menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, salgono i casi nel Lazio. D'Amato: "Terza ondata rischia di frenare campagna vaccini"

L'assessore alla Sanità della Regione: "Ci aspettano ancora mesi duri in cui dobbiamo essere rigorosi". L'aggiornamento dei casi, i ricoveri e i decessi secondo i dati aggiornati dalle Asl

Ancora una crescita di casi in provincia di Latina, come riportato dal bollettino Asl di oggi, 29 dicembre. I contagi sono 148, 37 dei quali a Latina, 35 a Cisterna, 18 ad Aprilia, solo per citari i comuni con il maggior numero di nuovi positivi. Dall'inizio della pandemia i cittadini contagiati sono stati 14.258. Nella giornata di oggi si segnalano infine 76 guarigioni.

Il bilancio delle vittime: 97 solo a dicembre

Cresce anche il numero di decessi: sono due in più nelle ultime 24 ore. Si tratta di due pazienti che erano residenti ad Aprilia, uno a Formia e uno a Sezze. Le vittime totali arrivano così a 247, 97 delle quali registrate solo nel mese di dicembre, che ad oggi ha superato i decessi di novembre. Un bilancio tragico dunque, che continua ad essere pesantissimo e a dare ancora la dimensione di un vero allarme che interessa il territorio.

Nella regione 1.218 nuovi contagi e 54 morti

Su oltre 11 mila tamponi nel Lazio, 1.782 in più rispetto al 28 dicembre, si registrano 1.218 casi positivi nel Lazio, 54 decessi e 2.549 nuovi guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 10%. "Aumentano i casi, i tamponi, i decessi e i ricoverati, mentre diminuiscono le terapie intensive", sottolinea l'assessore alla sanità laziale Alessio D'Amato. "Bisogna mantenere alta l'attenzione - commenta ancora - una terza ondata rischierebbe di frenare anche la campagna vaccinale appena avviata. Invito alla cautela sul tema della riapertura delle scuole per le secondarie superiori". 

Coronavirus, il bollettino del Lazio e i casi per provincia

Il bollettino del Lazio riporta complessivamente 159.951 contagi da inizio pandemia, di cui 74.685 attuali positivi, 3.630 deceduti, 81.636 pazienti guariti. Tra i positivi ci sono 2.854 ricoverati, 305 persone in terapia intensiva, 71.526 cittadini in isolamento domiciliare. Per quanto riguarda invece la distribuzione per province, nella Capitale si contano nelle ultime 24 ore 490 casi, nella provincia di Roma 355, nelle altre province del Lazio 363, di cui 148 a Latina, 142 a Frosinone, 53 a Viterbo e 20 a Rieti.

V-day a Latina: "Giornata storica"

Un segnale di speranza arriva però dalle prime 40 dosi di vaccino a Latina, che sono state somministrate al personale sanitario dell'ospedale Santa Maria Goretti. La macchina organizzativa è partita, oggi 29 dicembre. Poco dopo le 9 di questa mattina hanno preso il via le operazioni all'interno della tensostruttura che era stata allestita nell'area esterna del nosocomio. Tutto si è svolto alla presenza del presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, dell'assessore alla Sanità Alessio D'Amato, del sindaco Damiano Coletta, del prefetto Maurizio Falco, del direttore sanitario del Goretti Sergio Parrocchia e del direttore sanitario della Asl pontina Giuseppe Visconti (qui la notizia e tutti gli aggiornamenti). 

Primo vaccino a Latina - Il video

La prima vaccinata al Goretti è Serena Freguglia

E' stata l'infermiera Serena Freguglia la prima a ricevere la fiala di vaccino anti covid in provincia di Latina. Era emozionata ma prontissima all'evento e poco dopo l'iniezione ha confermato di sentirsi benissimo e di non avere alcun sintomo. Poi si è messa subito al lavoro per vaccinare gli altri colleghi (qui il video).

Vaccini, Zingaretti: "Un giorno di svolta, ma la battaglia è ancora lunga"

"Oggi è un giorno di svolta. Dobbiamo però essere molto chiari: la battaglia contro il covid è ancora lunga". Lo ha dichiarato questa mattina il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, che ha partecipato alla prima giornata di vaccinazione all'ospedale Goretti di Latina. "Oggi non è la fine del covid, è l'inizio di una nuova stagione perché finalmente si è accesa una piccola fiamma alla fine del tunnel e questo non può che darci speranza. Però, proprio noi nel Lazio che siamo una delle poche regioni mai finite in zona arancione, ora dobbiamo essere molto uniti e capire che ancora servono dei mesi" (qui la notizia e il video).

Cisterna, festa danzante in un locale nonostante i divieti: multato un consigliere comunale

Nonostante le restrizioni imposte Governo e finalizzate al contenimento e al contrasto della diffusione del covid, a Cisterna gli agenti del commissariato di polizia hanno scoperto un pranzo in un ristorante che si è trasformato in una festa danzante. Al pranzo nel locale ha partecipato anche un consigliere comunale di Cisterna, che ha poi postato tutto sui suoi profili social, mostrando un trenino fra i partecipanti e balli sui tavoli (i dettagli della notizia)

Latina in zona arancione: cosa si può fare e quali i divieti

Dopo quattro giorni di "zona rossa" da oggi, lunedì 28 dicembre, e per altri 3 giorni anche nella provincia di Latina, come nel resto del Paese, si torna in "zona arancione". Cosa cambia? Quali sono i divieti e cosa è invece possibile fare? Ecco un prontuario delle regole, dei permessi e delle restrizioni (leggi qui la notizia).

Coronavirus, le altre notizie

Scuola: la Regione Lazio al lavoro per ripartire il 7 gennaio

Fondi, il primo vaccinato è Fabrizio Turchetta, vice direttore del presidio centro

Sermoneta, test rapidi dei medici di base al centro civico del comune

Coronavirus Fondi, l'aggiornamento: 186 contagi a dicembre

V-day a Latina, la Asl: "Massima adesione per sconfiggere il virus"

Formia, sospetto caso tra gli operatori: chiusi i cimiteri a Formia

Natale in zona rossa: Latina deserta

Latina: buoni spesa. Domande al via dal 28 dicembre

Fondi: tamponi agli studenti dal 2 al 6 gennaio

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cucina

    La tradizione in tavola: la Carbonara

  • Cucina

    La tradizione in tavola: la pastiera napoletana

Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento