Coronavirus: oltre 17mila tamponi nel Lazio e 939 casi in più. Aumentano i pazienti in terapia intensiva

Nuovo record di contagi in provincia, 81 in sole 24 ore. Picco ad Aprilia (21), gli altri in 13 diversi comuni. Nel Lazio 15191 attuali positivi, 111 in terapia intensiva

Non accenna a rallentare la crescita dei contagi da coronavirus nella provincia di Latina che tocca oggi, lunedì 19 ottobre, un nuovo record: sono 81 i nuovi casi comunicati dalla Asl con il bollettino giornaliero, il dato più alto di sempre nel territorio pontino. Casi che si sommano ai 75 nuovi positivi di ieri e ai 64 di sabato. Arrivano così a 864 i contagi totali nel solo mese in corso, quasi il doppio rispetto a quanti ne sono stati registrati in tutto settembre, 445.

Coronavirus Latina: la mappa dei nuovi contagi

Gli 81 nuovi casi di oggi sono stati accertati quasi in mezza provincia; sono infatti 14 i comuni toccati dalla nuova ondata di contagi con l'impennata più alta che è stata registrata ancora una volta ad Aprilia dove sono 21 i nuovi positivi. Altri 15 sono stati riscontrati a Latina città, poi 7 a Cori, Minturno e Terracina e 6 a Roccagorga. Cinque i casi a Cisterna e 4 a Formia, 2 rispettivamente a Pontinia, Sermoneta e Sonnino e uno rispettivamente a Gaeta, Sabaudia e Sezze. Secondo quanto riferito dall'Assessorato regionale alla Sanità, per quanto riguarda i nuovi contagi in provinca si tratta di casi con link familiari o contatto di un caso già noto. Comunicato anche il decesso di un paziente di 85 anni di Terrcaina morto al Gortetti.

Coronavirus Latina: tutti i numeri

Hanno superato quota 2mila i contagi totali riscontrati tra i residenti della provincia di Latina da inizio pandemia - sono 2085 -; gli attuali positivi hanno raggiunto i 1282 - una settimana fa erano 921 - con 1171 persone che sono in cura presso il proprio domicilio. Sono 111 i ricoverati in strutture ospedaliere. Da tenere sotto osservazione anche il dato dell’indice di prevalenza - vale a dire il numero delle persone risultate positive su 10.000 abitanti - che nel territorio pontino ha raggiunto il valore di 36,24. La buona notizia arriva dai guariti che sono arrivati a 761 quando esattamente una settimana fa erano 682. I decessi totali sono 42.

Sindaco Coletta: “Presto per vedere gli effetti delle restrizioni”

Nella giornata di oggi il sindaco di Latina Damiano Coletta ha commentato all’agenzia Dire i dati che interessano non solo il capoluogo ma l’intera provincia e gli effetti delle restrizioni. ”Noi avevamo anticipato dei provvedimenti già al 23 settembre con l'obbligo della mascherina anche all’aperto - ha detto il primo cittadino, poi è arrivata l'ordinanza della Regione dell'8 ottobre. E' presto per avere dei dati significativi legati agli effetti delle misure restrittive però – sostiene il primo cittadino - non c'è stato un aumento ma una stabilizzazione dei casi rispetto alle altre province” (qui la notizia).

Coronavirus Lazio: 939 casi in più

Sono 939 i nuovi casi in tutta la regione a fronte di oltre 17mila tamponi processati, il dato più alto in Italia oggi. Sono 9 i decessi, 119 invece i guariti. “Lieve calo dei casi a Roma rimangono alti i trend di Frosinone, Latina e Viterbo su cui incide un cluster nella casa di risposo San Francesco del Comune di Farnese” spiega l’assessore regionale D’Amato.

I dati di oggi in tutto il Paese

Coronavirus Lazio: i dati delle Asl

Guardando nello specifico, nella Asl Roma 1 sono 168 i casi di cui 156 isolati a domicilio e 12 da ricovero. Nella Asl Roma 2 sono 228 i casi di cui 69 con link familiare o contatto di un caso già noto e 107 individuati su segnalazione del medico di medicina generale; si registrano tre decessi. Nella Asl Roma 3 sono 66 i casi di cui 37 con link familiare o contatto di un caso già noto; si registra un decesso. Nella Asl Roma 4 sono 55 i casi di cui 6 con link familiare o contatto di un caso già noto e 6 individuati su segnalazione del medico di medicina generale. Nella Asl Roma 5 sono 41 i casi e si tratta di casi con link familiare o contatto di un caso già noto. Nella Asl Roma 6 sono 49 i casi di cui 31 con link familiare o contatto di un caso già noto; si registra un decesso. Nelle province si registrano 332 casi e tre i decessi. Oltre ai contagi nella provincia pontina, nella Asl di Frosinone si registrano 104 nuovi casi, in quella di Viterbo 114 di cui 35 con link familiare o contatto di un caso già noto e 25 con link al cluster presso la casa di riposo San Francesco di Farnese dove è in corso l’indagine epidemiologica; si registrano due decessi. Nella Asl di Rieti ci sono 33 nuovi casi e sono casi con link familiari o contatto di un caso già noto.

Coronavirus Lazio: il bollettino del 19 ottobre

Sono arrivati a 15191 gli attuali positivi in tutto il Lazio dove aumentano ancora i pazienti ricoverati nelle terapie intensive: sono ad oggi 111 mentre ieri erano 99, ad inizio mese meno della metà. I ricoverati non in terapia intensiva sono 1130 mentre le persone in isolamento domiciliare sono 13950. I guariti sono arrivati a 9703, i decessi a 1033. Sulla base dei nuovi dati di oggi sono invece 25927 i contagi totali da inizio pandemia.

Vaccini nel Lazio: disponibili oltre 810mila dosi

Nella giornata di oggi l’Unità di Cirsi della Regione ha fatto il punto anche sui vaccini. Sono 810mila le dosi disponibili per medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta; 200mila quelle già somministrate. “Per le fasce dai 60 anni in su e dai 6 mesi e i 6 anni consigliamo di prenotare il vaccino dal proprio medico di medicina generale o pediatra di libera scelta”. Continua anche la distribuzione nelle farmacie con 20mila dosi a settimana. “Per l'acquisto è necessaria la ricetta medica. Uno sforzo importante che la Regione sta facendo per sostenere la rete delle farmacie del Lazio nella distribuzione del vaccino. Prosegue anche quest'anno la vaccinazione del personale sanitario con un'altissima adesione” conclude l’Unità di Crisi della Regione.

Coronavirus: il nuovo Dpcm

Firmato dal presidente del Consiglio  Conte e dal ministro della Salute  Speranza il nuovo Dpcm contenente altre misure per il contenimento del contagio da coronaviris. Le misure saranno in vigore da oggi, 19 ottobre, e fino al prossimo 13 novembre. Le novità sono sostanzialmente tre: la prima è che alle 21 si potranno chiudere strade e piazze così da evitare assembramenti; la seconda sono gli orari flessibili per la scuola (che resta aperta); la terza sono i locali chiusi a mezzanotte e dalle 18 senza servizio ai tavoli (qui tutte le nuove regole). La misura che ha scatenato le maggiori proteste, sopratutto da parte dei sindaci, è quella legata alla facoltà lasciata ai primi cittadini di chiudere vie e piazze dopo le 21 per assembramenti: subito dopo la conferenza del presidente Conte, infatti, i sindaci hanno fatto sentire la loro voce e il testo del provvedimento nella notte è stato modificato (qui la notizia). 

Coronavirus: le altre notizie

Tornano i contagi a Roccagorga: sei positivi per un cluster familiare

Coronavirus Cori: drive in per le scuole

Coronavirus Sonnino: prime sanzioni

Coronavirus Minturno: tutti gli aggiornamenti

Test rapidi nei laboratori privati: ecco come funziona

Il ministro Speranza alla Janssen: "Ricerca e innovazione sono la chiave"

Drive-in: ridotte le attese, ecco le modalità di accesso

Latina: in tribunale udienze a distanza

Isolamento domiciliare e quarantena: le nuove regole

Articolo in aggiornamento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 236 nuovi casi in provincia e altre quattro vittime del covid da Latina e Fondi

  • Coronavirus Latina: ancora 260 nuovi casi in provincia. Un altro decesso

  • Coronavirus Latina: altri 5 decessi in provincia, 139 i nuovi casi positivi

  • Coronavirus, nuova impennata: 309 casi in provincia, quattro morti. In aumento i ricoveri

  • Coronavirus Latina: si impenna ancora la curva, 274 i nuovi casi. Altri 6 decessi

  • Coronavirus Latina: la curva dei contagi non si piega, altri 257 in provincia. Tre i decessi

Torna su
LatinaToday è in caricamento