 200mila i contagiati totali nel Lazio dall’inizio della pandemia; quasi 133mila persone sono guarite mentre il dato aggiornato dei decessi tocca quota 4870. Gli attuali positivi sono 64642, le terapie sono 289, i ricoveri 2458. 

coronavirus_lazio_bollettino_28_01_21-2

Latina e Lazio in zona gialla? Si attende la valutazione del ministero, ma c'è ipotesi slittamento

I tassi di occupazione dei posti letto totali di terapia intensiva e di area medica tornano entrambi al di sotto della soglia di allerta. In diminuzione l’incidenza e il numero dei nuovi focolai nella settimana di riferimento. Lo spiega l'assessore regionale alla Sanità Alessio D'Amato, che aggiunge: "Ci aspettiamo una valutazione del rischio con passaggio in area moderata tenuto conto che vi è una riduzione da due settimane di tutti gli indicatori. Bisogna mantenere alta l’attenzione. Sul ritorno in zona gialla bisogna attendere le valutazioni dell’ISS e le successive determinazioni del Ministero". Proprio sul passaggio della regione e della provincia di Latina da zona arancione a gialla, circola però nelle ultime ore l'ipotesi di uno slittamento per un'interpretazione più restrittiva del Dpcm (i dettagli della notizia).

Aumentano i contagi a Sabaudia: il sindaco chiude le scuole

A Sabaudia crescono i contati e il sindaco Giada Gervasi, in via precauzionale, dopo alcuni focolai all'interno di alcuni plessi dell'istituto Cencelli, ha disposto la chusura delle scuole. La didattica in presenza dunque si ferma e torna quella a distanza. Un’apposita ordinanza del sindaco ha disposto il divieto di didattica in presenza per la scuola primaria e per la scuola secondaria di primo e secondo grado di entrambi gli Istituti scolastici del territorio a partire da oggi, 28 gennaio, e fino al prossimo 3 febbraio compreso (qui i dettagli della notizia). 

Il vaccino Spallanzani / ReiThera prodotto nel Lazio

Via libera all'accordo Reithera - Invitalia per 81 milioni di euro di investimento. “E’ un’ottima notizia che il vaccino anti Covid dell’Istituto Spallanzani -ReiThera sarà prodotto nella nostra regione, in provincia di Roma a Castel Romano”: queste le parole del governatore del Lazio Nicola Zingaretti dopo la notizia del via libera da parte del Cda di Invitalia al contratto di sviluppo Invitalia-Reithera (qui la notizia). Intanto il direttore dell'istituto Spallanzani di Roma Francesco Vaia, ospite a "L'aria che tira" su La7, parlando del vacicno anti covid sviluppato da Reithera in collaborazione proprio con lo Spallanzani, ha detto: "Piuttosto che polemizzare sulle nostre presunte incapacità dobbiamo essere concreti, e in questo senso abbiamo una notizia positiva sul nostro vaccino italiano: per settembre saremo in grado di produrre oltre 100 milioni di dosi disponibili, se la sperimentazione andrà bene e se saranno mantenuti i tempi rapidi che le agenzie regolatorie in effetti stanno tenendo".

Anticorpi Lilly: -70% di morti. Burioni: "Prodotti a Latina, muoviamoci"

Il trattamento con la combinazione di due anticorpi neutralizzanti targati Lilly ha ridotto il rischio di ricovero e morte per Covid-19 del 70%. Lo annuncia la stessa Eli Lilly and Company, sulla base dei risultati dello studio di fase 3 Blaze-1. Gli anticorpi monoclonali sono prodotti a Latina nello stabilimento Bsp. Il virologo Roberto Burioni commenta: "Il cocktail di anticorpi monoclonali umani della Eli Lilly (peraltro prodotti in Italia, a Latina!) riduce il rischio di ospedalizzazione e di morte del 70%. Nessun morto tra i pazienti trattati. Adesso muoviamoci". 

Dall’8 febbraio i vaccini per gli over 80

Parte infatti l’8 febbraio la campagna di vaccinazione riservata agli over 80 della Regione Lazio, mentre le prenotazioni prenderanno il via una settimana prima. Gli aggiornamenti sulla situazione, dovuta ai ritardi nella consegna dei vaccini da parte di Pfizer, sono stati forniti dall’Unità di Crisi della Regione Lazio (qui la notizia).

Coronavirus, le altre notizie

Coronavirus: gli aggironamenti da Fondi

Coronavirus, 19 decessi a Pomezia. Il ricordo di chi non ce l'ha fatta

Coronavirus, salgono a 36 i decessi a Nettuno

Fondi, controlli anticovid: raffica di sanzioni nel weekend

Positivi nella scuola di Sabaudia: il sindaco chiede la chiusura

Vaccini: si procede solo con le seconde dosi

Coronavirus Fondi: donate 5mila mascherine al Comune

Coronavirus Terracina: attivo il drive in permanente

Articolo aggiornato alle 19.20

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento