Sabato, 15 Maggio 2021
Attualità

Coronavirus, altri 1543 casi nel Lazio, 54 decessi. Rapporto tra positivi e tamponi al 12%

Gli aggiornanti da Asl di Latina e Regione: in provincia sono 147 i nuovi casi e non si arrestano i decessi. Nel Lazio in calo i ricoveri ma sono in aumento le terapie intensive

Continua a mantenersi alta la curva dei contagi da coronavirus nella provincia di Latina: sono 147 i nuovi positivi comunicati oggi, sabato 9 gennaio, dalla Asl con il consueto bollettino. Sono 1860 i contagi totali in poco più di una settimana (da inizio mese) nel territorio pontino dove da marzo scorso sono stati 16404 i casi registrati tra i residenti nella provincia. Andando ad analizzare il dato odierno, il comune in cui sono stati registrati più nuovi positivi è ancora Latina con 31, poi Sezze con 16 e Fondi e Priverno con 11 ognuno.

Coronavirus Latina: il bollettino del 9 gennaio

Coronavirus Latina: altri tre decessi

E si aggrava ancora anche il bilancio dei decessi: 3 quelli comunicati oggi dalla Asl; i pazienti erano residenti a Norma, Sezze e Terracina, questi ultimi due comuni tra i territori che hanno pagato più pesantemente le conseguenze del coronavirus durante questa seconda ondata. A gennaio i decessi sono stati 28 in tutta la provincia, 279 in questi 10 mesi di pandemia.

Coronavirus Lazio: tamponi in calo, nuovi casi in calo

In leggero calo rispetto alle scorse 24 ore i nuovi casi nel Lazio che sono 1543 oggi (-70); sono in calo però anche i tamponi processati che sono stati quasi 12mila (-632); aumentano invece i decessi che sono stati 54 (+9), 1175 invece i guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è sceso al 12%; nelle ultime 24 ore in calo i ricoveri mentre aumentano le terapie intensive.

Coronavirus: i dati di oggi in tutto il Paese

Coronavirus Lazio: i dati nelle singole province

Ancora sopra quota 700 i contagi giornalieri nella Capitale (oggi sono 786), mentre nel resto della provincia di Roma ne sono stati registrati 367. Nelle altre quattro province sono 390 i nuovi casi, di cui appunto 147 nel territorio pontino; 124 sono invece quelli accertati nella provincia di Frosinone, 48 in quella di Viterbo e 71 in quella di Rieti.

Coronavirus Lazio: il bollettino del 9 gennaio

Sfiorano quota 178mila i contagi totali riscontrati nel Lazio da inizio pandemia; sono ad oggi più di 95mila i guariti, 4114 i decessi. Gli attuali positivi sono più di 78mila, 2824 i civoeri e 310 le terapie intensive. 

coronavirus_lazio_bollettino_9_01_21-2

Coronavirus Lazio: come si distribuiscono i contagi

I casi confermati da inizio epidemia sono così distribuiti nel Lazio: il 18,3% nella Asl Roma 1, il 20,9% nella Asl Roma 2, l'11% nella Asl Roma 3, il 4,8% nella Asl Roma 4, il 9,3 nella Asl Roma 5, il 10,6% nella Asl Roma 6, l'8,1% nella Asl di Frosinone, l'8,8% nella Asl di Latina, il 3% nella Asl di Rieti e il 5,4% nella Asl di Viterbo. Il dato forntio dall’Unità di Crisi della Regione sulla base del Monitoraggio DEP - SERESMI. Dei casi finora confermati l'età mediana è di 46 anni, equamente ripartiti tra maschi (51,4%) e femmine (48,6%). E ancora, il I76,3% dei positivi è stato individuato da attività di screening e di contact tracing, mentre il 96,2% dei casi attualmente positivi è in isolamento domiciliare, il 3,6% è in ricovero ospedaliero e lo 0,2% è ricoverato in terapia intensiva. Si registra il 45,9% di guariti e il 2,2% di decessi.

Vaccino Lazio: superate le 64mila dosi

La campagna vaccinale prosegue intanto tra gli operatori sanitari della regione. Secondo i dati aggiornati alle 13 di oggi sono state somministrate complessivamente 64111 dosi nel Lazio, di cui 3491 nella provincia di Latina. Dopo gli ospedali di Formia, Fondi e Terracina, le vaccinazioni sono iniziate anche all’Icot, alla clinica Città di Aprilia e nelle prime tre Rsa individuate dalla Asl (Villa Azzurra a Terracina, Residenza pontina a Latina e Villa Silvana ad Aprilia). Da due giorni, poi, è partita sul territorio pontino anche la campagna vaccinale rivolta ai medici di medicina generale che saranno a loro volta chiamati a somministrare le dosi ai propri assistiti, a partire dagli anziani ultraottantenni (qui la notizia). Intanto, aggiornano dall'Unità di Crisi della Regione, "sono state definite, con il contributo delle Società scientifiche dei farmacisti ospedalieri, le modalità operative per la distruzione dei residui delle fiale già utilizzate. Alle fialette, una volta prelevate tutte le dosi, verrà aggiunta una sostanza colorante (Eosina o Blu di metilene) in modo tale da rendere evidente e inutilizzabile il residuo che sarà poi distrutto".

Coronavirus: le nuove misure restrittive

Da oggi, sabato 9 gennaio, anche la provincia di Latina ed il Lazio tornano in zona arancione e ci resteranno per tutto il fine settimana. Questo quanto previsto dal decreto legge varato dal Governo nei giorni scorsi con le misure per il contenimento della diffusione del coronavirus valide dal 7 al 15 gennaio (qui i particolari). Fino a domani le restrizioni saranno le stesse per tutto il Paese, da lunedì 11 gennaio tornerà la suddivisione in zone con il Lazio che tornerà in zona gialla (qui i dettagli della notizia).

Scuole: per le superiori del Lazio dad fino al 18 gennaio

Gli studenti delle scuole superiori della provincia di Latina e del Lazio non torneranno a scuola fino al 18 gennaio. E' la decisione assunta dalla Regione. Il presidente Nicola Zingaretti, visto l’incremento della curva dei contagi, ha annunciato ordinanza per posticipare al 18 gennaio l’apertura in presenza delle scuole superiori (qui i dettagli della notizia).

“In corso piano di potenziamento delle terapie intensive”

“E’ in pieno svolgimento il piano per il potenziamento delle terapie intensive Covid” nel Lazio. Questo l’aggiornamento fornito dall’Unità di Crisi della Regione. “Saranno altri 85 i posti a disposizione attraverso moduli aggiuntivi opportunamente provvisti di tutte le tecnologie e di questi 20 posti aggiuntivi sono già pronti e disponibili presso l’Istituto Spallanzani. Il completamento dei restanti posti di terapia intensiva è previsto come termine ultimo entro la metà di febbraio”.

Coronavirus, le altre notizie

“Ristoro Lazio Irap”: bando regionale che risarcisce le imprese

Dalla Asl: come funziona il piano di vaccinazione in provincia

Coronavirus Cori: test rapidi agli studenti, primi risultati

Coronavirus Fondi: drive in per gli studenti superiori

Coronavirus Sabaudia: test rapidi dai medici di famiglia

Sermoneta, test rapidi dei medici di base al centro civico

Articolo aggiornato alle 19.30

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, altri 1543 casi nel Lazio, 54 decessi. Rapporto tra positivi e tamponi al 12%

LatinaToday è in caricamento