menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, sono 58 i nuovi casi nel Lazio. D’Amato: “Siamo tornati ai livelli di maggio”

Tre i contagi in provincia, tutti a Priverno e tutti nell’ambito dello stesso nucleo familiare. L’assessore alla Sanità: “Occorrono il rispetto delle misure di prevenzione e lo stop agli assembramenti. Limitare i viaggi nelle aree a rischio”

Aumentano ancora i casi di coronavirus nella provincia di Latina: la Asl ha dato comunicazione con il bollettino di oggi, sabato 15 agosto, di tre nuovi contagi registrati nelle scorse 24 ore e accertati nel territorio di Priverno. I positivi sono tutti in cura presso il proprio domicilio e, come ha aggiunto anche il sindaco del centro lepino Anna Maria Bilancia, fanno parte di uno stesso nucleo familiare. Sono collegati “al link della Casa di riposo di Sezze dove nei giorni scorsi si sono manifestati dei contagi”.

Questi tre nuovi casi si aggiungono ai 14 registrati da inizio settimana nella provincia di Latina, gli utlimi due ieri a Sezze e Gaeta.

Coronavirus Latina: tutti i numeri

Salgono così a 642 i contagi totali accertati da inizio pandemia - ricordiamo che in questo numero sono conteggiati i soli casi positivi riscontrati tra i cittadini residenti o stabilmente domiciliati nei comuni della provincia di Latina -, con un indice di prevalenza - il numero di persone risultate positive su 10.000 abitanti - arrivato a 11,16. Gli attuali positivi sono ad oggi 67, e sono 35 i pazienti al momento ricoverati; i guariti sono 538, 37 i decessi.

Sermoneta torna Covid-free

Coronavirus Lazio: 58 nuovi casi

Nel Lazio si registrano oggi 58 nuovi casi e zero decessi. Di questi, fanno sapere dall'Assessorato alla Sanità della Regione, oltre la metà sono di importazione o di rientro dalle vacanze: 7 i casi di rientro da Malta e altrettanti dalla Romania, 4 casi dalla Spagna, 6 dalla Grecia (4 da Corfù), 3 dalla Croazia, 2 dalla Bielorussia e un caso dall'Albania.

Coronavirus Lazio, D’Amato: “Siamo tornati ai livelli di maggio”

Duro il commento dell’assessore regionale alla Sanità Alessio D’Amato rispetto ai dati di oggi. “Siamo tornati ai livelli di maggio, se continua così si rischia di pregiudicare l’apertura delle scuole in sicurezza - ha detto -. Occorre il rispetto delle misure di prevenzione e lo stop agli assembramenti e l’obbligo di mascherina nei luoghi di maggior frequentazione. Occorre la limitazione dei viaggi nelle aree a rischio”. “Domani - aggiunge - partiranno i test all’aeroporto di Fiumicino, previsti oltre 2.000 arrivi da zone a rischio. Uno sforzo enorme per la sicurezza dei viaggiatori; ringrazio della collaborazione ADR e un ringraziamento a tutti i nostri operatori sanitari e alle USCA-R”.

Appello del presidente Zingaretti: "Il rischio di un ritorno indietro è reale"

Coronavirus Lazio: i dati delle Asl

Guardando nello specifico, nella Asl Roma 1 sono 8 i casi e tra questi 6 sono di rientro (2 dalla Bielorussia e altrettanti da Malta, uno dalla Grecia e uno dalla Croazia) - avviato il contact tracing internazionale; di quelli restanti uno ha un link con la comitiva di rientro dalla gita a Capri. Nella Asl Roma 2 sono 2 i positivi tra cui un uomo di rientro dall’Umbria, in corso l’indagine epidemiologica. Nella Asl Roma 3 sono 8 i casi e tra questi 4 sono di rientro da un viaggio scolastico a Corfù (Grecia); uno è di rientro da Malta e uno da Croazia, avviato il contact tracing internazionale. Un caso riguarda un operatore su un set di una nota produzione cinematografica che ha ricevuto dalla Asl le prescrizioni di sicurezza. Nella Asl Roma 4 sono 21 i casi: tra questi due sono su segnalazione del medico di medicina generale, 6 di rientro dalla Romania e uno dall’Albania, avviato il contact tracing internazionale; 4 sono contatti di casi già noti e isolati. Nella Asl Roma 6 sono 4 i positivi e tra questi una donna su segnalazione del medico di medicina generale e di rientro dalla Romania, un uomo di rientro dalla Croazia, avviato il contact tracing internazionale. Infine per quanto riguarda le province si registrano 15 casi e zero decessi nelle ultime 24h. Oltre ai tre nella provincia pontina, un caso è stato registrato nella Asl di Frosinone e si tratta di una donna di rientro da un viaggio a Malta. Sono 11 i positivi nella Asl di Viterbo e tra questi una donna individuata in fase di pre-ospedalizzazione e otto di rientro da viaggi intercettati al drive-in: quattro da Spagna, tre da Malta e uno da Grecia, in corso il contact tracing internazionale.

Coronavirus Lazio: il bollettino del 15 agosto

Con i nuovi casi di oggi sono saliti a 9059 i totali nel Lazio; gli attuali positivi sono ad oggi 1218: di questi, come riferiscono dall’Assessorato alla Sanità della Regione, 1016 sono in isolamento domiciliare, 193 sono ricoverati non in terapia intensiva - uno in più rispetto a ieri - e 9 sono in terapia intensiva. I guariti sono 6971 - 5 in più nelle ultime 24 ore -, mentre sono 870 i decessi.

Coronavirus: Sabaudia premia medici e infermieri

In prima linea per fronteggiare il coronavirus, Sabaudia ha voluto premiare i medici e gli infermieri che in questi difficili mesi non si sono risparmiati dedicandosi a ciclo continuo alla lotta al Covid-19 senza badare ad orari di lavoro e vita privata. Per ringraziarli per l’importante lavoro svolto, la città ha voluto consegnare il Premio Duna d’Oro all’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri e all’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Latina. E lo ha fatto nell’ambito dell’edizione 2020 di "Sabaudia Studios", il Festival del Cinema Italiano che si è concluso lo scorso giovedì 13 agosto e che ha voluto in più serate puntare i riflettori sull’indispensabile lavoro portato avanti da medici, infermieri e operatori sanitari (qui la notizia).

Coronavirus Latina, la Asl scrive ai sindaci

Un invito rivolto ai primi cittadini, in previsione delle festività del Ferragosto, ad evitare assembramenti e feste che possano aumentare i rischi di una diffusione incontrollata del virus: il direttore sanitario della Asl Giuseppe Visconti ha indirizzato a tutti i sindaci della provincia nei giorni scorsi una lettera sulle misure di contenimento del contagio, in vista di questo fine settimana. Una missiva che arrriva proprio in considerazione Coronavirus, la Asl scrive ai sindaci: evitate assembramenti ed edell'attuale situazione sul territorio (qui la notizia).

Coronavirus Latina: l'appello di Coletta per Ferragosto

Anche il sindaco di Latina Damiano Coletta ha rivolto il suo appello ai cittadini per Ferragosto. “Rispettiamo le regole, serve senso di responsabilità. Il coronavirus ancora non è sconfitto” ha detto rivolgendosi soprattutto ai giovani e ricordando loro l'importanza di rispettare le disposizioni fondamentali per contrastare la diffusione del contagio, in una fase particolarmente delicata dell'emergenza come quella che stiamo vivendo in queste settimane: il distanziamento sociale, l'uso corretto della mascherina e il lavaggio frequente delle mani. "Abbiamo tutti il dovere di difendere la libertà che ci siamo riconquistati con grandi sacrifici" ha poi concluso il sindaco Coletta (qui la notizia). L'invito dell'assessore alla Sanità D'Amato, poi, è quello di "evitare gli assembramenti per il Ferragosto e anon abbassare adesso il livello di attenzione".

Ferragosto ai tempi del Covid: il messaggio del sindaco di Sabaudia

Coronavirus Lazio: drive in a pieno regime

“I drive-in lavorano a pieno regime per i rientri da Grecia, Spagna, Malta e Croazia” ha detto l’assessore regionale D’Amato. Fino a ieri sono rrivate al Numero Verde 800.118.800 oltre 5 mila chiamate. Lunghe file questa mattina anche al drive in allestito all’ospedale Santa Maria Goretti di Latina.

Coronavirus: le altre notizie

Coronavirus Aprilia: gli aggiornamenti

Ferragosto ai tempo del Covid: intensificati i controlli

Ferragosto ai tempi del Covid: le ordinanze dei sindaci 

Articolo in aggiornamento 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento