Attualità

Coronavirus Lazio, meno contagi, decessi e terapie intensive. Rapporto tra positivi e tamponi all' 8%

Su oltre 15mila test effettuati sono stati registrati 1341 nuovi casi. Altre 1192 persone sono risultate guarite

Sono 1341 i nuovi contagi nel Lazio su oltre 15 mila tamponi effettuati (+3.922) e quasi 20mila test antigenici per un totale di oltre 34 mila test,.  Rispetto alle precedenti 24 ore, secondo i dati della Regione, ci sono 6 cvontagi in meno. I decessi sono stati 12 mentre  i nuovi guariti sono 1.192. Il rapporto tra positivi e tamponi è a 8%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale è sotto al 4%.

Diminuiscono i casi, i decessi, i ricoveri e le terapie intensive. Il rapporto tra positivi e tamponi è a 8%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale è sotto al 4%. I casi a Roma città sono a quota 500.

Nella Asl Roma 1 sono 189 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Sono tre i ricoveri. Si registrano due decessi di 92 e 92 anni con patologie. Nella Asl Roma 2 sono 286 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Sono centodue i casi su segnalazione del medico di medicina generale. Si registrano due decessi di 78 e 88 anni con patologie. Nella Asl Roma 3 sono 22 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Sono due i ricoveri. Si registrano due decessi di 70 e 83 anni con patologie. Nella Asl Roma 4 sono 99 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Nella Asl Roma 5 sono 141 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Nella Asl Roma 6 sono 124 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registra un decesso di 86 anni con patologie.

Nelle province si registrano 480 casi e sono cinque i decessi nelle ultime 24h. Nella Asl di Latina sono 144 i nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registra un decesso di 73 anni con patologie.

Nella Asl di Frosinone si registrano 220 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio, contatti di un caso già noto o con link familiare. Si registrano due decessi di 77 e 87 anni con patologie.

Nella Asl di Viterbo si registrano 44 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano due decesso di 78 e 83 anni con patologie.

Nella Asl di Rieti si registrano 72 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto”

Coronavirus Lazio: provincia di Frosinone in zona arancione

Provincia di Frosinone in zona arancione. Nel pomeriggio l’annuncio da parte dell’Unità di Crisi della Regione Lazio. “La provincia di Frosinone sarà zona arancione a partire dalle ore 00.01 di lunedì 1 marzo. E’ in corso la predisposizione dell’ordinanza a seguito della relazione epidemiologia della Asl di Frosinone e del Seresmi – Spallanzani” (su FrosinoneToday la notizia completa).

Coronavirus Latina, risalgono i contagi: sono 144 nelle ultime 24 ore
Coronavirus Latina, risalgono i contagi: sono 144 nelle ultime 24 ore

(leggi la notizia)

Potrebbe interessarti: https://www.latinatoday.it/attualita/coronavirus-latina-aggiornamenti-28-febbraio-2021.html

Coronavirus Latina: al Goretti 120 ricoverati

“Nella provincia di Latina siamo ancora nel pieno della seconda ondata che in realtà non è mai finita. Dopo una riduzione progressiva dei casi, ci siamo stabilizzati poi su una situazione ‘continuativa’: questo significa che nel nostro ospedale abbiamo ormai da settimane una media di 120 persone contemporaneamente ricoverate, con una decina di positivi che ogni giorno nel nosocomio a fronte di un eguale numero di persone che invece lo lasciano”: a parlare la professoressa Miriam Lichtner, dirigente di Malattie Infettive all'ospedale Santa Maria Goretti di Latina che ieri è intervenuta nel corso di una diretta Facebook con il sindaco Damiano Coletta per afre il punto della situazione ad oggi nella provincia pontina (qui la notizia). 

Roccagorga: prorogata di 7 giorni la zona rossa

Prorogata la zona rossa a Roccagorga: questa la decisione della Regione con il presidente Nicola Zingaretti che ieri ha emanato una nuova ordinanza. Ancora troppi contagi nel piccolo comune lepino, 5 quelli riportati ieri nel bollettino ella Asl, 7 il giorno precedente. La situazione dunque ha portato l'azienda sanitaria pontina a inviare una dettagliata relazione in Regione chiedendo una proroga di ulteriori 7 giorni per la zona rossa. Il caso è stato discusso in Prefettura e ieri, 26 febbraio, è arrivata la nuova ordinanza del presidente Zingaretti (qui la notizia). Zona rossa dichiaratoa ieri anche nel comune di Monte San Giovanni Campano nella provincia di Frosinone, dopo Torrice, sempre in Ciociaria, Colleferro e Carpineto Romano nella città metropolitana di Roma.

Lazio resta in zona gialla

Il Lazio resta in zona gialla. Si attende infatti in queste ore l’ordinanza del ministero della Salute Roberto Speranza, ma la conferma è arrivata nella serata di ieri anche dal presidente Nicola Zingaretti, che invita però a tenere sempre alta l’attenzione difronte al Covid-19. “Bene il Lazio ancora in zona gialla. Un risultato di tutta la nostra comunità. Mi raccomando: non abbassiamo la guardia - ha detto -. Le varianti del virus sono molto invasive e i contagi crescono” (qui la notizia).

A Ponza e Ventotene il vaccino somministrato nei poliambulatori

A Ponza e Ventotene le dosi di vaccino potranno essere somministrate direttamente sulle isole senza costringere i residenti a spostarsi. Si parte lunedì 1 marzo con le vaccinazioni a Ponza che proseguiranno il giorno successivo. Mentre la tappa a Ventotene è calendarizzata nell’unica giornata di giovedì 4 marzo visto il minor numero di soggetti anziani (qui la notizia).

La variante inglese in provincia di Latina

I primi casi di variante inglese del covid sono stati registrati in provincia, nel comune di Sabaudia in particolare, dove sono risultati positivi alla mutazione un militare in servizio a Roma ma residente nella cittadina pontina, la moglie che lavora in un'azienda farmaceutica di Latina e la figlia che frequenta invece una scuola elementare della città di Pontinia (qui la notizia). 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus Lazio, meno contagi, decessi e terapie intensive. Rapporto tra positivi e tamponi all' 8%

LatinaToday è in caricamento