Attualità

Coronavirus, nel Lazio sale ancora la curva: 2188 nuovi casi. Sono 38 i decessi

I dati aggiornati in tutta la regione che raggiunge il numero di contagi giornalieri più alto di marzo; superano quota 300 le terapie intensive occupate, crescono ancora i ricoveri. Sfiorano quota 200 i nuovi positivi in provincia di Latina

Sono 199 i nuovi contagi sul territorio pontino, su 1168 test tra molecolari e test antigenici. Dall’inizio del mese di marzo sono quasi 2600 i positivi totali tra i residenti dei 33 comuni pontini.

Il bollettino della Asl di Latina del 19 marzo 

Il bollettino della Asl segnala ancora un picco di casi nella città di Fondi; 42. Sono invece 25 a Latina e 23 nel comune di Cisterna, 12 invece a Cori, 15 a Formia. Per un totale di 27 comuni coinvolti. Ottanta invece i pazienti guariti nelle ultime 24 ore.

Il bilancio dei decessi

Altri quattro i decessi: due dei pazienti che non ce l'hanno fatta erano residenti a Latina, altrettanti a Roccagorga e San Felice Circeo. Nella sola settimana in corso le morti sono state 13, 35 nel mese di marzo

Coronavirus Lazio: più di 2mila contagi giornalieri

Aumentano ancora i casi nel Lazio che raggiungono il dato più alto di marzo: sono 2188 i contagi registrati nelle ultime 24 ore, su un numero di tamponi che resta più o meno stabile. Sono stati in totale oltre 36mila i test in tutta la regione di cui quasi 16mila molecolari (+300 rispetto al dato di ieri) e oltre 20mila antigenici. Il rapporto tra positivi e tamponi sale al 13% ma, spiegano dall'Assessorato alla Sanità della Regione, scende al 6% se si considerano anche gli antigenici. I decessi nelle scorse 24 ore sono 38 (+15), 1074 i guariti. Aumentano rispetto a ieri anche i ricoveri (+17) e le terapie intensive che superano quota 300 (+9). 

Coronavirus: i dati i tutta Italia

Coronavirus Lazio: i dati nelle singole province

Nella Capitale hanno raggiunto quota 950 i contagi giornalieri a cui si aggiungono i 720 registrati nel resto della provincia di Roma; nelle altre 4 province del Lazio, in totale, i casi sono stati 518: di questi 199, come detto, sono nel territorio pontino, 184 nella provincia di Frosinone, 76 in quella di Viterbo e 59 in quella di Rieti.

Coronavirus Lazio: il bollettino del 19 marzo

Sfiorano quota 46mila gli attuali positivi in tutto il Lazio, con 2439 al momento ricoverati e 308 terapie intensive occupate. Quasi 265mila i contagiati totali in un anno di pandemia con più di 212mila persone che poi sono guarite; sono stati 6316 i decessi.

coronavirus_lazio_bollettino_19_03_21-2

Vaccini, ripartono i 35 hub del Lazio con Astrazeneca

Qualche migliaio di disdette del vaccino Astrazenca su una mole di 200mila prenotazioni. Lo ha detto l'assessore alla Sanità della Regione Lazio Alessio D'Amato, in occasione dell'inaugurazione di 18 nuovi posti letto in terapia intervista al Policlinico Umberto I di Roma. Il bugiardino di Astrazeneca è stato cambiato e i 35 hub della regione sono ripartiti. "Dobbiamo correre - ha aggiunto D'Amato - ci sarà un prolungamento di orario e recupereremo in una settimana le somministrazioni. Saranno chiamate automaticamente le persone da vaccinare" (qui la notizia). Anche la Asl di Latina è ripartita con le vaccinazioni di Astrazeneca e ha precisato che al momento oltre 50mila persone in provincia hanno ricevuto almeno una dose del siero.

Partono le prenotazioni per i 70 e 71enni

Con il riavvio delle somministrazioni del siero Astrazeneca, dalla mezzanotte di oggi, 19 marzo, sono ripartite le prenotazioni per la fascia di età over 72, mentre dalla mezzanotte della giornata di sabato 20 marzo partiranno anche le prenotazioni per la fascia di età 71-70 anni (i nati 1950.1951).

Nel Lazio il protocollo di somministrazione dei monoclonali

"E' pronto il protocollo di somministrazione dei farmaci monoclonali". L'annuncio arriva proprio dall'assessore Alessio D'Amato. "Le strutture interessate - chiarisce - sono l'Istituto Spallanzani, il policlinico Tor Vergata, il policlinico Umberto I, l'ospedale Sant'Andrea, l'ospedale San Paolo di Civitavecchia, l'ospedale di Palestrina, l'ospedale dei Castelli, l'ospedale Belcolle (Vt), l'ospedale De Lellis (ri), l'ospedale Goretti (Lt) e l'ospedale Spaziani (Fr). Proprio il Goretti risulta tra le strutture scelte per sperimentare la cura con gli anticorpi monoclonali, come spiegato nei giorni scorsi dall'azianda sanitaria (la notizia).

Il caso a Latina: operatori della Asl vaccinati ma contagiati dal covid

Operatori della Asl contagiati dal covid dopo la vaccinazione con il siero Pfizer. Si tratta di un piccolo gruppo di operatori sparsi per la provincia, alcuni dei quali impiegati negli ospedali, individuato nell'ambito dello screening della sorveglianza sanitaria. Nessuno aveva sintomi e inoltre alcuni avevano già avuto il covid. Il caso studiato dalla Asl e dal Seresmi. Ma la Asl ribadisce che non è in discussione l'efficacia della vaccinazione (qui i dettagli della notizia).

Coronavirus, le altre notizie

Il vaccino Johnson & Johnson in farmacia: l'annuncio dell'assessore D'Amato

Si aggrava il bilancio dei decessi a Pomezia

Fondi: l'aggiornamento dei contagi del 18 marzo

Latina in zona rossa: l'allarme di estetisti e parrucchieri

Nel Lazio arriva l'attestato vaccinale

Latina in zona rossa: le indicazioni del vescovo Crociata

Latina in zona rossa: polizia locale in campo per i controlli

Zona rossa, l'appello del sindaco di Fondi: "Non cerchiamo scuse per uscire inutilmente"

Latina e Lazio in zona rossa: tutti i chiarimenti sulle nuove regole

Latina, come candidarsi per la sperimentazione del vaccino ReiThera

Plasma iperimmune: la Asl cerca donatori

Articolo aggiornato alle 20

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, nel Lazio sale ancora la curva: 2188 nuovi casi. Sono 38 i decessi

LatinaToday è in caricamento