Coronavirus: nel Lazio 158 casi, altri due pazienti in terapia intensiva e un decesso

Dati e numeri aggiornati al 5 settembre. La situazione del Lazio e del territorio pontino dove i contagi continuano a crescere toccando anche comuni che erano stati covid fee

Cresce ancora la curva dei contagi della provincia pontina: altri tre casi segnalati nel bollettino Asl di oggi, 5 settembre, che si aggiungono ai 12 registrati ne bollettino del settembre. I nuovi pazienti, uno dei quali ricoverato, sono residenti nei comuni di Fondi (2), e Latina (1). Due di loro sono trattati in isolamento domiciliare. Un solo guarito in più nelle ultime 24 ore, che fa salire il conto complessivo da inizio pandemia a 551. Gli attuali positivi sono dunque 224, con 174 pazienti trattati a domicilio.

Coronavirus Lazio, 12mila tamponi e 158 casi

Su quasi 12mila tamponi oggi nel Lazio si registrano 158 casi e un decesso. Si conferma una prevalenza dei casi di rientro e continuano i link dalla Sardegna. Si rafforza la rete Coronet con la validazione fatta dall’Istituto Spallanzani all'IRCSS Santa Lucia che entra così nella rete per rafforzare la potenzialità e il profilo scientifico. Il totale dei casi esaminati da inizio pandemia ad oggi è di 11929. Di questi, 7242 sono guariti dal covid, 880 sono deceduti. Gli attuali positivi 3807, di cui 344 ricoverati non in terapia intensiva, 11 in terapia intensiva (due in più nelle ultime 24 ore), 3452 invece le persone seguite a domicilio.

Lazio, i dati di tutte le Asl

Nella Asl Roma 1 sono 43 i casi nelle ultime 24h e di questi ventuno i casi di rientro, sedici con link dalla Sardegna, due dalla Sicilia, uno dalla Spagna, uno dal Trentino e uno dalla Toscana. Dieci sono contatti di casi già noti e isolati. Nella Asl Roma 2 sono 51 i casi nelle ultime 24h e tra questi quindici i casi di rientro, nove con link dalla Sardegna, uno dalla Romania, uno dalla Spagna, Uno dall’Indonesia, due dal Perù e uno dalla Grecia. Due casi hanno un link ad un cluster famigliare già noto e isolato e sei casi hanno un link ad un cluster dove è in corso l’indagine epidemiologica. Nella Asl Roma 3 sono 14 i casi nelle ultime 24h e tra questi sei i casi di rientro, cinque con link dalla Sardegna e uno dalla Moldavia. Quattro sono contatti di casi già noti e isolati. Nella Asl Roma 4 sono 6 i casi nelle ultime 24h e si tratta di contatti di casi già noti e isolati. Un decesso di una donna i 89 anni. Nella Asl Roma 5 sono 6 i casi nelle ultime 24h e si tratta di due casi di rientro, uno con link dalla Sardegna e uno dal Molise. Quattro sono contatti di casi già noti e isolati. Nella Asl Roma 6 sono 20 i casi nelle ultime 24h e di questi quattordici sono i casi di rientro, dodici con link dalla Sardegna, uno dalla Sicilia e uno dalla Puglia. Nelle province si registrano 18 casi e zero decessi nelle ultime 24h. Nella Asl di Latina sono tre i casi e di questi uno di rientro dalla Polonia e uno è un contatto di un caso già noto e isolato. Nella Asl di Viterbo si registrano sette casi e di questi quattro sono tesserati della Viterbese Calcio e due sono contatti di casi già noti e isolati. Nella Asl di Rieti si registrano otto casi e si tratta di un caso con link dalla Sardegna e uno da Malta. cinque i contatti di casi già noti e isolati.

Coronavirus Latina, il servizio tamponi drive-in al Goretti

.La Asl comunica che per agevolare le modalità di registrazione e accesso al drive-in del Goretti e ridurre i tempi di attesa necessari per effetturare i tamponi, è necessario che i cittadini siano muniti di ricetta dematerializzata ad eccezione di coloro che sono stati già contattati dal Dipartimento di Prevenzione.Nella giornata di domani, domenica 6 settembre il servizio di drive-in chiuderà alle 14. 

Primi due casi di covid a Prossedi

La nuova ondata del covid sta facendo registrare numeri importanti, superiori anche a quelli dei primi mesi della pandemia. In provincia sono stati toccati anche comuni che erano sempre stati covid free, come Prossedi appunto, che ieri ha registrato i primi due pazienti posiitivi. L'amministrazione comunale ha precisato che si tratta di asintomatici e ha ricordato ai cittadini di non abbaassare la guardia: "Si invitano tutti coloro che rientrano o sono rientrati da poco da Stati come Croazia, Spagna, Grecia e malta, oltre che dalle regioni Sardegna, Puglia ed Emilia Romagna, a comunicarlo al proprio medico di famiglia e a porsi in quarantena preventiva, in attesa di effettuare test o tamponi per verificare la presenza o meno di contagi - ha scritto il sindaco in una nota - Ricordo alle attività commerciali, di ristorazione e a tutti gli esercizi pubblici che l’obbligo di far rispettare le norme anti Covid è degli esercenti stessi, il mancato rispetto prevede multe e sanzioni oltre che la chiusura delle attività".

Latina, negativo il dipendente comunale dell'ufficio Trasporti

A Latina intanto arriva una buona notizia: il dipendente comunale dell'ufficio Mobilità e Trasporti che ha un parente positivo al virus ha effettuato il tampone ed è risultato negativo. Gli uffici comunali di via Cervone, che erano stati chiusi per precauzione mettendo gli impiegati in smart working, potranno dunque riaprire al pubblico a partire da lunedì (la notizia).

Il caso di Aprilia: positivo uno sposo: invitati in quarantena

Preoccupa ad Aprilia un possibile focolaio di covid legato a un matrimonio che si è celebrato nei giorni scorsi. Dopo le nozze, lo sposo ha cominciato ad accusare sintomi ed è risultato positivo. Ora sono scattati i controlli Asl su familiari e invitati alla cerimonia (la notizia).

Coronavirus, primo studente positivo a Roma

Primo studente trovato positivo a Roma. Regione Lazio e Asl Roma 1 hanno subito circoscritto il caso e dopo la comunicazione del Marymount International, il Servizio di Igiene e Sanità Pubblica è intervenuto per avviare l'azione di contact tracing in collaborazione con i responsabili didattici e sanitari dell'istituto privato (la notizia da Roma Today)

Test rapidi agli aeroporti: i messaggi dei viaggiatori

Nuovo aggiornamento dell’Unità di Crisi della Regione Lazio sull’attività di test rapidi negli aeroporti romani. A Fiumicino si sta svolgendo un enorme lavoro di testing sui viaggiatori di ritorno da paesi oggetto della direttiva del Ministero della Salute, un lavoro al servizio di tutto il Paese che riceve, quotidianamente il plauso e il riconoscimento dei viaggiatori. A testimoniarlo i tanti messaggi di cittadini italiani e stranieri di ringraziamento agli operatori impegnati nelle operazioni: “Grazie di tutto”, “Orgogliosa del buon lavoro che state facendo”, “Grazie, viva la sanità italiana” sono solo alcuni dei numerosi messaggi lasciati dai viaggiatori che, tornando a Roma, sono stati sottoposti ai tamponi rapidi per la ricerca del covid.

Coronavirus, le altre notizie

Coronavirus, l'aggiornamento ad Aprilia del 5 settembre

Lazio: per i trasporti servono servizi aggiuntivi: pubblicato l'avviso

Castelforte: il sindaco riapre supermercato e stabilimento termale

Coronanavirus, gli aggiornamenti da Anzio e Nettuno

 Minturno, tornano a casa la mamma e la bambina di 11 mesi contagiate

Coronavirus, nel Lazio al lavoro per riaprire le scuole il 14 settembre

Regione Lazio, tamponi effettuati anche dai privati: si apre la discussione

Diagnosi veloce attraverso la voce: la ricerca coinvolge anche Latina

Articolo in aggiornamento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vaccini agli over 80: avviso ai medici di medicina generale. Si parte il primo febbraio

  • Coronavirus Latina: lutto nell’Arma dei Carabinieri, muore l’appuntato Alessandro Cosmo

  • Coronavirus: Lazio in zona arancione. Nuove restrizioni anche per la provincia di Latina

  • Coronavirus, Latina e il Lazio in zona arancione: quali i divieti e cosa si può fare

  • Coronavirus Latina, cresciuti i casi di tipo familiare. Al Goretti situazione di “continuativa emergenza”

  • Arma dei Carabinieri, 28 Marescialli della provincia promossi al grado di Luogotenente

Torna su
LatinaToday è in caricamento